Giustizia consensuale,
incontro online

MACERATA - L'appuntamento per il 21 gennaio alle 15, organizzato dall’Ordine degli Avvocati insieme alla sezione locale dell’Unione Nazionale Avvocati per la Mediazione
- caricamento letture

 

massimo-cesca

Massimo Cesca

 

Mediazione demandata dal giudice nel corso del giudizio. Questo è solo uno dei temi al centro dell’incontro promosso dall’Ordine degli Avvocati di Macerata, insieme alla sezione Maceratese dell’Unione Nazionale Avvocati per la Mediazione, nella certezza che le nuove norme sulla mediazione costituiscano una grande opportunità per giudici ed avvocati. L’appuntamento è online per il 21 gennaio alle 15. Per i motivi legati alle note situazioni sanitarie e alle conseguenti misure di sicurezza, dopo un primo tentativo di organizzare l’incontro in presenza al tribunale di Macerata, si è preferito svolgerlo on line tramite collegamento Zoom aperto prevalentemente a giudici ed avvocati e a chiunque abbia interesse ad approfondire il tema della giustizia consensuale. L’incontro prevede la partecipazione del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Macerata, Maria Cristina Ottavianoni, il Presidente del Tribunale di Macerata Paolo Vadalà, il Consigliere Distrettale di disciplina, Stefano Massimiliano Ghio, la Segretaria Generale Nazionale dell’Unam, Tiziana Rosaria, dell’ex giudice, mediatore e responsabile di molte associazioni ed organismi nazionali ed internazionali, Marcello Marinari e come moderatore, Massimo Cesca, Mediatore presso l’Organismo di Mediazione Foro di Macerata e responsabile Sezione Unam di Macerata. Gli altri temi in programma: «La recente riforma della Giustizia approvata dal Parlamento e fortemente voluta dal Ministro Cartabia ha espresso l’obiettivo dichiarato di ridurre la durata dei processi civili del 40% entro il 2026, come previsto negli impegni presi dal Governo con l’Unione Europea nel piano nazionale di ripresa e resilienza – si legge in una nota -. Risultati che la riforma intende perseguire agendo su diversi aspetti procedurali e soprattutto attribuendo un ruolo sempre di maggior rilievo alla mediazione civile e commerciale e alle forme di giustizia consensuale, non più viste come alternative e subordinate al sistema giurisdizionale ma “complemetari”». Per eventuali chiarimenti ed ulteriori informazioni: Massimo Cesca 3487313432 email avv.cesca@email.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X