Dopo un anno a Macerata per l’Opera:
«Come promesso ho portato turisti»

SFERISTERIO - Helmut Pitsch, giornalista austriaco, ha assistito all'ultima de L'Elisir d'amore insieme al gruppo proveniente da Austria, Svizzera e Germania. Oggi il tour della città: «Avete tante cose da offrire ancora troppo poco conosciute»
- caricamento letture
visita-tedeschi-mof-10-Copia-650x433

Il gruppo sulla balconata dello Sferisterio per l’aperitivo prima dell’Elisir d’amore

 

visita-tedeschi-mof-33-Copia-650x433

Helmut Pitsch con la guida turistica dell’associazione Macerata by Marche

 

di Marco Ribechi

L’anno scorso aveva promesso che sarebbe tornato con un pullman di turisti per l’opera e così è stato (leggi l’articolo). Helmut Pitsch, giornalista austriaco specializzato e tour operator, ha assistito ieri insieme al suo gruppo di 20 persone all’ultima rappresentazione dell’Elisir d’amore allo Sferisterio. «Già da anni seguo la stagione lirica di Macerata che reputo interessantissima – spiega Pitsch – lo scorso anno poi ho scoperto molte delle attività parallele all’opera che arricchiscono il programma con approfondimenti, degustazioni e incontri. Ho deciso quindi di darmi da fare per coinvolgere altri appassionati come me perchè questo tesoro che avete è ancora troppo nascosto». Il suo gruppo formato da austriaci, tedeschi e svizzeri, ha soggiornato all’hotel Arcadia e con grande passione e soddisfazione ha potuto vivere fino in fondo l’emozione dell’ultimo Elisir d’Amore partecipando all’aperitivo in balconata prima dello spettacolo e anche alla successiva festa in spiaggia (leggi l’articolo).

visita-tedeschi-mof-7-Copia-650x433

Il tramonto allo Sferisterio

Oggi invece un tour per scoprire le bellezze di Macerata: insieme alla guida in lingua tedesca fornita dall’associazione Macerata by Marche il gruppo ha visitato la Sala degli Specchi della biblioteca Mozzi Borgetti, la Basilica della Misericordia e Palazzo Buonaccorsi. A mezzogiorno appuntamento sotto la Torre del Tempo per guardare il carillon dei Pupi e poi pranzo al ristorante Da Secondo. Il gruppo è arrivato a Macerata dopo aver fatto una sosta all’Arena di Verona dove ha assistito all’Aida. «La prossima tappa sarà Pesaro con il festival dedicato a Rossini – spiega Pitsch – ci dispiace abbandonare Macerata, ci siamo trovati molto bene, la vostra città è bellissima e ha così tante cose da offrire. Credo però che bisogna lavorare ancora un po’ sull’organizzazione e sulla comunicazione, non è facile per un turista raggiungere questi posti e orientarsi da solo». Un ultimo commento sull’Elisir d’Amore: «E’ piaciuto moltissimo a tutti i membri del gruppo – conclude Pitsch – molto emozionante e divertente, bello l’allestimento della spiaggia. Speriamo di poter tornare a salutarvi l’anno prossimo, siete fortunati a vivere in un posto così bello».

L’Elisir sulla spiaggia, un mare di applausi Un’ondata di calore travolge lo Sferisterio

visita-tedeschi-mof-4-Copia-650x433

visita-tedeschi-mof-1-Copia-650x433

visita-tedeschi-mof-23-Copia-650x433

visita-tedeschi-mof-25-Copia-650x432

visita-tedeschi-mof-32-Copia-650x433

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =