Ring elettorale, Borroni:
“Dal centrosinistra polvere sotto il tappeto ”
Corvatta: “Fratelli d’Italia senza coerenza”

CIVITANOVA VERSO LE ELEZIONI - Vanno giù duro i rappresentanti delle coalizioni. Attacco e contrattacco su alleanze, scelte e crematorio. Fuoco amico della lista Il nostro futuro sul candidato Ghio dopo l'unificazione con Morresi: "No alla politica del pallottoliere"
- caricamento letture
Pierpaolo Borroni

Pierpaolo Borroni

di Laura Boccanera

«Corvatta, Ghio, Morresi, Costamagna sono bravi a mettere la polvere sotto il tappeto». Pierpaolo Borroni di FdI commenta così le novità dal punto di vista politico dopo la presentazione della coalizione da parte di Corvatta e l’ipotesi di creazione di un polo di liste civiche. «Corvatta dice che la sua coalizione si è rinnovata dopo un forte dibattito che ha portato ad una sintesi, peccato non si accorga che la coalizione è la stessa, senza Costamagna, non hanno dibattuto nulla anzi è stato ostaggio di Silenzi che ha sciolto le riserve dopo aver valutato tutte le ipotesi e non aver trovato un agnello sacrificale diverso da lui». Sul ticket Ghio Morresi invece Borroni dichiara: «Dio li fa poi li accoppia, entrambe sugli scudi, entrambi contro il loro alveo politico naturale. Qualche giorno fa Morresi ha corso per smentire l’accordo con Costamagna, pena lo scioglimento della sua lista, ora se lo ritrova fuori dalla porta che bussa». E poi in merito al crematorio e al botta e risposta con Ghio che aveva respinto al mittente le accuse di conflitto di interessi Borroni rilancia e spiega: «il mio parente acquisito svolge la attività di pompe funebri da due generazioni ma non ha nulla a che spartire con la questione crematorio e con la Ditta Tcm srl che ha presentato il progetto del Crematorio. Piuttosto chiediamo a Ghio se è vero che il progettista del Crematorio è candidato in una delle liste che supportano Ghio e se è vero che uno dei soci che vogliono fare il crematorio è cliente dello stesso avvocato Ghio».  Fuoco amico su Ghio anche da parte della lista Civitanova il nostro futuro che, alleata prima della proposta di unificazione delle civiche chiede al candidato (in attesa di capire se sarà Ghio la scelta condivisa anche dalle liste di Morresi) di ritrovare il vecchio spirito e non scendere alla politica del pallottoliere. «Per Noi di “Civitanova il Nostro Futuro” esistono solo alleanze per il cosa fare. Negli ultimi giorni sembra che invece  si stiano inseguendo solo percentuali di voti.  Basta correre dietro a Gismondi o, peggio, ammiccare a Costamagna, entrambi, infatti, non hanno mai mostrato interesse per le nostre idee. Ghio ci faccia sapere in fretta, ci sono  infatti anche altri possibili scenari».

coalizione-tommaso-corvatta-civitanova-5-325x217Commenta le reazioni e gli scenari anche il candidato sindaco Corvatta: «Fratelli d’Italia critica il centrosinistra ed il sottoscritto, ma fa parte di una coalizione con Ciarapica candidato sindaco. Appena dieci mesi fa Ciarapica o chi per lui definiva “Zombie della politica” un suo attuale alleato. Questo semplicemente perchè aveva azzardato proporre una candidatura diversa da quella dell’ex assessore, attualmente consigliere, distintosi per l’assenteismo dal consiglio comunale. Dieci mesi sono sufficienti per dimenticare tali considerazioni? Se la coerenza non è il loro forte, sulla “pulizia” le cose non sembrano andare meglio. Indubbiamente uno che adotta scientemente la strategia di non rispondere alle domande degli inquirenti sulle vicende legate all’apertura del centro commerciale, per perseguire la prescrizione, come certificato dalle motivazioni della stessa, se ne intende di polvere gettata sotto il tappeto: un vero maestro del genere! Sulla capacità di “lottare” come promettono, visto che il consigliere Ciarapica si è spesso astenuto dal farlo in consiglio comunale, viene da chiedersi che cosa intendano. Fratelli d’Italia, Ciarapica e coloro che lo sostengono si sono distinti in questi anni nell’alzare la voce, nell’insultare chi non la pensa come loro e nel promettere di fare cose che non hanno fatto quando governavano. Per noi parlano i fatti».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X