Via ai campionati con l’incognita Covid,
Crocioni: «Io sono per la partenza»

SOMMA ALGEBRICA - Il presidente della Maceratese sul particolare momento del calcio dilettantistico: «Meglio iniziare, anche se sono sicuro che ci sarà da penare»
- caricamento letture

 

enrico-maria-scattolini-1-325x346

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

ALLORA E’ UFFICIALE: domenica 25 ottobre Promozione, Prima e Seconda Categoria ai blocchi di partenza.

LO HA DECISO il Comitato Regionale della Figc nell’ultima riunione.

ESORDIO in trasferta per la Maceratese, a Castelfidardo contro la Vigor.

FRANCAMENTE NON SO come valutare questa notizia.

INCERTO fra la soddisfazione di un punto fermo sull’avvio dei campionati e la prudenza che invece consiglierebbe l’attuale recrudescenza (—) della pandemia.

GRAN PARTE DEI PRESIDENTI delle società dilettantistiche marchigiane sarebbe comunque favorevole al rinvio.

CHE NON COMPORTEREBBE insuperabili problemi organizzativi dal momento che i “gironcini” con 12 partecipanti profilano una competizione di complessive 22 partite soltanto, che potrebbero essere disputate in pochi mesi.

Maceratese_Crocioni_FF-2-325x217

Alberto Crocioni, presidente della Maceratese

ALBERTO CROCIONI se la prende con filosofia (+).

DICE: «Io sono per la partenza. Anche se sono sicuro che ci sarà da penare».

SOFFERENZA GENERALE accresciuta dalla confusione che continua a regnare sovrana nel mondo del calcio di casa nostra (-).

OSCILLANTE FRA L’INDEFINITEZZA del “Protocollo Covid 19” e le sue contraddizioni (-) con i vari livelli decisionali.

A FIANCO DEI QUALI (-) l’altro ieri è spuntato un “Comitato di esperti” per gestire l’emergenza, con compiti consultivi di rappresentazione delle problematiche del settore alle istituzioni regionali.

COME SE LE MEDESIME (-) fossero ancora da scoprire!!!

Maceratese_PrimoAllenamento_FF-22-325x217

Mister Francesco Nocera

UNA DELLE QUALI è il rischio (-) dei giocatori di mettere a repentaglio la propria occupazione professionale per la spada di Damocle di quarantene estese alla collegialità della squadra di appartenenza in caso di contagio di uno suoi componenti.

SOTTOLINEA CROCIONI (+): «In queste circostanze un calciatore potrebbe trovarsi in seria difficoltà con il proprio datore di lavoro. Non dobbiamo mai dimenticare che la nostra è un’attività dilettantistica».

ALLORA SI DECOLLI pure il 25 ottobre, ma solo se c’è chiarezza (+). Altrimenti, sarebbe meglio rimandare in attesa di trovare appropriate soluzioni.

EGOISTICAMENTE va detto che la Rata (+) non avrebbe problemi in tal senso dal momento che quasi tutti i biancorossi non hanno altre occupazioni. Tant’e’ che Nocera è riuscito ad ottenere allenamenti pomeridiani.

MA E’ UNA SITUAZIONE PRESSOCHE’ UNICA, e quindi poco significativa (-).

PARTICOLARE ATTENZIONE (+) la Maceratese sta dedicando ai giovani.

FRA I QUALI si stanno mettendo in evidenza (+) Massei, ormai titolare del centrocampo biancorosso, e Cofanelli, rincalzo di lusso sia per le sue capacità tecniche (gli assist sono un suo marchio di fabbrica) e la concretezza offensiva (una doppietta nell’ultimo incontro).

SONO I GIOIELLI DI CROCIONI (+), ma sono anche la speranza che fa sopravvivere il calcio.

LORO più altri! (+++).

 

I calendari dalla Promozione alla Seconda Maceratese, esordio a Castelfidardo Civitanovese debutta a Fermo

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =