Un manager per Castelraimondo,
Costantino Mariani presenta la sua lista

AL VOTO - Il 62enne, ex dirigente di importanti aziende private nel settore elettrodomestici, si è proposto come figura inclusiva: «Ci impegneremo per far crescere il senso civico, per superare il clima divisivo ed elitario, che mi dispiace, si respira in paese»
- caricamento letture
costantin_mariani_castelraimondo_insieme-1-650x488

Costantino Mariani durante la presentazione di ieri sera

 

di Monia Orazi

Due mani che si uniscono, accanto al Cassero la torre simbolo di Castelraimondo: presentata ieri sera la lista Castelraimondo Insieme, che candida a sindaco Costantino Mariani 62 anni, ex manager di importanti aziende private nel settore elettrodomestici. «Due mani che si congiungono come simbolo di solidarietà ed amicizia, il nome che abbiamo scelto è Castelraimondo insieme – ha detto Mariani – il nostro programma è un cantiere che rimarrà aperto per le prossime settimane. Questa lista nasce dall’assemblea dello scorso 29 luglio, in cui l’unico vincolo che ci siamo dati è che questa fosse una lista esclusivamente civica, che non ha nessun condizionamento da partiti o realtà associative». La lista, che sfida “Castelraimondo il futuro” che candida a sindaco Patrizio Leonelli ex assessore della giunta Marinelli, è formata da Costantino Mariani candidato sindaco, Riccardo Aringolo 42 anni ingegnere meccanico, Venanzo Castelli detto Enzo 65 anni pensionato ex operatore terapeutico, Claudio Cavallaro 34 anni consigliere comunale scorsa legislatura, Mauro Crucianelli 58 anni analista chimico, Leonardo Francesconi 34 anni dipendente azienda informatica, Gian Claudio Lori 26 anni studente in scienze motorie e calciatore, Giuliano Lori 61 anni informatore farmaceutico, Elena Mancinelli 61 anni dipendente ministero Giustizia, Gilberto Mancini 67 anni pensionato ex commerciante prodotti petroliferi, Giorgia Olivieri 21 anni studentessa di lettere moderne, Daniele Paganelli 39 anni dipendente azienda privata, Mariolina Sgammato maestra di scuola primaria.
costantin_mariani_castelraimondo_insieme-3-325x244Così Mariani ha descritto la lista: «Abbiamo scelto candidature credibili e rappresentative, persone riconoscibili in paese per la loro storia. Abbiamo privilegiato la serietà, l’equilibrio, il buonsenso e le caratteristiche individuali. Ciascun consigliere rappresenta i cittadini che lo hanno delegato a rappresentarlo. Ci impegneremo per far crescere il senso civico, per superare il clima divisivo ed elitario, che mi dispiace, si respira in paese. Chi si candida deve contribuire a normalizzare questo clima, attueremo una contrapposizione molto sana. Questa lista è partita in ritardo, si candida alla guida del Comune. Abbiamo avuto tanti segnali positivi di incoraggiamento». La serata è proseguita con una breve illustrazione del programma. Ha spiegato Mariani: «Abbiamo scelto tre criteri per descrivere il metodo con cui ci presenteremo alla città: affidabilità con la sottoscrizione di un patto con i cittadini per l’intera legislatura, trasparenza con il vincolo di tenere una linea chiara e coerente definita dal programma, saremo chiari sulle azioni da intraprendere e la gestione delle risorse. Infine attueremo una comunicazione aperta e continua con la cittadinanza, per eliminare il sentito dire e le chiacchiere da bar. Oltre che la ricostruzione, priorità assoluta saranno il lavoro e l’occupazione, attueremo tutte le facilitazioni, va considerato essenziale il singolo posto di lavoro, tutelate le microimprese, la chiusura di un negozio significa 35mila euro di pil in meno, è importante l’orientamento professionale, non sempre le aziende trovano persone con le qualificazioni richieste e le cercano altrove». Mariani ha indicato l’università di Camerino come un polo di attrazione, realizzando un patto con Camerino. Riguardo al turismo ha detto che ci sono molte potenzialità da sviluppare, lo sviluppo della sentieristica, per attività ciclopedonali ed equestri in integrazione con i comuni vicini, di cui alcuni si sono costituiti in consorzio. E’ prevista l’istituzione della consulta per i giovani da 15 a 25 anni, il ripristino della biblioteca comunale, l’ipotesi di valorizzazione del parco del Castello di Lanciano come oasi naturalistica e parco fruibile dai cittadini, prosecuzione sino a Lanciano del percorso del parco fluviale. Restituzione alla Pro Loco della programmazione del calendario delle manifestazioni ed impegno per la raccolta differenziata e le energie pulite, sono altri punti del programma. Ipotizzata l’avvio dell’iter per la bonifica del sito dell’ex cementificio Sacci.

costantin_mariani_castelraimondo_insieme-2-325x244Sul fronte dei lavori pubblici gli impegni prioritari riguardano la ricostruzione, la manutenzione di immobili di proprietà comunale, il ripristino del cavalcavia, la manutenzione degli impianti sportivi e delle aree verdi. Inserito anche il possibile recupero di aree dismesse quali il reparto elettrolisi dell’ex cartiera, l’ex consorzio agrario, l’ex Capam, la zona dell’ex Alfa con un mucchio di detriti. Per gli anziani si è parlato di un centro di aggregazione, di iniziative per l’invecchiamento attivo, di tutela delle fasce deboli. Tra le proposte del programma anche la creazione di una struttura comunale apposita, per intercettare fondi e occasioni offerte dai bandi europei, il dialogo con gli altri comuni vicini, per attuare sinergie ed iniziative comuni.

 

“Castelraimondo, il futuro” presenta Leonelli candidato sindaco (Video)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X