Morte del piccolo Arturo,
il gip archivia l’indagine

SANT'ANGELO IN PONTANO - Il giudice ha deciso di chiudere il caso, nessuna responsabilità viene attribuita all'automobilista che investì e uccise il bambino di 9 anni nell'agosto del 2019
- caricamento letture
arturo-pagni-2-650x488

Il sorriso di Arturo Pagni

 

Morte di Arturo Pagni, il gip archivia l’indagine. Il bambino era stato investito il 13 agosto del 2019 a Sant’Angelo in Pontano. Aveva solo 9 anni. L’incidente era avvenuto nel tardo pomeriggio. Il bambino, che viveva a Londra con i genitori, era in vacanza nel Maceratese (la mamma, Maria Sole, è originaria di Sant’Angelo in Pontano). Quel giorno il bambino si trovava sulla provinciale 78 quando è passata una Fiat Tipo con al volante un uomo di 80 anni. L’auto aveva investito il bambino e l’aveva trascinato per alcuni metri prima di fermarsi. Disperati i soccorsi per cercare di salvare la vita al piccolo, che non si era ripreso. Per il conducente dell’auto si era aperta una indagine per omicidio stradale. La procura aveva nominato un proprio consulente per ricostruire l’incidente: dall’accertamento non erano emerse responsabilità dell’anziano e aveva chiesto l’archiviazione. Questo per due volte con la famiglia di Arturo, assistita dall’avvocato Francesco De Minicis, che ha fatto opposizione alla richiesta della procura presentando anche una super perizia svolta da Mattia Strangi. Le indagini sono state riaperte due volte con ulteriori accertamenti. L’ultima udienza il 14 dicembre, oggi il gip ha comunicato la sua decisione: archiviazione dell’indagine. L’automobilista è assistito dagli avvocati Manuela Costantini e Monica Attili.

(Gian. Gin.)

Travolto da un’auto, muore bambino di 9 anni

 

La mamma del piccolo Arturo: «Aveva un sorriso bellissimo I suoi sogni: rugbista o scienziato»

Travolto da un’auto, muore bambino di 9 anni



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X