In Consiglio la protesta del Convitto
Ospedale unico, passa la variante
«Affidati i lavori al centro fiere»

MACERATA – Prima le interrogazioni sulla scuola, presente una delegazione di genitori con tanto di cartelli. Carancini: «Il progetto di ricostruzione è solo all'inizio». Ok della maggioranza alla delibera che cambia l’uso del terreno per la nuova struttura dell'Asur, in attesa del disco verde della Provincia. Minoranza in polemica. Appaltato il progetto di Villa Potenza
- caricamento letture
ConsiglioComunale_Convitto_FF-3-650x434

I genitori fuori dal Consiglio

 

di Federica Nardi (foto di Fabio Falcioni)

Ospedale unico, approvata la variante dell’area della Pieve dove dovrà essere costruito. Dubbi e critiche della minoranza che ha votato contro (5stelle e Anna Menghi) e o si è astenuta (Lega e Forza Italia), nonostante la richiesta del sindaco Romano Carancini di dare «un’immagine di un Consiglio comunale compatto su una scelta importante, e non solo del comune di Macerata». Alla fine, ad essere compatta solo maggioranza, con 28 voti favorevoli. Carancini ha anche annunciato che «oggi sono stati affidati i lavori per il centro fiere di Villa Potenza» ma senza dare ulteriori dettagli. Prima dell’assise una ventina di genitori degli alunni del Convitto hanno affollato la parte riservata al pubblico nell’aula della Provincia. Tante le considerazioni del sindaco, una la “novità”: «Il progetto di ricostruzione è alle fasi iniziali. L’ufficio tecnico sta effettuando analisi dello stabile, delle progettazioni e dello stato delle cose».

ConsiglioComunale_Convitto_FF-6-325x217

Paola Casoni e Romano Carancini

Due le interrogazioni sul tema scuole, entrambe presentate da Carla Messi (M5s). La prima sullo stato del progetto per la ricostruzione del Convitto la seconda sugli indici di vulnerabilità sismica delle scuole della città. Proprio per il tema caldo, che in questi giorni ha visto contrapporsi anche Comune e Provincia dopo il paventato trasferimento degli alunni dall’ex Pannaggi ai Salesiani per far spazio al tribunale, una ventina di genitori si sono presentati in aula per ascoltare le risposte dell’amministrazione. In corso della Repubblica hanno anche esposto dei cartelli con scritto “Raccolte già più di mille firme per il Convitto di Macerata. Grazie a tutti”. A rispondere alle domande di Messi prima il sindaco e poi l’assessora Paola Casoni.

ConsiglioComunale_Convitto_FF-14-325x217«Il progetto è alle fasi iniziali. L’ufficio tecnico sta effettuando la conoscenza analitica dello stabile, delle progettazioni e dello stato delle cose – ha detto Carancini -. Va ricordato che l’ordinanza del secondo piano delle scuole del commissario è la 56 del 10 maggio 2018. I ragazzi del Convitto che oggi sono nel Pannaggi devono avere fiducia e stare tranquilli che la prossima amministrazione lavorerà con lo stesso impegno che c’è stato con le altre scuole». Carancini comunque non ha digerito affatto le critiche ricevute in questi giorni: «La vicenda lascia amareggiati come amministratori e feriti personalmente. Mi sono esposto per tre anni per far rimanere il Convitto al Pannaggi. Abbiamo anche ricevute delle sanzioni io e il dirigente, dato che la competenza è della Provincia. A tutto questo c’è un limite, quando l’indifferenza di alcune istituzioni verso altre istituzioni (il riferimento è alla Provincia, ndr) fa sì che si ricevano insulti e attacchi personali».
Carancini ha poi aggiunto che «il Convitto ha difficoltà a essere adeguato sismicamente» (affermazione contestata da Messi) e ha ribadito: «Nessuno vi sposta ma bisogna che fate la richiesta alla Provincia. L’ho detto dall’inizio di gennaio e infatti oggi Pettinari ha detto che stanno lavorando a una soluzione». Sul tribunale? «Ci penserà il nuovo sindaco ma penso che debba trovare spazio al Pannaggi». Sempre una volta che il Convitto sia tornato “a casa”. Infine: «Le scuole hanno primaria importanza ma occorre essere seri perché bisogna fare un censimento della popolazione scolastica e razionalizzare».

ConsiglioComunale_Convitto_FF-7-325x217

Paola Casoni

Il resto della spiegazione l’ha fornito Casoni, insieme a dati molto negativi sulla vulerabilità sismica delle scuole. Tranne Dante Alighieri e Mestica e la Monti di Sforzacosta che sono adeguate, le altre scuole vanno da meno 0,10 a circa 0,57 di indice. Il valore (dovrebbe essere pari o superiore a 1). Casoni comunque rassicura, anche se punta il dito contro lo Stato per i bandi che permetterebbero la messa in sicurezza (e dove le nostre scuole sono molto in fondo alle graduatorie). «La situazione di fatto è che le nostre scuole sono sane (come nel caso della De Amicis che ha retto bene) mentre i numeri dicono che non sono adeguate». Il dato che interessava i più, cioè quello dei Salesiani, manca però ancora all’appello e, spiega Casoni, «sarà consegnato nelle prossime settimane, perché è agganciato al progetto di recupero».

ConsiglioComunale_Convitto_FF-9-325x217Sull’ospedale i toni si sono alzati sulla decisione dell’opposizione di votare contro o astenuti. Molto critico il centrodestra soprattutto per l’assenza della struttura nel Piano sanitario. Andrea Marchiori sottolinea: «Siamo orgogliosi dell’opera ma abbiamo a cuore anche le sorti dell’edificio storico. Si deve ragionare in modo programmatico anche sul resto». Tanti gli interventi di maggioranza. Da Renato Rocchi che ha ricordato che l’ospedale unico è «un’opportunità irrinunciabile» fino a Marco Foglia (Udc) che ha sottolineato l’importanza «di aggiornare le infrastrutture, anche quelle della Vallata del Potenza». Per Lina Caraceni (Macerata bene comune) «l’ospedale farà da traino per tutto l’entroterra in sofferenza e sposterà l’asse dello sviluppo economico e sociale da questa parte». Disilluso Riccardo Sacchi (FI): «Ci sono problemi addirittura per l’ospedale di Fermo, figuratevi qui che non siamo nemmeno nel Piano sanitario. Non vorrei che spendessimo fiumi di parole e tempo per parlare di una delibera che avrebbe l’unico merito di essere pre-elettorale». La discussione proseguirà domani pomeriggio con i restanti punti all’ordine del giorno.

ConsiglioComunale_Convitto_FF-2-650x434

ConsiglioComunale_Convitto_FF-12-650x434

Andrea Marchiori e Francesco Luciani

ConsiglioComunale_Convitto_FF-8-650x434



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X