Taglio del nastro per la mostra Inside
Macerata incorona Elena Giustozzi:
a lei il premio Pannaggi (Foto)

EVENTI - Inaugurazione questo pomeriggio a Palazzo Buonaccorsi. L'artista: «E' il risultato di anni di lavoro che partono da un’indagine sulla mia famiglia, all’inizio, per poi uscire dall’ambiente domestico». Il sindaco Sandro Parcaroli: «Opere raffinate e suggestive». L'assessore Katiuscia Cassetta: «In molti si riconosceranno in questi lavori»
- caricamento letture
mostra-inside-6-650x433

Il sindaco Sandro Parcaroli inaugura la mostra

 

di Mauro Giustozzi (foto di Fabio Falcioni)

Una vasca da giardino dove ristagna acqua piovana che ha raccolto tutto quello che la natura casualmente manda, fiori  e foglie galleggianti, piccoli insetti di terra e aria, un microcosmo di vita galleggiante in pochi centimetri d’acqua. E’ il motivo che intriga e coinvolge il gesto creativo di Elena Giustozzi in ‘Inside’, la mostra inaugurata questo pomeriggio dalla vincitrice del premio Pannaggi/Nuova generazione (che le è stato consegnato in occasione dell’apertura della personale) nello spazio dei Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi, nell’ambito della Rassegna Contemporanea.Mente, che sarà visitabile sino al prossimo 27 febbraio.

elena-giustozzi-3-650x435

L’artista Elena Giustozzi

Curata da Paola Ballesi la mostra dedicata alla vincitrice del premio Pannaggi offre al pubblico opere raffinate e suggestive frutto di una pittura colta e sapiente che dà vita a delicati mondi racchiusi in una superficie specchiante, vasche da giardino in cui ristagna acqua piovana che rinserra un microcosmo di fiori, foglie, pollini, e piccoli insetti. Insoliti scorci e dettagli minuti descrivono il gioco tra i piani che l’acqua, invisibile presenza, rivela, insieme alle ombre del mondo esterno, che si disegnano con sagome sorprendenti, in un incessante dialogo tra l’esterno e l’interno, il sopra e il sotto, il vicino e il lontano, il dentro e il fuori, dove ogni elemento si trova in connessione col tutto, parte inscindibile di un unicum vitale, mobile, in continuo divenire. Sono opere che mostrano la vocazione dell’artista per il linguaggio della pittura che declina con diverse tecniche che vanno dalla fotografia, al video e all’installazione, pur riservando alla sensibilità pittorica il ruolo centrale della sua produzione artistica.

“La sua ricerca costante e rigorosa riporta la pittura al massimo grado dell’espressione artistica, sia come potente antidoto al sovraccarico del contingente, sia quale peculiare dispositivo per leggere nei segreti della natura che custodisce anche il senso della nostra esistenza” è la motivazione con cui la commissione selezionatrice, composta da Paola Ballesi, Katiuscia Cassetta, Nikla Cingolani, Loretta Fabrizi, Paolo Gobbi, Marta Massetani, Mauro Mazziero, Marina Mentoni e Lugi Ricci, ha assegnato il premio.

mostra-inside-2-650x433

Nando Ottavi (a sinistra) con il sindaco Sandro Parcaroli e la curatrice della mostra, Paola Ballesi

Il sindaco Sandro Parcaroli, che, oltre a complimentarsi con Elena Giustozzi per «le sue opere raffinate e suggestive» ha sottolineato come il Premio Pannaggi «pone al centro la politica culturale della città volta a scoprire i territori e i rappresentanti del contemporaneo valorizzando i giovani e gli artisti emergenti». 

«E’ stata una bella sorpresa aggiudicarmi il premio Pannaggi dopo tanti anni di lavoro – ha detto l’artista originaria di Civitanova – una grande soddisfazione è stato aver ottenuto questo riconoscimento così importante nella mia regione. Ho avuto altri riconoscimenti ma questo del Pannaggi è davvero molto particolare e ne sono orgogliosa.

