facebook twitter rss

A Macerata con un disabile,
multato al parcheggio:
«Non torneremo più»

DISAVVENTURA - Antonio Berloco e la sua famiglia arrivano ogni anno dalla Puglia per trascorrere qualche giorno nel capoluogo. Sono stati sanzionati in via Armaroli perchè sulle strisce blu il contrassegno per disabili non è valido
lunedì 5 novembre 2018 - Ore 13:35 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Ha scritto al sindaco, al gestore dei parcheggi e ha deciso di raccontare pubblicamente la sua disavventura, Antonio Berloco, arrivato dalla Puglia per trascorrere il week end  a Macerata ma forse per l’ultima volta. A causa della solerzia, forse anche troppa, di un addetto al controllo dei parcheggi. Sabato scorso ha lasciato la sua auto in via Armaroli ed è stato sanzionato secondo le norme per non aver esposto il tagliando di pagamento. «Con la mia famiglia – scrive Berloco – e spesso anche in compagnia di amici, da circa vent’anni siamo soliti trascorrere una giornata del ponte dei primi giorni di novembre nella città di Macerata. Facciamo acquisti di vario genere e pranziamo o ceniamo nei ristoranti cittadini».  Anche sabato il signor Berloco con la sua auto che trasporta un disabile al 100% con contrassegno europeo in corso di validità è giunto a Macerata e così prosegue il suo racconto: «Essendo gli stalli riservati ai disabili occupati, ho parcheggiato sulle strisce blu, accertandomi che il contrassegno per disabili fosse visibile, nella consapevolezza che, come accade negli altri Comuni, la sosta in questi stalli fosse consentita gratuitamente ai disabili. Alle 15.20, sono tornato in auto per prelevare degli ombrelli poiché il tempo minacciava pioggia e ho visto che sul cruscotto dell’auto era stato apposto l’avviso di accertamento con barrata la dicitura: “Bollettino non esposto o non leggibile con indicazione della sosta alle ore ….”Basito per l’accaduto, ho cercato di trovare l’ausiliario del traffico senza però rinvenirlo».

A questo punto Berloco si è rivolto all’ufficio cassa spiegando la situazione. «L’addetto mi ha risposto che il Comune di Macerata non consentiva la sosta gratuitamente ai disabili, se non negli appositi stalli. Inutilmente ho cercato di far intendere la ragione di civiltà che stavo esponendo, opponendo, invece, l’operatore per regolarizzare la vicenda il pagamento di  8,60 euro  di cui otto a titolo di penale ed  0,60 per il costo del parcheggio.Ho pagato, poi ho chiamato le altre persone che erano con me e abbiamo immediatamente abbandonato  la città con la promessa di non farvi più ritorno, né di consigliarla ad altri amici e conoscenti. Ironia della sorte, dopo aver eseguito il pagamento ho visto che sulla cartellonistica era indicato che dalle 13 alle 15 il parcheggio anche sugli stalli blu era gratuito. La mia infrazione si sarebbe protratta, pertanto, per meno di 20 minuti di parcheggio essendo autorizzata la sosta gratuita fino alle 15. Apprezzabile l’assenza di tolleranza da parte dell’accertatore e la solerzia e dovizia dello stesso nell’emettere l’avviso di accertamento. Spiace dover far constatare che nel 2018 occorra ancora evidenziare le difficoltà che i disabili sono costretti a patire sia in termini di sofferenza personale che di difficoltà alla loro mobilità. Ovviamente non auguro a nessuno interessato alla vicenda esposta di vivere la suddetta condizione di disabile, piuttosto, auguro a chi è destinatario delle somme riscosse di godersele nella loro totalità.  Spero non accadano più episodi di tal fatta, aggiungereste ancor più lustro alla vostra città fino a ieri amata anche dal sottoscritto e suoi familiari».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X