Sindacalista licenziato dall’Asur
«Ha un altro lavoro»

MACERATA - Il provvedimento del direttore Alessandro Maccioni nei confronti di un infermiere ed esponente della Uil. E' il terzo caso da inizio anno. Sospeso anche un radiologo per cinque giorni
- caricamento letture
pd-su-ospedale-unico-maccioni-civitanova-FDM-4-650x433

Alessandro Maccioni

 

Licenziato in tronco dall’Asur per «giusta causa». E’ il terzo caso da inizio anno nell’Area Vasta 3, il secondo che riguarda un sindacalista. Anche questa volta infatti, come fu a gennaio per un esponente della Cisl, a finire nel mirino dell’Ufficio provvedimenti disciplinari è stato un infermiere di Medicina nucleare, nonché uno dei segretari della Uil. Il provvedimento è stato pubblicato ieri, quindi da oggi il dipendente è ufficialmente senza lavoro. E’ stato firmato dal direttore Alessandro Maccioni, dopo l’istruttoria dell’Ufficio. Al dipendente viene contestata un’attività lavorativa autonoma non autorizzata, in pratica svolgerebbe un altro lavoro. Da qui il licenziamento. Il sindacalista-infermiere era già stato sospeso per sei mesi qualche tempo fa per uso improprio del cartellino. Ora potrà rivolgersi al Tribunale del lavoro e impugnare il provvedimento. Anche un radiologo è stato sospeso per cinque giorni senza stipendio: secondo la disciplinare non avrebbe svolto attentamente il proprio lavoro, insultando tra l’altro alcuni collaboratori. Continua insomma il pugno duro dell’Area Vasta 3. Dopo il caso del sindacalista della Cisl licenziato a gennaio, poche settimane dopo era stata la vota di un tecnico di Camerino, sulla cui condotta aveva indagato la Guardia di finanza. Era stato denunciato anche per truffa, peculato e interruzione di pubblico servizio.

Licenziato il furbetto dell’ospedale, commissioni invece di lavorare La decisione presa dall’Area vasta

L’Asur licenzia un sindacalista, pugno duro di Maccioni: «Presentato esposto in procura»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X