Giuseppe Flamini

Giuseppe Flamini


Utente dal
18/7/2013


Totale commenti
116

  • «Idrossiclorochina, plasma e ozono:
    sperimentare queste 3 misure
    può portarci al vertice nella cura Covid»

    1 - Nov 9, 2020 - 16:37 Vai al commento »
    Ce manca una spremuta de pattuella e avemo fatto tombola!!!
  • «Vinceremo nelle Marche e a Macerata»
    Salvini benedice Acquaroli, Parcaroli
    e i 30 candidati alle Regionali

    2 - Ago 7, 2020 - 12:24 Vai al commento »
    Ve mancava de candidà a Matteo Montesi!!! Il diaulo!!!!
  • Da lunedì al via le discoteche all’aperto
    Ascani: «Sì alla mascherina,
    distanziamento in pista impossibile»

    3 - Giu 11, 2020 - 23:01 Vai al commento »
    Se c'è il buon senso da parte di tutti è giusto che i locali riaprono,altrimenti quà diventiamo tutti zombie!!!!!
  • Ribaltone nella Lega Marche:
    Marchetti nuovo commissario,
    Arrigoni ai saluti

    4 - Mag 15, 2020 - 16:44 Vai al commento »
    Uno di Lecco,l'altro Umbro,complimenti per la fiducia che date ai marchigiani!!!!
  • Tartabini risponde alle minacce:
    «Il mio impegno sarà ancora più forte»
    Ma nella notte spunta striscione in piazza

    5 - Apr 25, 2020 - 22:45 Vai al commento »
    Si saranno sbagliati ad attaccarlo!!! Che sarà mai!! È stata una goliardata!
  • Il 25 aprile “rivisto” di Potenza Picena
    La festa della Liberazione
    diventa ricordo dei caduti in guerra

    6 - Apr 23, 2020 - 0:54 Vai al commento »
    Fratelli di Larussa...Che schifo!!!!
  • “Scrivi 104 per sostenere Salvini”,
    scivolone social della Lega Macerata

    7 - Apr 12, 2020 - 0:38 Vai al commento »
    Ve pija per il c**** pure i sassi!!!
  • Nuovo decreto, la carica di Giulianelli:
    «Classe di governo incompetente
    Tra due mesi moriranno le aziende»

    8 - Mar 23, 2020 - 23:53 Vai al commento »
    Li sordi, lo nero, la gloria! Cit.Manfredo Prati
  • La febbre del gioco d’azzardo:
    a Civitanova bruciati 31 milioni,
    Muccia è riuscita a battere il banco

    9 - Ott 8, 2019 - 23:41 Vai al commento »
    Avete trasformato l'Italia in un casinò a cielo aperto, non si può entrare in un qualsiasi locale che ci sono slot o gratta e vinci ovunque! Lo Stato è il primo criminale, per gli operatori del settore invece consiglio di trovarvi un lavoro serio e onesto!!!!!
  • L’imperdonabile assenza di Farabollini

    10 - Giu 18, 2019 - 22:59 Vai al commento »
    Qualcuno è stato a cena con Feltri visti certi commenti!!!
  • Appignano, Calamita agli avversari:
    «Lavoriamo insieme per il paese»

    11 - Mag 31, 2019 - 11:13 Vai al commento »
    Se ad Appignano chi governa ha il consenso solo del 30% della popolazione,chi stà all'opposizione non arriva neanche al 15...OPERAZIONE "SCARFIGLIO" FALLITA!!
  • «Sono razzista e orgoglioso di esserlo»,
    bufera sull’assessore

    12 - Mag 24, 2019 - 1:08 Vai al commento »
    E' un pò scuro di carnagione, quindi credo che abbia discendenze africane...
  • Cannabis light, Civitanova si spacca
    Ciarapica: «Denunciamo post minacciosi»
    Rossi: «Qui spacciano eroina a tutte le ore»

    13 - Mag 11, 2019 - 1:08 Vai al commento »
    Il negozio di cannabis lo chiudiamo però ci sono sparse in tutta la città 552 slot machines, quelle non fanno male??????
  • Salvini, blitz a Civitanova (Video)
    davanti al negozio di cannabis light
    «Non ci sono droghe che fanno bene»

    14 - Mag 10, 2019 - 0:36 Vai al commento »
    Se l'ambizione di qualcuno è farsi una foto con Salvini io posso diventà fisico nucleare!!!!!
  • «Appignano agli appignanesi»,
    Buldorini ufficializza la candidatura

