Ok al Piano regionale dello sport,
4,1 milioni di euro in due anni

LA COMMISSIONE ha dato il via libera all'unanimità, ora dovrà passare in Consiglio. Renzo Marinelli (Lega): «E' un settore sempre più trasversale, che si lega alla salute e al benessere, ma anche al turismo e alla promozione della nostra regione». Dal 30 giugno al 2 luglio la prima Conferenza di settore nelle Marche
- caricamento letture
RENZO-MARINELLI-CAPOGRUPPO-REGIONALE-LEGA-e1617719895973-325x190

Renzo Marinelli

 

La Prima commissione affari istituzionali-bilancio della Regione ha dato il via libera all’unanimità “Piano regionale per la promozione della pratica sportiva e dello sport di cittadinanza”. Un atto proposto dalla giunta, che ora dovrà essere approvato dal Consiglio. Oltre alla promozione della pratica sportiva a tutti i livelli, per tutte le età, con particolare cura all’inclusione delle persone con disabilità e ai giovani, il Piano quinquennale contiene tra gli indirizzi strategici l’attivazione dell’Osservatorio regionale, il sostegno ad eventi e manifestazioni, la realizzazione di un sistema di impianti con tecnologie eco-compatibili. «Il Piano è un atto di programmazione importante – osserva il presidente della Commissione Renzo Marinelli (Lega) – perché lo sport è un settore sempre più trasversale, che si lega alla salute e al benessere, ma anche al turismo e alla promozione della nostra regione». La redazione del Piano è stata preceduta dalla “Prima conferenza regionale sullo sport e il tempo libero”, promossa dalla Regione in collaborazione con il Coni e il Comitato italiano paralimpico Marche.

Tre giorni di confronto e dialogo, dal 30 giugno al 2 luglio, per raccogliere proposte e contributi utili alla definizione del documento di programmazione. «Questo Piano – spiega il relatore di maggioranza, il consigliere Carlo Ciccioli (FdI) – nasce con l’obiettivo di rendere organiche le politiche regionali per lo sport, con un’attenzione particolare alla disabilità, alla promozione della salute, del movimento e di corretti stili di vita, legandosi anche al piano sociale, che riconosce lo sport un’azione strategica, e investendo negli impianti sportivi».

Le risorse disponibili per i primi due anni ammontano a 4.165.000 euro (890mila euro per il 2022 e 3.275.000 euro per il 2023). Il relatore di opposizione, il consigliere regionale Andrea Biancani (Pd), motiva il voto a favore sul Piano «perché in continuità con il precedente che individuava lo sport sia come una grande opportunità di integrazione e socializzazione, sia come strumento per migliorare la qualità della vita, all’interno del tema della prevenzione. Unica perplessità sono le risorse al momento insufficienti per attuarlo completamente, ci auguriamo ci siano delle implementazioni future». Nelle Marche, secondo i dati forniti dal Coni, nel 2019 il numero dei tesserati ammontava a 164mila atleti e a 39mila dirigenti. Le organizzazioni sportive nel 2021 sono risultate 3420.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =