L’Elisir sulla spiaggia,
un mare di applausi

Un’ondata di calore travolge lo Sferisterio

LA RECENSIONE – Spettatori in visibilio per il debutto della rappresentazione “balneare” firmata Michieletto. Finale col bis della Furtiva Lacrima. Tanti elementi scenici in comune con il Flauto Magico, ma qui anziché far discutere suscitano entusiasmo per un’opera briosa e divertente. Scroscianti applausi per tutto il cast, il tenore americano John Osborn (Nemorino) e il basso-baritono Alex Esposito (Dulcamara) i due più acclamati dal pubblico. Successo personale anche per il maestro Lanzillotta alla guida dell’Orchestra Regionale delle Marche, e per il Coro guidato da Martino Faggiani e Massimo Fiocchi Malaspina. Consenso pieno anche per la regia, le scene di Paolo Fantin, i costumi di Silvia Aymonino e le luci disegnate da Alessandro Carletti