    15 - Apr 22, 2019 - 16:54 Vai al commento »
    Nel 2019 c'è ancora chi mette de nome ai figli Benito!!!
  • Pantana contro il centro sociale,
    la protesta è un flop:
    «La gente non è venuta per paura»

    16 - Feb 23, 2019 - 18:50 Vai al commento »
    Io sono contento chi ci sono queste "manifestazioni" perchè almeno mi sbudello dal ridere leggendo i commenti!!!!
  • Slot machine e videolottery,
    la nuova frontiera dell’azzardo:
    Civitanova gioca al rialzo

    17 - Feb 21, 2019 - 22:12 Vai al commento »
    Uno Stato "serio" li protegge i suoi cittadini, invece il nostro li spreme fino in fondo!!! Italia di m.
  • Giubbetto sotto la doccia, abiti nel water:
    arbitro resta senza vestiti

    18 - Feb 20, 2019 - 22:39 Vai al commento »
    Qualche mese fà UNA dirigente della juniores del Montemilone Pollenza mi diceva che non ero all'altezza di fare l'assistente all'arbitro!! Volevo imparare da loro...Hahahahahahaha!!!!
  • Traini resta in carcere,
    respinta la richiesta di domiciliari

    19 - Feb 14, 2019 - 13:04 Vai al commento »
    Nonno me diceva sempre: " SE, è il paese dei cojoni!!!"
  • Parrucchiere picchiato in centro:
    individuato il secondo aggressore

    20 - Feb 13, 2019 - 22:30 Vai al commento »
    I nomi prego!!!!
  • Al via il processo Oseghale,
    manifestanti davanti al tribunale:
    «Giustizia per Pamela» (FOTO/VIDEO)

    21 - Feb 13, 2019 - 13:08 Vai al commento »
    @Sergio Menchi E'il primo commento sensato da un anno a questa parte!!!Bravo!!!
  • Risse in strada e droga:
    chiusa la discoteca Donoma

    22 - Feb 5, 2019 - 12:48 Vai al commento »
    Ci vuole il DASPO per chi si comporta male,è inutile punire chi lavora!!!!
  • Chiusa sala scommesse:
    provvedimento del questore

    23 - Gen 29, 2019 - 22:55 Vai al commento »
    Praticamente questi individui domani frenquenteranno un altro locale e chiuderanno anche quello????? Che cavolata!!!! Allora,visto e considerato che la maggior parte sono extracomunitari si caricano su un aereo e si spediscono nel loro paese di origine! Per quanto riguarda invece i "nostri" divieto assoluto di frequentare posti del genere e obbligo di frequenza presso servizi sociali!!!! Se controlliamo tutti i frequentatori di bar,sale giochi,discoteche la metà hanno precedenti penali, cosa facciamo li chiudiamo tutti???
  • Troiani sentito dalla Digos,
    indagato per offese al Papa
    e diffamazione a Boldrini e Kyenge

    24 - Gen 25, 2019 - 22:08 Vai al commento »
    Questo "signore" ricopre la carica di vice sindaco??? Complimenti!!!
  • «Traini tranquillo dopo la sentenza,
    dimostrerò che la perizia è sbagliata»

    25 - Ott 5, 2018 - 2:42 Vai al commento »
    Parziale incapacità? L'ultimo atto de sto "signore" è stato il saluto romano davanti il monumento dei caduti che a casa mia significa missione compiuta!!! Quindi con la testa c'è stato sempre!!!
  • Centri commerciali sempre aperti,
    negoziante contro Cacciolari:
    «Ha mai lavorato la domenica?»

    26 - Ott 3, 2018 - 22:28 Vai al commento »
    Questa non si chiama libertà, questa è schiavitù!!!!
  • STRAGE
    Traini condannato a 12 anni

    27 - Ott 3, 2018 - 22:52 Vai al commento »
    Tutta colpa dell'effetto serra!!!
  • Non rinnova il biglietto
    durante il raid di Traini, multata
    «Mi ero nascosta in un negozio»

    28 - Ago 20, 2018 - 0:28 Vai al commento »
    Fatela pagare a Traini la multa!!!!
  • Perizia su Luca Traini:
    «Capace d’intendere e volere»

    29 - Ago 15, 2018 - 2:46 Vai al commento »
    Come fà un fascista ad essere in grado di intendere????
  • Le polemiche su RisorgiMarche?
    Un’occasione persa per tacere

