Gli eletti in consiglio regionale
Sciapichetti e Micucci (Pd), Marconi (Udc)
Leonardi, Zura e Bisonni all’opposizione

Ai democrat maceratesi due rappresentanti, resta per ora fuori nonostante le 2mila preferenze la segretaria Teresa Lambertucci che si era dimessa prima del voto. La provincia sarà rappresentata anche dall'ex assessore
- caricamento letture
Sono 6 gli eletti per la provincia di Macerata

Sono 6 gli eletti per la provincia di Macerata. Da sinistra in alto: Angelo Sciapichetti e Francesco Micucci del Pd, Luca Marconi dell’Udc. Sotto: Luigi Zura Puntaroni della Lega Nord, Elena Leonardi di Fratelli d’Italia e Sandro Bisonni del M5S

di Gabriele Censi

Saranno 6 i maceratesi che rappresenteranno la provincia nell’assemblea legislativa delle Marche. Secondo una prima ripartizione sulla base dei risultati delle singole liste in provincia di Macerata sono eletti i due consiglieri del Pd Angelo Sciapichetti e Francesco Micucci e Luca Marconi dell’Udc. E’ per ora fuori, nonostante le oltre 2mila preferenze, Teresa Lambertucci che si era dimessa dal ruolo di segretario provinciale del partito prima delle elezioni.  Sono invece 3 i rappresentanti della minoranza:  Elena Leonardi, Fratelli d’Italia; Luigi Zura Puntaroni, Lega Nord e Sandro Bisonni, M5S.

Si sono concluse solo in mattinata per il ritardo due sezioni di Ancona e Fermo le operazioni di scrutinio delle elezioni regionali. Il risultato ufficiale definitivo con tutte le 1583 sezioni è il seguente: Luca Ceriscioli 41,07%, Gianni Maggi 21,78%, Francesco Acquaroli 18,98%, Gian Mario Spacca  14,21,  Edoardo Mentrasti  3,96%. I voti di lista vedono in testa il Pd con il 35,13%, segue il M5 Stelle 18,89%, Lega Nord 13,02%, Forza Italia 9,40 %, Fratelli d’Italia 6,51%, Uniti per le Marche 5,03 %, Altre Marche 3,82 %, Marche 2020-Ap 3,97 %, Popolari Udc 3,41%, Dc 0,83%. Luca Ceriscioli sarà dunque il nono presidente della Regione Marche nella decima legislatura e segue nell’albo dei presidenti della Regione Marche, Giuseppe Serrini , Dino Tiberi, Adriano  Ciaffi, Emidio Massi, Rodolfo Giampaoli, Gaetano Recchi, Vito D’Ambrosio e Gian Mario Spacca. Luca Ceriscioli è il primo presidente pesarese eletto nella storia della Regione Marche che si avvia a celebrare il cinquantenario di fondazione al termine di questa legislatura.

Ceriscioli avrà una maggioranza di 18 seggi su 30. 15 assegnati al Pd, 1 ai Popolari Marche Udc; 2 Uniti per le Marche. I 12 della minoranza sono così distribuiti: 5 al Movimento 5 Stelle; 1 a Marche 2020 –Area Popolare; 2 Forza Italia; 3 Lega Nord Marche; 1 Fratelli d’Italia- Alleanza.  Resta fuori dal nuovo consiglio regionale Altre Marche, che aveva candidato Edoardo Mentrasti. La lista con il 3,96% delle preferenze non ha superato la soglia di sbarramento prevista dalla nuova legge elettorale, fissata al 5%.

Questi gli eletti nelle altre province. Ad Ancona: Manuela Bora, Antonio Mastrovincenzo, Fabrizio Volpini, Gianluca Busilacchi, Enzo Giancarli del Pd; Gianni Maggi (come secondo candidato presidente e Romina Pergolesi del M5S ; Sandro Zaffiri della Lega Nord e Moreno Pieroni, Uniti per le Marche. Ad Ascoli Piceno Anna Casini, Fabio Urbinati del Pd Peppe Giorgini del M5S;  Piero Celani di Forza Italia. A Fermo Fabrizio Cesetti, Francesco Giacinti del Pd; Marzia Malaigia della Lega Nord; Jessica Marcozzi di Forza Italia. A Pesaro-Urbino Andrea Biancani, Renato Claudio Minardi, Gino Traversini, e Federico Talè del Pd;  Piergiorgio Fabbri, M5S; Mirco Carloni, Marche 2020-Ap  e  Boris Rapa, Uniti per le Marche.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X