Vecchia Banca Marche:
dichiarato lo stato di insolvenza

Il Tribunale fallimentare di Ancona ha accolto l'istanza della procura e del commissario liquidatore Bruno Inzitari. Nei prossimi giorni sono attese le motivazioni
- caricamento letture

BANCA MARCHE A PICCO

 

Il tribunale fallimentare di Ancona ha dichiarato lo stato d’insolvenza della vecchia Banca Marche accogliendo l’istanza della procura e del commissario liquidatore Bruno Inzitari. Nei prossimi giorni sono attese le motivazioni. La banca è affondata sotto un ‘default’ da un miliardo di euro, con 44 mila azionisti e obbligazionisti che hanno visto azzerati i loro investimenti dal decreto salva banche. Ora potrebbe aprirsi la strada in sede penale alla contestazione della bancarotta fraudolenta a carico del vecchio management. All’istanza di insolvenza si erano opposte le Fondazioni Cassa di Risparmio di Jesi e Cassa di Risparmio di Pesaro. 

 

Il primo commento è del Codacons: “Una decisione importantissima che apre ora la strada al procedimento per bancarotta fraudolenta nei confronti degli ultimi amministratori della banca. Non appena la Procura di Ancona aprirà il fascicolo per il reato di bancarotta fraudolenta, il Codacons si costituirà parte offesa nel procedimento, a tutela degli investitori dell’istituto di credito – spiega il presidente Carlo Rienzi – Offriremo inoltre assistenza legale a tutti i risparmiatori di Banca Marche che hanno visto azzerato il valore delle proprie obbligazioni a seguito del decreto salva-banche, per costituirsi parte offesa nell’indagine e chiedere in tale contesto il risarcimento dei danni patrimoniali subiti”.
   



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X