«Petardo esploso in campo»:
1500 euro di multa all’Ancona Matelica
Dal Catania arriva Mario Noce

SERIE C - Il giudice sportivo ha emanato la sanzione alla società per «fatti violenti commessi dai suoi sostenitori, che hanno acceso nel proprio settore anche cinque fumogeni, senza conseguenze». Mercato: saluta i colori biancorossi Matteo Calcagno (rescissione contrattuale a seguito di motivi familiari), preso il difensore classe 1999
- caricamento letture

 

tifosi-ancona-matelica

I tifosi dell’Ancona Matelica allo stadio Adriatico (foto ufficio stampa Pescara)

 

«Fatti violenti» commessi dai tifosi: multa di 1.500 euro all’Ancona Matelica. Il giudice sportivo della Lega Pro ha preso provvedimenti in seguito a ciò che è accaduto sugli spalti dell’Adriatico di Pescara, dove i biancorossi hanno perso 2 a 1 nella prima giornata del girone B. Questa la motivazione ufficiale dell’ammenda che dovrà pagare la società: «Fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell’aver lanciato all’interno del recinto di gioco un petardo esploso con elevata violenza, e per avere acceso nel proprio settore cinque fumogeni, senza conseguenze. Misura della sanzione in applicazione degli articoli 13, comma 2, considerato che la società disputava la gara in trasferta e non si sono verificate conseguenze, e 26».

mario-noce

Mario Noce

 

Nel frattempo, dal Catania arriva il difensore esterno destro classe 1999, catanese doc, Mario Noce, che, dopo il settore giovanile nella squadra della sua città, ha poi maturato importanti esperienze in Serie D e Lega Pro con le maglie di Chieri, Gozzano, Cesena, Catania e Potenza. «Sono contento – ha dichiarato dopo il nero su bianco – della fiducia che la società ha riposto in me. Arrivo in una piazza importante che non ha bisogno di presentazioni. Mi metto subito a disposizione e spero di essere utile alla causa e poter dare il mio contributo». Contestualmente all’arrivo di Noce, saluta i colori biancorossi il difensore Matteo Calcagno, con il quale la società ha trovato un accordo per la rescissione contrattuale a seguito di motivi familiari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =