Il pagellone degli “Inarrestabili”:
dieci a mister Trillini
Quattro giocatori al top

MACERATESE IN ECCELLENZA - Voti ai protagonisti della vittoria del campionato. Il massimo al mister. Bomber Tittarelli il migliore con 9,5. Nove in pagella per Dieme, De Cesare e Vallorani. I giudizi a ciascun calciatore
- caricamento letture

 

maceratese-vince-promozione-promossa-in-eccellenza-11-giugno-2022-32-650x433

La festa della Maceratese

 

di Mauro Giustozzi

E’ tempo di “pagellone” per la Maceratese, che vince il campionato di Promozione in coda ad una stagione difficile nella prima parte e travolgente nella seconda. I biancorossi hanno scritto una pagina storica del club per il modo in cui hanno vinto il girone B infilando 11 vittorie consecutive finali in altrettante partite sino a quella che ha posto il timbro del salto in Eccellenza sabato col Monturano Campiglione. Ora resta solo la passerella della finale regionale per il titolo della Promozione contro l’Osimana, due nobili decadute che daranno lustro a questa sfida.

monturano-maceratese-9-267x400

Cristiano Lapi

EDOARDO SANTARELLI 8: il portiere under di scuola Recanatese si è conquistato col passare delle giornate un ruolo determinante nella cavalcata della Rata. Nel girone di andata non sempre è stato impeccabile, anzi talvolta qualche suo intervento è stato oggetto di molte critiche. Nel girone di ritorno, però, è risultato tra i protagonisti assoluti della rimonta biancorossa, con prestazione di altissimo livello e tra le tante parate decisive ricordiamo quelle di Treia, Trodica, contro la Cluentina e con la Palmense che hanno garantito vittorie decisive.

CRISTIANO LAPI 8,5: il centrale difensivo è stato tra i più utilizzati in questa stagione ed ha offerto un rendimento costante ed elevato da inizio a fine campionato. Punto di riferimento per i compagni di reparto che si sono avvicendati al suo fianco.

NICOLAS MARINO 7,5: un girone di andata segnato da infortuni che ne hanno condizionato la disponibilità ed una lenta ripresa della miglior condizione. Anche per lui una seconda parte di stagione più positiva, con le ultime gare che lo hanno visto sempre titolare nel momento clou del campionato.

NICOLO’ ARMELLINI 7,5: ogni volta che è stato chiamato in causa ha risposto presente. Un titolare aggiunto nella rosa biancorossa che mister Trillini ha saputo dosare nel suo utilizzo ed ogni qual volta è stato chiamato in causa, spesso da subentrante ma anche tante volte da titolare, ha fornito delle ottime prestazioni al servizio della squadra. Si è tolto lo sfizio di segnare anche un gol.

DAVIDE ZANDRI 8: il vero Zandri lo si è visto nel girone di ritorno, dopo una prima parte di campionato dove non ha espresso al meglio le sue caratteristiche. Il terzino in alcune partite è stato imprendibile sulla fascia sinistra offrendo spesso cross deliziosi per gli attaccanti e timbrando anche due reti. Una spinta propulsiva costante in attacco ma è migliorato anche nella fase di contenimento col passare delle partite.

SIMONE VALLORANI 9: per costanza di rendimento, presenze, determinazione, impegno, voglia di dare sempre il massimo in campo un esempio per i compagni dalla prima partita all’ultima. Un giocatore apprezzatissimo anche dai tifosi perché tra coloro che hanno dato sempre tutto in campo. Al suo attivo anche una rete pesante. Peccato l’infortunio che lo ha tolto di mezzo nella fase conclusiva del campionato ma è stato tra i protagonisti assoluti di questa vittoria.

monturano-maceratese-5-e1654972906717-325x263

Capitan De Cesare

NICOLO’ DE CESARE 9: venni, vidi, vinci. Arrivato a gennaio, capitano a febbraio, vince il campionato a giugno. Che dire altro di un calciatore che ha saputo prendere in mano la squadra in campo e lo spogliatoio biancorosso, contribuendo a questa fantastica rimonta in cui ci sono i suoi grandi meriti. Metronomo del centrocampo è stato l’allenatore in campo di questa Rata. Un vincente, non a caso per il secondo anno consecutivo festeggia una promozione.