Questa mostra è il risultato di anni di lavoro che partono da un’indagine sulla mia famiglia all’inizio per poi uscire dall’ambiente domestico andando nel giardino che si relaziona tra la zona di uno spazio recintato e strutturato e di una natura più esuberante e indomabile che è lo spazio naturale.

elena-giustozzi-cassetta

Da sinistra: la curatrice Paola Ballesi, Elena Giustozzi e l’assessore Katiuscia Cassetta

In questo spazio c’è la vasca di raccolta di acqua piovana della mia famiglia ed io ho sempre giocato fin da piccola attorno a questa vasca che raccoglie non solo elementi naturali come foglie, insetti, ninfee ma anche e soprattutto le mie emozioni. Da qui sono partita per studiare quello che si riflette in questa vasca ma anche il mondo esterno che possono essere alberi, tubi, tralicci elettrici del mondo esterno a quello della mia infanzia. La forma circolare delle opere l’ho scelta perché è una forma molto armonica che dà una sensazione di senza confini».

Particolarmente soddisfatta anche l’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta per il percorso che continua con altri giovani artisti locali che vengono ospitati nelle sale del Buonaccorsi. «Questo è il quarto premio Pannaggi/Nuova generazione – ha ribadito Cassetta – che mette in evidenza una giovane e meritevole artista. Il premio è una creazione dell’associazione Amici di Palazzo Buonaccorsi a cui ho partecipato dall’inizio nella commissione selezionatrice e per il secondo anno consecutivo queste sale ospitano arte contemporanea e giovani artisti. Noi come istituzione mettiamo a disposizione spazi che accolgono queste esposizioni che offrono dignità e giusta visibilità a giovani artisti ma poi c’è una collaborazione importante anche coi privati che sostengono questa iniziativa.

mostra-inside-5-650x433La mostra Inside presenta opere molto poetiche, tanto raffinate, profondo ricordo dell’infanzia dell’artista ma nel quale io, ma penso anche tanti di coloro che visiteranno l’esposizione, si ritroveranno. Con questa inaugurazione si aprono i tanti appuntamenti natalizi in calendario sia a Palazzo Buonaccorsi che in biblioteca Mozzi Borgetti, altre mostre agli Antichi Forni, concerti e teatro anche per i bambini al Lauro Rossi. Abbiamo cercato di offrire ogni giorno di questo periodo di festività progetti di qualità, variegati, per tutti i maceratesi».

Paola Ballesi, presidente degli Amici di Palazzo Buonaccorsi, racconta la sua gioia per un premio Pannaggi dedicato ai giovani emergenti che prende sempre più piede: «Siamo alla quarta edizione che è conferma della bontà dell’iniziativa ed allo stesso tempo cresce ogni anno di più anche per l’attenzione che c’è non solo in città. L’obiettivo che ci eravamo prefissi, cioè evidenziare giovani di rango, studiosi, ricercatori nelle discipline artistiche credo sia stato raggiunto. Elena Giustozzi ha già vinto un premio in Sudafrica, è stata per due mesi in quella nazione e tutto quello che ha prodotto in quel periodo ha trovato acquirenti che ne hanno apprezzato la bontà. Soprattutto nel mercato inglese di marca anglosassone piacciono moltissimo queste opere che è la cifra di una pittura colta, rinascimentale, italiana aggiornata ai nostri tempi».

Mostra_Buonaccorsi_FF-3-325x217

Katiuscia Cassetta, assessore alla cultura

Il progetto è stato reso possibile grazie al main sponsor Simonelli Group, da sempre attento sostenitore del connubio tra arte e mondo produttivo nelle Marche, e alla collaborazione con il Centro Studi Pannaggi, il Cesma (Centro Studi Marche), Laboratorio 41, Spazio Lavì e il Centro Documentazione e Ricerca Artistica Contemporanea Luigi Di Sarro.

Il premio Pannaggi è promosso dall’Associazione Amici di Palazzo Buonaccorsi e dal comune di Macerata, insieme alla Regione, Macerata Musei e Macerata Culture, ed è dedicato agli scenari più avanzati della sperimentazione artistica contemporanea, si avvale del patrocinio dell’Università di Macerata, della Fondazione Carima, dell’Accademia di Belle Arti e del comune di Recanati.

Mostra_Buonaccorsi_FF-4-650x434Mostra_Buonaccorsi_FF-6-650x434

Mostra_Buonaccorsi_FF-2-650x434

Nando Ottavi

Mostra_Buonaccorsi_FF-1-650x434

mostra-inside-1-650x433

mostra-inside-3-650x433

Mostra_Buonaccorsi_FF-7-650x434



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X