facebook twitter rss

Veicoli rubati, droga e clandestini:
maxi blitz all’Hotel House
Sei denunce e un’espulsione

PORTO RECANATI - Dall'alba 35 carabinieri hanno passato al setaccio il palazzone: perquisizioni a tappeto. Sono state 152 le persone controllate, 121 i mezzi. Due pakistani trovati in possesso di hashish, una donna accompagnata a Roma per il rimpatrio, quattro negozianti sanzionati per 3.300 euro e altrettanti magrebini nei guai perché senza documenti. FOTO/VIDEO
giovedì 13 settembre 2018 - Ore 18:36 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

di Laura Boccanera

(foto Federico De Marco)

Veicoli rubati, droga e carenze igieniche nei locali commerciali: controllo speciale all’Hotel House, sei denunce, una tunisina accompagnata a Roma per l’espulsione.

Il comandante della Compagnia dei carabinieri di Civitanova, maggiore Enzo Marinelli

Un super blitz quello di questa mattina messo in atto dai carabinieri della Compagnia di Civitanova assieme ai militari del comando provinciale, dei Nas di Ancona e dell’Ispettorato del lavoro, oltre al Nucleo cinofilo di Pesaro con due cani per la ricerca della droga e uno per la ricerca delle armi. Dopo l’arresto dei due pachistani per tentato omicidio coinvolti nell’aggressione ad un connazionale (leggi l’articolo), all’alba 35 uomini hanno perlustrato tutto il palazzone di Porto Recanati. Dalle 6,30 perquisizioni e controlli in diversi appartamenti, attività commerciali e casolari. L’attività si è articolata su diversi campi: il contrasto alla droga e allo spaccio, i controlli all’interno delle strutture commerciali sul fronte igienico e del mercato del lavoro e il contrasto all’illegalità con accertamenti sui veicoli. In totale l’operazione ha portato ad un bilancio di sei denunce. Un 29enne pakistano, rintracciato in uno dei casolari limitrofi all’Hotel House è stato trovato in possesso di diversi grammi di hashish, un connazionale di 35 anni, invece, in un appartamento con circa 10 grammi di hashish. Altri 4 magrebini sono finiti nei guai perché privi di documenti. Nas al lavoro nelle attività commerciali: denunciati in totale 4 negozianti per carenze igieniche nel reparto di macelleria e panificazione, per aver installato telecamere senza autorizzazione, per omessa procedura di autocontrollo Hccp.

Complessivamente sono state elevate multe per  3.300 euro. In un caso è stata sospesa la licenza ad un’attività commerciale che aveva impiegato lavoratori in nero reiterando un reato già sanzionato dai carabinieri in passato. Sono stati 121 i veicoli controllati e l’approfondimento sui mezzi ha permesso anche di ritrovare un motorino rubato a San Benedetto il 12 agosto e di ritrovare una targa di uno scooter rubato a Porto Recanati e installata su un’altra moto. Sei le auto che invece sono state sottoposte a sequestro amministrativo da parte di Equitalia. Alla fine della mattinata i militari hanno controllato 152 persone tra cui una donna tunisina accompagnata al centro di espulsione di Roma per il rimpatrio. Ma l’operazione prosegue con ulteriori controlli su persone ritrovate all’interno degli appartamenti pignorati dalle banche. Se emergerà che non sono i proprietari degli immobili saranno denunciati per occupazione abusiva.

Il luogotenente Giuseppino Carbonari, comandante della stazione di Porto Recanati

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X