ANDREA MARCHETTI 6,5: utilizzato col contagocce l’under ha alternato buone prestazioni ad altre sottotono. Ha contribuito comunque spesso da subentrato a questo successo del campionato della Rata sdoppiandosi nel ruolo di esterno difensivo e di attacco ed in questo ruolo timbrando anche due reti.

TOMAS PEREZ 8,5: l’argentino forse meriterebbe un voto più alto, ma nella prima parte del campionato ha faticato a calarsi nella realtà della Promozione. Con l’avvento di Trillini in panchina la svolta, diventando l’elemento determinante per tecnica e visione di gioco offensivo della Maceratese. Travolgente nella serie delle 11 vittorie consecutive in cui ha messo assist e reti (6) che hanno contribuito a trascinare la squadra in Eccellenza. Giocatore di categorie superiori.

NICOLA PUCCI 7: per lui stagione segnata da diversi infortuni che ne hanno condizionato le prestazioni e la disponibilità. Alla fine il suo mattoncino l’ha messo in questa vittoria, aiutando la squadra a centrocampo dove ha ricoperto più ruoli e risultando sempre pericoloso con le sue conclusioni da fuori area.

ENZO RIVAMAR 6,5: arrivato ad inizio 2022 alla Maceratese, frenato da qualche acciacco, l’under ha trovato poco spazio da titolare, ma ogni qual volta il mister lo ha chiamato in campo (7 presenze) ha cercato di dare il suo contributo alla causa biancorossa.

AMIN GHANNAOUI 6,5: altro under che spesso è subentrato dalla panchina, rivelandosi un prezioso jolly di centrocampo cui l’allenatore ha fatto ricorso tante volte per avvicendare giovani compagni stanchi, infortunati o squalificati.

monturano-maceratese-2-325x217

Federico Giaccaglia

FEDERICO GIACCAGLIA 8,5: oggetto misterioso per un intero girone di andata, protagonista assoluto nella cavalcata biancorossa del 2022. L’ex Recanatese è stato frenato da tanti infortuni nella prima parte della stagione ma si è rivelato l’acquisto più importante a gennaio, quando ha potuto ritrovare lentamente la condizione e mostrare in campo tutto il suo valore. Determinante nel formare con De Cesare la cerniera del centrocampo si è tolto anche qualche soddisfazione in zona gol. Tra i protagonisti della promozione in Eccellenza.

AMEDEO MASSEI 8,5: al pari di Vallorani grande costanza di rendimento, ha tenuto su la baracca nel momento difficile della prima parte di stagione quando la Maceratese faticava a fare gioco e risultati. Penalizzato da problemi fisici nella seconda parte di stagione ha stretto i denti dando sempre il suo contributo quando è stato chiamato in causa. Fino al ritorno da titolare a Monturano ed una sontuosa partita condita da due assist nelle reti del successo sul campo dei calzaturieri.

TOMMASO MASSINI 8,5: frenato dagli infortuni ad inizio stagione dove è mancato per molti mesi, decisivo nel girone di ritorno sia come esterno basso di difesa che esterno offensivo col vizio del gol. Velocità, rapidità di esecuzione, dribbling ne hanno fatto l’under sicuramente migliore del girone B. La macchia della scellerata espulsione rimediata a Treia contro l’Aurora è stata cancellata da prestazioni sempre di alto livello e di grande continuità.

maceratese-vince-promozione-promossa-in-eccellenza-11-giugno-2022-19-325x217

Andrea Marchetti

JEROME DIEME 9: il senegalese è arrivato a sorpresa a Macerata ma è risultato decisivo il suo innesto nella formazione di Sauro Trillini. Non solo per i 7 gol realizzati quasi tutti decisivi tra cui il rigore vincente di Chiesanuova, ma pure per la tecnica, la velocità, l’imprevedibilità e le giocate da calciatore di categorie ben superiori che ha mostrato su tutti i campi della Promozione. Dopo l’ivoriano Kouko un altro giocatore di colore che ha fatto le fortune della Rata.