    30 - Ago 13, 2018 - 2:12 Vai al commento »
    Speriamo che il prossimo anno portino cantanti dell'altra parte politica tipo Povia, Rita Pavone e Iva Zanicchi!!!! Mezzo milione di persone a vedere i loro concerti...
  • Sperona per due volte l’auto della polizia,
    poi prende a calci e pugni gli agenti:
    arrestata una 23enne

    31 - Ago 11, 2018 - 20:29 Vai al commento »
    Il carcere non serve a niente,anzi peggiora quello che sei, invece sono daccordo con Sauro,una settimana di schiaffi per legge!!!!!
  • Una folla immensa per Jovanotti
    «70mila
    volte grazie, siete meravigliosi»
    (FOTO)

    32 - Ago 5, 2018 - 22:28 Vai al commento »
    Adesso voglio fà polemica: De70 mila persone c'avete messo la foto de Giulio Silenzi(che mi stà anche simpatico),qualche bella ragazzo no è!!!!!
  • Caso “Cannabis light”,
    l’abbaglio della Circolare Olivero
    Thc sempre più pericoloso

    33 - Lug 20, 2018 - 12:34 Vai al commento »
    Continuamo a proibire e ad alimentare il mercato mafioso!!! Complimenti!!!!
  • Padre Alberto Maggi antirazzista:
    «Gesù difendeva gli stranieri»

    34 - Lug 15, 2018 - 5:07 Vai al commento »
    L'occidente ha colonizzato l'Africa, e ora l'Africa deve colonizzare noi!!! Qui pro quo!!! Sottomettetevi!!!!!!!!
    35 - Lug 14, 2018 - 13:25 Vai al commento »
    Infatti si volevano bene!
    36 - Lug 14, 2018 - 9:32 Vai al commento »
    Se siamo nati da questa parte del mare è solo una questione di fortuna,ricordatevelo!!!!
    37 - Lug 13, 2018 - 13:34 Vai al commento »
    Che umanità nei commenti!!
  • Quattro overdose in un mese,
    due morti nella nostra provincia:
    l’importanza del Narcan

    38 - Lug 8, 2018 - 15:04 Vai al commento »
    Raddoppiata la produzione in Afganistan! Adesso il primo che mi dice che si è fatta la guerra laggiù per sconfiggere il regime Talebano gli sputo in faccia!!!
  • La tragedia di Tamara
    e le morti per overdose:
    il triste primato della nostra provincia

    39 - Lug 2, 2018 - 23:12 Vai al commento »
    Il problema va sradicato a monte! Chi permette di far entrare l'eroina e altre droghe in Italia????
  • Trovata morta in casa,
    sospetta overdose

    40 - Lug 2, 2018 - 1:51 Vai al commento »
    R.i.p. :(
  • Otto ore di calcio non stop
    per ricordare Giorgio Accattoli

    41 - Giu 18, 2018 - 13:30 Vai al commento »
    Grazie a tutti!!! Grazie Giò!!!
  • Montefano, festa grande:
    vince la finalissima playoff
    Per la prima volta è in Eccellenza

    42 - Giu 10, 2018 - 20:54 Vai al commento »
    GRAZIE RAGAZZI!!!!
  • Testate e pugni contro il muro,
    Traini perde il controllo in cella

    43 - Giu 13, 2018 - 5:38 Vai al commento »
    Io come punizione invece della galera lo mettevo guardiano permanente dei giardini Diaz
  • Gagliole, con De Lorenzo
    vola l’aquila tricolore de “L’altra Italia”

    44 - Giu 8, 2018 - 18:45 Vai al commento »
    Ma chi sono gli uomini primitivi????
  • Tempesta di fulmini,
    lo spettacolo del cielo

    45 - Giu 5, 2018 - 21:11 Vai al commento »
    Matteo N_1!!!Top!
  • Impresa Montefano allo “Scarfiotti”,
    i viola in finale per l’Eccellenza

    46 - Giu 4, 2018 - 3:07 Vai al commento »
    Che giornata!!!! Grandi!!!!!!! #ForzaViola
  • «Pamela grida giustizia»
    la famiglia e gli amici a Macerata

    47 - Mag 30, 2018 - 15:05 Vai al commento »
    Tocca ad annà in galera per trovà lavoro!!!!
  • Sos droga: una persona su due
    positiva ai controlli su strada

