facebook twitter rss

Mof, Eleonora Abbagnato
allo Sferisterio:
«Sarà un’emozione unica»

INTERVISTA - L’étoile sarà protagonista domani sera dello spettacolo "Puccini" con la regia e la coreografia di Julien Lestel dedicato alle eroine del compositore lucchese
mercoledì 8 agosto 2018 - Ore 19:34 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Una scena dello spettacolo

 

di Maria Stefania Gelsomini

In attesa dell’ultimo weekend del Macerata Opera Festival, lo Sferisterio mette in pausa le voci per una sera e si prepara ad accogliere i passi di danza di una delle stelle del balletto mondiale, Eleonora Abbagnato, per la prima volta a Macerata. Tutto è pronto per lo spettacolo di domani sera (giovedì 9 agosto) alle 21 intitolato semplicemente Puccini, in cui la danzatrice siciliana interpreterà insieme ad altri ballerini italiani e francesi, su coreografie di Julien Lestel, eroine e protagoniste delle opere pucciniane, da Tosca a Suor Angelica, da Manon Lescaut a Turandot.

 

Con Eleonora Abbagnato la grande danza torna allo Sferisterio, all’interno di un festival lirico. Giovedì porterà in scena uno spettacolo dedicato alle eroine pucciniane. Qual è il suo rapporto con l’opera e con Puccini in particolare?
«È proprio con Puccini che ho sempre avuto un rapporto particolare per quanto riguarda l’opera. Devo dire che mi ha immediatamente entusiasmato il progetto di portare in scena e di interpretare le sue eroine: trovo che la musica pucciniana si presti molto bene anche alla danza».

Qual è la situazione della danza oggi in Italia? È in una fase di rilancio o fa fatica a trovare i giusti spazi? Ed eventualmente perché secondo lei?
«Per lavorare in Italia ci vuole tanta forza perché si fa fatica a trovare i giusti spazi. Inoltre non possiamo dimenticare che in Italia il balletto subisce da sempre la concorrenza dell’opera, che nel nostro Paese, conta molti appassionati».

Come direttrice del corpo di ballo del Teatro dell”Opera di Roma, ha progetti innovativi per il futuro? E qual è il suo concetto di innovazione nella danza?
«È mio desiderio portare in scena la grande danza e far crescere i miei ballerini. Voglio dare spazio ai coreografi del nostro tempo, svecchiando contemporaneamente il repertorio. Sempre, si intende, senza abbandonare quelli che sono i capisaldi del balletto».

Com’è ballare allo Sferisterio di Macerata? Che tipo di emozione dà a un’étoile come lei, abituata ai più importanti palcoscenici del mondo?
«Sono felice di essere per la prima volta a Macerata e sarà un’emozione unica ballare in una bellissima struttura storica nata per altri scopi, ma che si presta meravigliosamente al balletto».

***

Lo spettacolo, creato nel 2014 da Lestel – artista cresciuto al balletto dell’Opéra di Parigi – è un omaggio alle eroine pucciniane e alle celebri arie tratte dalle opere Manon Lescaut, La bohème, Suor Angelica, Tosca, Madama Butterfly e ha come intento artistico quello di mettere in risalto le partiture dell’ultimo compositore della grande tradizione del teatro musicale italiano, nonché uno fra i più amati compositori di sempre. Attraverso la trasposizione in danza delle tensione drammatica delle protagoniste, si offrirà al pubblico un differente modo di leggere la psicologia di Mimì, Cio Cio San e delle altre donne raccontate da Puccini. Con Eleonora Abbagnato si esibiranno i ballerini Giorgia Calenda, Giacomo Castellana, Claudio Cocino, Virginia Giovanetti, Federica Maine, Flavia Morgante, Michele Satriano, Alessio Rezza, Arianna Tiberi per l’Italia e Gaël Alamargot, Julie Asi, Florent Cazeneuve, Matisse Coelho-Mandes, Ivan Julliard, Zélie Jourdan, Roxane Katrun, Marco Vesprini, Mara Whittington della Compagnie Julien Lestel.
Fra i danzatori anche lo stesso Julien Lestel (che sostituisce il previsto Sebastian Melo Taveira), che sarà il barone Scarpia nella scena sulle musiche della Tosca.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X