LORENZO RIPA 7,5: una stagione ad intermittenza per l’esterno. Che quando si è acceso ha fatto la differenza, mostrando colpi da giocatore di categorie superiori. Gli è mancata però la continuità necessaria a farne un punto fermo dell’undici titolare, ma ha determinato con prestazioni e gol il salto di categoria della Maceratese.

GABRIELE TITTARELLI 9,5: il bomber cingolano chiude la stagione timbrando 18 reti decisive per la vittoria del campionato, non tocca il 10 in pagella solo a causa di qualche rigore di troppo fallito. E’ risultato il più presente con 33 gare disputate. E’ stato il terminale quasi unico dell’attacco biancorosso cui ha dato forza fisica, potenza, coraggio. Attaccante generoso che non si è mai risparmiato nell’inseguire gli avversari a centrocampo o aiutare la difesa in occasione dei corner avversari. Spesso ha fatto reparto da solo combattendo contro i centrali avversari. Giocatore che magari non ruba l’occhio ai tifosi per movenze o qualità tecniche nel palleggio, ma che, al tirare delle conclusioni, c’è sempre.

JUAN BATTEZZATI 6: poche apparizioni per il “puntero” argentino, tra cui quella sul campo della Palmense che lo vide conquistare un calcio di rigore decisivo per evitare la sconfitta della Rata.

FEDERICO GIUSTOZZI 6: in partenza si alternava con Santarelli tra i pali della porta ma poi il ballottaggio lo ha visto finire in panchina, con poche apparizioni da titolare in questo campionato. Ha accettato senza polemiche questo ruolo contribuendo ad aiutare il giovane collega Santarelli e facendosi trovare pronto negli allenamenti e quando il tecnico lo ha chiamato in causa.

maceratese-vince-promozione-promossa-in-eccellenza-11-giugno-2022-24-325x217

Mister Sauro Trillini

MISTER SAURO TRILLINI 10: chiamato al capezzale di una Maceratese che a dicembre rischiava di uscire perfino dalla zona playoff l’ex difensore e tecnico della Rata in epoche diverse si è confermato come “abile” riparatore di situazioni critiche in corsa come indica peraltro la sua lunga carriera di allenatore. Calatosi in una realtà sconosciuta come la Promozione e anche con giocatori tutti da scoprire ha avuto l’abilità di prima compattare lo spogliatoio rinunciando ad un atleta ingombrante come Mastronunzio, dare un assetto tattico finalmente adeguato alle caratteristiche del materiale umano e tecnico a disposizione, trasferendo alla squadra serenità e consapevolezza della propria forza. Sono arrivate 11 vittorie consecutive ed una travolgente rimonta che portano la sua firma su un impresa in cui nessuno, fuori dallo spogliatoio della Rata, avrebbe scommesso un centesimo. Applausi a scena aperta per il “Trillo”.

Altri componenti della rosa con presenze in questa stagione: Sebastiano Farroni (5), Riccardo Girotti (1), Tommaso Pistarelli (1), Ghandi Rivera Salas (1), Ardi Shoshaj (1).

La dedica di mister Trillini: «Al maestro Brizi e al popolo di Macerata»

Crocioni: «Ci metto il cuore, la gente se lo ricordi» Conti: «E’ come vincere la Champions League»

Nessuno ferma gli “Inarrestabili” Che ECCELLENZA questa Maceratese



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X