Bambina cade in un pozzo,
attimi di paura a Cingoli:
vigile del fuoco si cala e la salva

L'ALLARME lanciato dai parenti della piccola intorno alle 12,30. E' precipitata per circa 7 metri, in fondo c'era dell'acqua e questo ha attutito la caduta. Uno dei soccorritori è riuscito a raggiungerla e a imbracarla. E' stata portata ad Ancona con l'eliambulanza, ha avuto un principio di ipotermia
- caricamento letture
cingoli-bambina-pozzo

Il pozzo in cui è caduta la bambina

di Leonardo Giorgi

Bambina precipita dentro un pozzo, l’acqua attutisce l’impatto: salvata da un vigile del fuoco che si è calato all’interno ed è riuscito a portarla fuori. È successo nelle campagne di Cingoli. La piccola, che ha sette anni ed è della provincia di Ancona, sta bene (anche se ha avuto un principio di ipotermia) e si trova in ospedale per gli accertamenti. È stata trasportata all’ospedale di Torrette con l’eliambulanza. E poi trasferita nel reparto di Pediatria del Salesi. 

troviggiano-bimba-caduta-nel-pozzo

L’eliambulanza sul posto

Una bambina di sette anni questa mattina era andata a trovare i parenti che vivono a Cingoli, in località Troviggiano. Poi è uscita di casa per andare nel terreno dei parenti. Lì, secondo quanto ricostruito sinora sui fatti avvenuti questa mattina intorno alle 12,30, ha raggiunto un pozzo che è coperto da alcune assi. La bambina è salita sulle assi e una di queste si sarebbe spostata. In questo modo la piccola è precipitata all’interno del pozzo, profondo circa sette metri. Per fortuna non ha sbattuto contro le pareti e in fondo c’era dell’acqua che non era profonda. L’acqua ha attutito la caduta. Ad accorgersi di quello che era successo sono stati i famigliari stessi che hanno lanciato l’allarme. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri e 118.

Nel frattempo i parenti della bambina hanno calato nel pozzo una corda in modo che la piccola potesse aggrapparsi e non restare dentro l’acqua, che le arrivava fino al collo, troppo a lungo. I vigili del fuoco una volta giunti sul posto hanno dato il via alle operazioni di soccorso. Il 118 ha chiesto l’intervento dell’eliambulanza. La bambina era cosciente e stava bene. Un vigile del fuoco, utilizzando tecniche Saf (Speleo alpino fluviale), si è calato all’interno del pozzo, per fortuna largo a sufficienza da permette questa operazione, e ha raggiunto la bambina. L’ha imbracata e in pochi minuti la piccola stata tirata fuori dal pozzo. Poi è stata affidata alle cure del 118. Nel frattempo l’eliambulanza era atterrata a Cingoli, non lontano da dove l’incidente era avvenuto, e ha caricato la minore per poi partire in direzione dell’ospedale di Torrette. La bambina per il tempo di permanenza in acqua (che dovrebbe essere stato di circa un’ora dalla caduta a quando è stata tirata fuori) ha riportato un principio di ipotermia. I carabinieri della stazione di Cingoli hanno trasmesso gli atti alla procura per le valutazioni del caso.

(Ultimo aggiornamento alle 14,40)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X