Raid nel cuore di Macerata,
colpi in tre negozi
“Città a soqquadro per 2 ladri”

FURTI - I malviventi hanno agito nella notte tra sabato e domenica, sono andati a segno da Pietroni Dischi, Smooke e Mariani. Diego Sette: "Mancano i controlli"
- caricamento letture
La serratura forzata nel negozio Smoke

La serratura forzata al negozio Smooke

furti in centro 1

Da Mariani i ladri sono entrati rompendo il lucchetto

di Gianluca Ginella

(Foto di Lucrezia Benfatto)

Raid in centro storico: i ladri entrano in tre negozi e portano via il denaro che era in cassa. Dopo il furto alla trattoria Da Rosa, il cuore di Macerata nuovamente colpito dai ladri. Uno dei titolari derubati, Diego Sette, del negozio Smooke in corso della Repubblica: «E’ segno che non ci sono i controlli, 2 o 3 ladri mettono a soqquadro la città».

Tre furti fotocopia sono stati messi a segno nella notte tra sabato e ieri da malviventi che hanno scassinato le porte d’ingresso e sono entrati svuotando le casse e prendendo, dove hanno potuto, oggetti di valore. I ladri hanno agito tra via Gramsci, corso della Repubblica, e piaggia della Torre.

Diego Sette del negozio smoke in Corso della Repubblica mostra il danno

Diego Sette del negozio Smooke in corso della Repubblica mostra il danno

Uno dei furti è stato messo a segno al negozio di dischi Pietroni, in via Gramsci: «Se n’è accorto ieri sera un ragazzo che ha notato che la porta era aperta e ha chiamato la polizia – dice Corrado Leoni, che lavora nel negozio di dischi –. Sono entrati e hanno rubato qualche centinaio di euro di spicci che erano in cassa. Sto verificando se hanno preso altro». La stessa notte i malviventi hanno agito da Smooke, in corso della Repubblica. «E’ lo stesso identico furto che mi hanno fatto nel settembre del 2013. Hanno staccato il nottolino della porta, aperto il registratore, hanno rubato gli spicci da uno e due euro, in tutto hanno portato via sette euro. Credo siano stati disturbati perché hanno lasciato il portaspicci dove c’erano altri soldi – dice il titolare, Diego Sette –. Sono due o tre ladri, secondo me dei tossicodipendenti, che mettono a soqquadro Macerata. Per me è una cosa assurda. In due anni è il secondo furto, ho un altro negozio a Civitanova e lì non è mai successo niente. E’ segno che non ci sono i controlli. Secondo me con un po’ volontà si potrebbe controllare molto meglio». Il terzo furto i ladri lo hanno compiuto in piaggia della Torre, da Mariani, ditta di impianti elettrici che lì ha anche un punto vendita. «Del furto si è accorto ieri mattina uno dei titolari che era passato a ritirare delle carte – dice Franco Perilli, un dipendente –. Ci hanno preso 250-260 euro dal registratore di cassa, ci hanno rubato un computer portatile e un misuratore laser. In tutto saranno oltre mille euro». Per entrare «hanno spezzato il nottolino della porta e ne hanno messo uno loro, che si apre con un passepartout e così hanno aperto la porta». Nella notte tra giovedì e venerdì era invece stato messo a segno un furto alla trattoria Da Rosa, in via Armaroli, in quel caso il bottino era stato sui 3mila euro (leggi l’articolo).

(Aggiornato con servizio completo alle 12,40)

La serratura forzata nel negozio di dischi Pietroni in via Gramsci

La serratura forzata nel negozio di dischi Pietroni in via Gramsci

furti in centro 2

furti in centro 3

furti in centro 8

furti in centro 4

furti in centro 5



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X