Centrodestra: Lega asso-pigliatutto?
Leu candida Bruno Pettinari

POLITICHE 2018 - Il Carroccio avrebbe 5 collegi a disposizione (sui 12 totali in regione). Uno nel Maceratese, dove a decidere il nome (Pazzaglini?) sarà Salvini. Per Forza Italia sembra certo Ceroni nel collegio Civitanova-Fermo-Ascoli. Fioravanti per Fratelli d'Italia. Gianluca Pasqui dirottato su Idea? Ecco chi scende in campo per Liberi e Uguali: l'avvocato del caso Peppina per il Senato, Argentina Severini per la Camera
- caricamento letture
Salvini_Fiastra_FF-1-1-325x217

Matteo Salvini in visita a Fiastra

 

La Lega avrebbe ben 5 collegi nelle Marche, compreso uno a Macerata dove a scegliere il candidato sarà Matteo Salvini in persona (il favorito resta il sindaco di Visso, Giuliano Pazzaglini). Fratelli d’Italia e Forza Italia resterebbero a spartirsi gli altri 7 collegi. Fonti autorevoli riportano infatti che l’alleanza di centro destra avrebbe scelto di ripartire i collegi in base ai risultati delle ultime elezioni, quelle Regionali, dove il Carroccio l’ha fatta da padrone. A seguire FdI e FI. E poi la variabile Idea di Quagliariello. Ma la situazione nel centrodestra è ancora piuttosto confusa e la trattative (soprattutto a Roma) sono serrate. 

Per la Lega Nord, con cinque collegi sul piatto, i nomi che circolano da tempo potrebbero quasi tutti trovare una collocazione. Se venisse confermata la candidatura di Pazzaglini in uno dei due collegi maceratesi (lui ha già dato la sua disponibilità, in attesa del verdetto di Salvini), resterebbe da scegliere chi candidare nell’altro collegio (a contenderselo potrebbero essere Anna Menghi, ex sindaco di Macerata e Giovanni Gabrielli, assessore alla Sicurezza di Tolentino). Per il Senato papabile il pesarese Luca Paolini, mentre Giuseppe Cognini, assessore alla Sicurezza di Civitanova, potrebbe trovare spazio al collegio Civitanova-Fermo. Per il collegio di Ascoli possibile la candidatura dell’assessore Giorgia Latini.

conferenza-libera-cacciolari-civitanova-4-400x267

Barbara Cacciolari

Gli azzurri non hanno ancora le idee chiare su chi candidare. Probabile Simone Baldelli, vice presidente della Camera. Altra quasi certezza è Remigio Ceroni, attuale coordinatore regionale, nel collegio Civitanova-Fermo-Ascoli. Dove, tra l’altro, potrebbe trovare come avversaria Sara Giannini del Pd, che ha incassato le preferenze delle segreterie provinciali. Sempre in casa Forza Italia è frequente il nome di Barbara Cacciolari, vice coordinatrice regionale. Fratelli d’Italia intanto ha messo la pedina su Ascoli, indicando Marco Fioravanti, coordinatore provinciale di FdI. Ma il quadro delle alleanze si completa anche con Idea di Quagliariello. Per i collegi maceratesi spunta il nome di Gianluca Pasqui, sindaco di Camerino, prima tra i papabili di Forza Italia. Ma con la Lega Nord a farla da padrone, la sua candidatura sarebbe stata direzionata altrove.

CANDIDATURE LEU – Liberi e Uguali, i bersaniani di Grasso che corrono da soli, hanno invece deciso. Resta fuori dalla lista il coordinatore provinciale di Mdp Massimo Montesi. Mentre si candida per il Senato (nel collegio Ancona-Macerata) Bruno Pettinari, avvocato di Camerino che assiste anche la famiglia di Peppina, la 95enne di Fiastra che è in attesa di rientrare nella sua casetta dopo lo sfratto perché abusiva. Per il Senato candidati anche Maurizio Franca (Pesaro) e Flavia Mandrelli (Ascoli). Per la Camera Daniela Ciaroni (Pesaro), Beatrice Brignone (Senigallia), Piergiovanni Alleva (Ancona), l’osimana Argentina Severini (Macerata-Osimo), Marco Vallesi (Fermo) e Pierpaolo Flamini (Ascoli).

(Redazione CM)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X