Salvata dalle macerie compie 4 anni,
Mattarella porta un regalo a Giorgia

DOLORE E SPERANZA - Il presidente della Repubblica, dopo il funerale ad Ascoli, ha fatto visita in ospedale alla sorellina di Giulia, morta nel terremoto a Pescara del Tronto. La piccola sopravvissuta era stata liberata dopo il crollo dalla Croce Verde e dai vigili del fuoco di Macerata
- caricamento letture

La bara della piccola Giulia durante il funerale di oggi ad Ascoli

La bara della piccola Giulia durante il funerale di oggi ad Ascoli

 

funerali terremoto ascoli

La bara della piccola Giulia

 

 

di Marina Verdenelli

Per una sorella il giorno dell’addio, per l’altra il compleanno. Giorgia Rinaldo, la bambina estratta viva dalle macerie di Pescara del Tronto, salvata anche dalla Croce verde e dai vigili del fuoco di Macerata (leggi), oggi compie 4 anni. È in ospedale, ad Ascoli, e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dopo il funerale (leggi), è andato al Mazzoni, a farle visita e a portarle un regalo. Pian piano le stanno dicendo che la sorella Giulia, 9 anni, alla quale i soccorritori l’hanno trovata abbracciata, non c’è più perché strappata via dal crollo della loro casa. Mattarella prima ha salutato i parenti delle due bimbe, gli zii, seduti a fianco dei feretri bianchi, nella palestra comunale del quartiere Monticelli, sempre ad Ascoli. “È una cosa contro natura – ha detto il capo dello Stato alla zia, vicino alla bara e con una frattura al piede – quello che vi è successo”. La mamma delle due bambine, Miriam, è ancora ricoverata in ospedale.

 

 

Il presidente Sergio Mattarella durante il funerale di oggi ad Ascoli (foto Federico De Marco)

Il presidente Sergio Mattarella durante il funerale di oggi ad Ascoli (foto Federico De Marco)

 

La casa dove è stata salvata la bambina

La casa dove è stata salvata la bambina

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X