Area Ceccotti: il parcheggio è in affitto
ma nessuno lo sa

CIVITANOVA - Nel giorno della vendita all’asta del lotto 3, la vicenda del fallimento non smette di riservare, come in una spy story, alcuni colpi di scena
- caricamento letture
L'area adibita a parcheggio

L’area adibita a parcheggio

di Laura Boccanera

Il parcheggio Ceccotti nel retro della stazione è affittato ad una ditta, ma nessuno lo sa e continua ad essere usato come parcheggio pubblico. Nel giorno della vendita all’asta del lotto 3 dell’area Ceccotti, la vicenda del fallimento non smette di riservare, come in una spy story, alcuni colpi di scena. L’ennesimo di questi comincia addirittura nel 2013, 4 giorni prima che la Prica presentasse domanda di concordato preventivo. Il 19 ottobre 2013 la Prica infatti affitta per sei anni e con un canone annuo di 3600 euro l’area urbana attualmente utilizzata come parcheggio. La ditta a cui è affittato, la Depositi & Vendite è stata costituita il giorno prima di stipula del contratto di affitto e ne sono soci Walter Montanari e una fiduciaria della Bnp Paribas. In attesa dell’apertura delle buste (prevista per mercoledì) per capire chi si aggiudicherà a poco più di 400mila euro 20mila metri quadrati di proprietà, uno dei privati coinvolti nella vicenda, Gabriele Frontoni ha presentato un esposto in Comune per chiedere lumi e delucidazioni in merito alla fideiussione di 2milioni e 200mila euro rilasciata dalla Terzo millennio, oggi Prica società in fallimento, tramite Banca Marche. La fideiussione infatti sarebbe esigibile dal Comune, ma non si riesce a capire se sia stata incassata o meno. Sulla questione c’è anche il parere dell’avvocato Andrea Calzolaio rilasciato nel lontano 2004 su richiesta del Comune dove si dice che i partecipanti al consorzio di comparto sono responsabili in solido delle obbligazioni scaturite dalle convenzioni edilizie del 2001 e 2003.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X