    48 - Mag 30, 2018 - 12:28 Vai al commento »
    Per Iacobini. Vorrebbe dire che sono positivi il 50% degli automobilisti reali, che il consumo è aumentato drasticamente e che la gente non aspetta il week end per sballarsi, lo fà tutti i giorni!!!!
    49 - Mag 30, 2018 - 9:50 Vai al commento »
    Se si facesse un controllo a sorpresa un giorno feriale qualsiasi a tutti gli automobilisti il 50% risulterebbe positivo lo stesso!
    50 - Mag 29, 2018 - 12:40 Vai al commento »
    Soltanto 1 su 2????
  • Le intercettazioni di Lucky e Awelima,
    presi per Pamela non per lo spaccio
    Nel contrasto si poteva fare di più

    51 - Mag 27, 2018 - 22:54 Vai al commento »
    Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anti-corruzione, ha partecipato il 21 marzo 2017 al forum di Agi “Viva l’Italia”. E a proposito della cannabis, ha dichiarato: “Mi pongo una domanda, anche se non sono in grado di dare una risposta: una legalizzazione di una droga controllata, anche nelle modalità di vendita, non potrebbe avere effetti migliori rispetto allo spaccio che avviene alla luce del giorno nella totale e assoluta impunità e che riguarda amplissime fasce della popolazione giovane?”. Per cercare di dare risposta all’interrogativo posto da Cantone, possiamo guardare alla situazione dei principali Paesi dove sono state legalizzate le droghe leggere. Perché l'Olanda fa scuola I Paesi Bassi sono un Paese pioniere nella “legalizzazione”: è in realtà un complesso regime di tolleranza del possesso e della vendita delle sostanze stupefacenti, che risale all’Opium Act del 1976. Secondo un rapporto del luglio 2013 della Open Society Foundations – Global Drug Policy Program, con la legalizzazione crolla per prima cosa il numero di arresti per reati minori legati alla droga. Nel 2005 ci sono stati 269 arresti per possesso di marijuana ogni 100.000 cittadini negli Usa, 206 nel Regno Unito, 225 in Francia e appena 19 nei Paesi Bassi. Si può facilmente immaginare il minor impiego dell’apparato giudiziario e repressivo olandese per questo fenomeno, rispetto ai Paesi dove ancora non si è legalizzato. Ma la legalizzazione incentiva il consumo? Se si confronta il numero di persone tra i 15 e i 64 anni che hanno utilizzato cannabis di recente, o che l’hanno provata almeno una volta nella vita, non risulta che l’Olanda abbia consumi molto diversi rispetto agli altri Paesi occidentali. Secondo uno studio del 2012 sono infatti il 7% gli appartenenti alla prima categoria nei Paesi Bassi, contro il 6,7% della media europea, il 9,1% del Canada e l’11,5% degli Usa. Per quanto riguarda la seconda, cioè chi l’ha provata almeno una volta, nel Paese dei tulipani si arriva al 25,7%, molto indietro rispetto al 39,4% canadese e al 41,9% americano, e poco sopra la media europea del 23,2%. Per quanto riguarda i più giovani, poi, lo studio di OSF – che cita altre ricerche – sostiene che il consumo nei Paesi Bassi sia in costante calo tra il 1996 e il 2012, e che nella fascia di età tra i 15 e i 34 anni la media olandese sia in linea con quella europea. Il bilancio, conclude quindi lo studio, è generalmente positivo, anche considerati i sostanziosi investimenti dello Stato olandese in politiche di informazione, prevenzione e riduzione del danno, finanziate dagli introiti generati dalla vendita legale di droghe leggere nei coffee shop: almeno 400 milioni di euro all’anno. La legalizzazione della cannabis funziona? Dai dati pare di sì In Usa cala il business del narcotraffico Negli Usa si è legalizzata la cannabis per scopo ricreativo nel 2012 in Colorado e Oregon, nel 2014 in Alaska e Oregon, e nel 2016 in California, Nevada, Maine e Massachusetts. In base alla relazione annuale dell’Onu sul contrasto alla droga, è ancora presto per valutare i risultati di queste legalizzazioni. Si registra infatti un aumento dei consumi, ma non si capisce se l’aumento sia costante anche rispetto agli anni precedenti alla legalizzazione – che, in questo caso, non avrebbe avuto alcun impatto sui consumi – o se invece l’aumento sia maggiore o minore rispetto al trend precedente. Anche il condirettore del Centro di ricerca della Rand sulle politiche in materia di droghe, Beau Kilmer, in