Fumata bianca per il Corvatta bis,
arriva l’appoggio del Pd

CIVITANOVA - L'assemblea degli iscritti ieri sera all'unanimità ha approvato il sostegno alla ricandidatura del sindaco. Ora si lavora per riportare La nuova città, Udc e sinistra nella coalizione. Corvatta: "Devo completare il cambiamento iniziato 5 anni fa"
- caricamento letture

sindaco-tommaso-corvatta-civitanova-FDM-1-400x267

 

di Laura Boccanera

«Mi ricandido per completare il cambiamento avviato 5 anni fa,  lo spirito con il quale affronto questa campagna elettorale è simile a quello degli esordi, ora c’è molto da lavorare». Fumata bianca per la ricandidatura di Tommaso Corvatta. Dopo oltre un mese di trattative fra Pd e gli alleati il primo cittadino è riuscito a sopire i malumori e ricompattare attorno a sè una bozza di coalizione. Ieri sera si sono riunite sia la lista La nuova città di Piero Gismondi che il Pd e alla fine la linea adottata è stata quella della “coerenza del candidato naturale”. Corvatta è quindi ufficialmente in corsa contro Fabrizio Ciarapica, Stefano Mei, Stefano Ghio, Claudio Morresi e Giovanna Capodarca. Il primo cittadino ufficializzerà la candidatura nei prossimi giorni, intanto però dopo le riunioni di ieri sera, questa mattina la notizia del bis ha fatto rapidamente il giro di Palazzo Sforza.
Fondamentale l’appoggio del Pd: «l’assemblea degli iscritti del Partito democratico – si legge in una nota -dopo aver approfondito gli aspetti positivi e i risultati importanti ottenuti in questi anni di amministrazione di centro sinistra che hanno visto il risanamento economico del Comune, una sensibile diminuzione del debito, interventi qualificanti in campo sociale, culturale e la realizzazione di importanti opere pubbliche risultati di un modo di governare onesto e volto sempre al bene comune, ha all’unanimità indicato in Tommaso Claudio Corvatta il candidato sindaco naturale per affrontare le prossime amministrative e continuare così con coerenza l’attività amministrativa intrapresa».  L’assemblea ha inoltre posto al centro dell’impegno del Pd il lavoro per ampliare l’alleanza a tutte le forze di centro sinistra, da la lista La Nuova Città all’Udc, alle liste di sinistra. «Nei prossimi giorni sarà importante definire i punti programmatici che consentiranno di continuare sulla strada delle innovazione introdotte e definire le modalità di governo che faranno fare un salto in avanti all’esperienza fin qui maturata – scrive il Pd in una nota – sui valori delle forze di centro sinistra e sugli obiettivi raggiungibili si potrà trovare il giusto accordo per fare di Civitanova ancor più una città moderna, solidale, viva e innovativa, come è avvenuto già in questi ultimi anni».  Ieri sera si è riunita anche La nuova città che ha condiviso una bozza di programma da vagliare insieme alle altre coalizioni. Tradotto la civica di Gismondi si prende ancora una settimana di tempo per confrontarsi e decidere se tornare nell’orbita di Corvatta. L’alternativa sarebbe una coalizione ampia di civiche che però al momento ancora non sembra formarsi e che richiederebbe un passo indietro da parte o di Ghio o di Morresi. Se il polo civico non vedesse l’alba è quindi quasi scontato il ritorno de La nuova città nella coalizione in appoggio a Corvatta. «Prendo atto che c’è un giudizio positivo sul lavoro svolto da tutti e quindi anche dal sottoscritto – ha concluso Corvatta – il cambiamento c’è stato e non può dirsi concluso ora c’è molto da lavorare». Anche per costruire la coalizione? «sì, certo, anche per costruire la coalizione, ci rivedremo in settimana con Gismondi, con l’Udc e con la sinistra, solo poi parleremo di priorità. Il programma va condiviso e costruito insieme».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X