Prevenire le risse tra giovani,
controlli anche sui social

IL PUNTO del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica dopo l'episodio di Corridonia. Predisposti controlli anti assembramento nelle località più frequentate della provincia
- caricamento letture

 

assembramenti-civit_censored

Gli assembramenti di sabato a Civitanova

 

Prevenire le risse tra giovani, come quella di due sabati fa a Corridonia, anche tramite un monitoraggio dei social. E soprattutto coordinarsi tra Comuni, forze dell’ordine e polizie locali per evitare gli assembramenti nei luoghi più gettonati della provincia, anche ora che le Marche sono in zona arancione. Questi alcuni dei temi sul tavolo del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, che si è svolto stamattina in modalità online. Hanno partecipato oltre al prefetto Flavio Ferdani, che presiede il comitato, anche i vertici delle forze dell’ordine, il presidente della Provincia e i sindaci di Macerata, Civitanova e Corridonia.

«In merito agli episodi di rissa tra giovani – dice la Prefettura in una nota -, si è convenuto sulla necessità di una puntuale attività di monitoraggio, anche mediante i social media, finalizzata alla prevenzione e contrasto di tali fenomeni, attraverso la collaborazione tra la polizia locale e forze dell’ordine, per evitare che da questi atteggiamenti possano derivare eventi delittuosi. E’ stato poi affrontato il tema della attività di prevenzione e contrasto alla diffusione del virus Covid-19 ed è stata rappresentata e condivisa l’esigenza con i sindaci di porre in essere sinergicamente le iniziative necessarie alla prevenzione di fenomeni di assembramento. In particolare, pur essendo la provincia in zona arancione si è convenuto sulla assoluta necessità , con riferimento alle località maggiormente attrattive presenti nel territorio provinciale, di una costante attività di prevenzione e controllo da parte delle forze dell’ordine in luoghi ulteriori, anche d’intesa con le polizie locali». Durante la riunione per Civitanova si è stabilito di piazzare una pattuglia fissa della polizia locale a piazzetta Conchiglia il sabato e la domenica, con tanto di divieto di sosta per evitare assembramenti durante l’asporto dai locali (leggi l’articolo). Infine, conclude la Prefettura, «per quanto riguarda la corsa ciclistica a tappe “Tirreno-Adriatica”, che interesserà la provincia nei giorni 14 e 15 marzo, la stessa è stata già oggetto di una riunione da remoto del Comitato operativo per la viabilità nel corso della quale sono stati illustrati gli itinerari della corsa ciclistica e gli approfondimenti di tutte le possibili criticità connesse ad una così importante manifestazione. L’evento sarà oggetto di prossime riunioni sia del tavolo tecnico della Questura che del Comitato operativo della viabilità».

Assembramenti, a piazzetta Conchiglia pattuglia fissa e divieto di sosta

Maxi rissa in piazza a Corridonia: botte tra una trentina di ragazzi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =