Vaccini anche a domicilio:
«C’è l’accordo con i medici di base»
Prossimo step i luoghi di lavoro

L'ANNUNCIO del governatore Francesco Acquaroli: «L'abbiamo approvato in Giunta». Aperto anche il tavolo di confronto con le categorie economiche
- caricamento letture
acquaroli-e1603634858159-325x264

Francesco Acquaroli

 

«Abbiamo appena approvato in Giunta l’accordo con i medici di medicina generale per procedere con la somministrazione dei vaccini anti-Covid della popolazione, a domicilio e negli studi medici». Ad annunciarlo Francesco Acquaroli, governatore delle Marche, che anticipa anche che «abbiamo anche aperto un tavolo con le categorie economiche e produttive e la Camera di Commercio per definire un protocollo per la somministrazione dei vaccini anche nei luoghi di lavoro, nel massimo rispetto delle disposizioni sanitarie». Acquaroli ringrazia «i medici di medicina generale e tutte le sigle che hanno sottoscritto l’accordo, e tutte le associazioni di categoria, per disponibilità e l’alto senso di responsabilità dimostrate. Ricordo che nella nostra Regione, oltre alla vaccinazione per il comparto degli operatori socio-sanitari, gli ospiti delle RSA e gli over 80, sono iniziate le somministrazioni anche per il personale scolastico e delle università, le forze dell’ordine e il settore della sicurezza, e la categoria dei pazienti più fragili, con patologie, in carico al servizio sanitario regionale. È importante ricordare – sottolinea Acquaroli -, che l’andamento del piano vaccinale dipende soprattutto dalla disponibilità di dosi che viene inviata alle Regioni dallo Stato centrale».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X