Marlon Yant, il futuro della Lube:
«Il mio sogno è diventare
uno dei più forti al mondo»

VOLLEY - Il giovane schiacciatore cubano racconta la sua prima stagione in biancorosso: «Ho due anni di contratto, ma sarebbe bello rimanere qui a lungo»
- caricamento letture

 

lube-modena-6-325x217

Marlon Yant in azione

 

Una questione di amore a prima vista e un feeling che si è rafforzato nel tempo tra lo schiacciatore Marlon Yant e la Lube. L’atleta cubano classe 2001, gigante di 204 cm, è già blindato dalla società biancorossa per due anni, ma il tesserato e il club fanno ragionamenti e guardano ancora più avanti per continuare insieme. Il posto 4 caraibico si è giocato bene le sue carte mostrando lampi di classe nelle chance avute per mettersi in mostra. Elemento dal grande potenziale, Yant è destinato ad avere sempre più spazio.

Com’è stato il tuo impatto con l’Italia e con la SuperLega?

«Ottimo. A Civitanova mi sono ambientato in fretta. Mi trovo molto bene. La mia fidanzata mi aiuta a comprendere e a parlare meglio l’italiano. Sul campionato non posso che spendere belle parole, è il più difficile al mondo e quando si gioca con i più forti è naturale fare progressi. Vincere Scudetto e Coppa Italia mi ha regalato bellissime emozioni».

Hai grandi doti tecniche e atletiche. In cosa devi migliorare?

«In tutto. Voglio crescere nei fondamentali per completarmi. Se devo parlare di priorità, punto ad alzare il livello a muro e dai nove metri».

tonno-callipo-lube-8-325x217Come procede il tuo percorso di crescita nella Lube?

«Ho già appreso molto dai compagni più esperti e sono rimasto affascinato dalla mentalità vincente della società. La presenza dei connazionali ha reso più agevole la mia integrazione perché mi hanno supportato facendomi sentire la loro vicinanza alla minima difficoltà».

Hai incontrato delle difficoltà?

«La stagione sportiva è stata fantastica. Lo è stato meno convivere con lo spettro della pandemia e giocare senza pubblico. Mi sono messo un po’ in discussione perché mi allenavo bene, ma in campo avevo poco spazio. So di avere davanti dei fuoriclasse internazionali, però voglio crearmi delle occasioni».

Il club conta molto su di te. Già si parla di ulteriori prolungamenti, confermi?

«Ho due anni di contratto, ma sarebbe bello rimanere qui a lungo…».

Sei pronto per i Mondiali Under 21 di settembre in Sardegna?

«Sono contento di vestire anche la maglia della nazionale giovanile e sono felice che a settembre si giocherà in Italia. Il team è competitivo. I compagni hanno bisogno di me e io ho bisogno di loro. Il nostro obiettivo è uno solo, chiudere il torneo da campioni».

Hai anche un traguardo personale?

«Lavoro molto perché il mio sogno è diventare uno dei più forti schiacciatori al mondo»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X