Maceratesi protestano all’Eurosummit

L'EVENTO - Anche gli attivisti del centro sociale Sisma in questi giorni sono a Bruxelles dove oggi un centinaio di italiani ha bloccato l'ambasciata turca. Le manifestazioni sono in sostegno ai diritti dei rifugiati
- caricamento letture
Alcuni dei manifestanti italiani

Alcuni dei manifestanti italiani

Da Macerata a Bruxelles per unirsi alla protesta nei giorni dell’Eurosummit. Anche il centro sociale Sisma alle manifestazioni che da ieri hanno agitato le strade della capitale europea. Questa mattina un centinaio di attivisti provenienti da tutta Italia ha bloccato l’ambasciata turca di Bruxelles al grido di «Erdogan terrorista. Refugees and migrants welcome», tra questi anche dei maceratesi con il passamontagna arcobaleno, segno distintivo dei centri sociali delle Marche e del nordest. Insieme a loro, fermi di fronte alla polizia schierata in tenuta antisommossa, i collettivi tedeschi di “Il” della rete Blockupy e diverse delegazioni internazionali. L’accordo “Ttip” (Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti), la questione dei migranti, l’austerity sono alcuni dei temi caldi di queste giornate di protesta.

attivisti3 «Vogliamo costruire percorsi di critica radicale all’Europa dell’austerità, dell’impoverimento diffuso e dei confini – dicono in un comunicato gli attivisti del Sisma –. La partecipazione a Bruxelles, sia nelle giornate caratterizzate dai blocchi tematici sia nella “Giornata mondiale contro la povertà” di domani, è direttamente in continuità con il lavoro politico che da anni stiamo facendo sul terreno internazionale». Dopo diverse ore di blocco i manifestanti hanno sciolto il presidio.

(Fe. Nar.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X