un’intervista del 2016 invitava alla prudenza: “nessuno sa ancora che esiti avrà la legalizzazione della marijuana, specialmente dal punto di vista della salute pubblica”. E suggeriva: “non esiste una dicotomia tra proibizione e legalizzazione, ci sono soluzioni intermedie”. Per quanto riguarda il Colorado, il primo Stato Usa a legalizzare la marijuana a scopo ricreativo e su cui si hanno i dati più significativi, da un report del governo statale risulta che la legalizzazione non ha aumentato il consumo tra gli adolescenti. Tra i più grandi (maggiori di 18 anni), al contrario, il consumo è aumentato di circa il 5%. In ogni caso la legalizzazione ha avuto un impatto benefico sulle importazioni illegali di stupefacenti dal Messico, secondo recenti dati della polizia di frontiera americana citati da il Post. La legalizzazione della cannabis funziona? Dai dati pare di sì Il caso (sui generis) dell'Uruguay L’Uruguay ha preso la decisione di legalizzare la vendita, la coltivazione e il consumo di marijuana già nel 2012, ma è solo dal 2014 che ha la nuova normativa ha iniziato a produrre i suoi effetti. Secondo uno studio della Junta Nacional de Drogas (JND) dell’Uruguay, citata da un report di InsightCrime (una fondazione che si occupa della criminalità organizzata in America Latina e Caraibi) del gennaio 2017, sono circa 160 mila i consumatori (sommando gli abituali, gli sporadici e chi l’ha provata almeno una volta nella vita) su una popolazione di 3,3 milioni di abitanti. Dopo tre anni di piena legalizzazione, i due terzi dei consumatori ancora comprano la marijuana dai narcotrafficanti, principalmente a causa del prezzo inferiore oltre che per difficoltà pratiche. Infatti chi non può permettersi di coltivare le proprie piante o di diventare socio di un club dove vengono coltivate, può solo rivolgersi alle farmacie che hanno aderito all’iniziativa promossa dal governo. Queste sarebbero, secondo una stima data dal presidente della JND Roballo, appena una cinquantina. Secondo Gonzalo Miranda, presidente della Camera Uruguaiana delle Farmacie citato in un articolo del Fatto Quotidiano, lo scarso successo dipenderebbe soprattutto dal fatto che le farmacie presenti nelle zone di spaccio della droga hanno ricevuto minacce dai narcotrafficanti, che vedono nella commercializzazione della cannabis un danno ai loro affari. Il verdetto Tralasciando il caso dell’Uruguay, che ha una situazione economico-sociale difficilmente paragonabile con quella italiana, si può dire che la risposta alla domanda posta da Cantone sia tendenzialmente positiva. La legalizzazione controllata sembra portare dei benefici economici, in termini di risorse ottenute dalla vendita legale che possono essere usate per politiche di informazione e prevenzione, e giudiziari. Non pare avere effetti deleteri sui consumi, che resterebbero sostanzialmente invariati, calando anzi tra i minorenni. Al di là del caso olandese, però, ancora mancano dati definitivi sugli Stati, ad esempio negli Usa, che l’hanno legalizzata, specie da un punto di vista della salute pubblica.
    52 - Mag 27, 2018 - 15:37 Vai al commento »
    Comunque Sig.Avvocato l'unica soluzione per combattere lo spaccio e la criminalità che lo gestisce e la legalizzazione.Vivo su paese di 3500 abitanti e la situazione è uguale,non ha attaccato l'eroina fortunatamente ma le altre sostanze se trovano a bizzeffe!!! L'unica cosa da fare è la legalizzazione e la somministrazione controllata!
  • «L’ordinanza slot ci sta rovinando,
    costretti a licenziare»

    53 - Mag 30, 2018 - 15:18 Vai al commento »
    http://lab.gruppoespresso.it/finegil/2017/italia-delle-slot/
    54 - Mag 30, 2018 - 13:31 Vai al commento »
    Perchè non ospitate anche tutti quelli che si sono rovinati dalle slot(io in primis e non mi vergogno a dirlo)????
    55 - Mag 26, 2018 - 1:17 Vai al commento »
    Tutti i sindaci d'Italia devono fare come quello di Macerata!!...E poi secondo me doveva fare di più!!!!
    56 - Mag 24, 2018 - 23:18 Vai al commento »
    Meglio 10 licenziamenti che 1000 persone rovinate dalle slot!!! Ipocriti!!!!!
  • Insulta Macerata su bacheca del sindaco,
    lui risponde: «Ma chi te ce vole»

    57 - Apr 29, 2018 - 11:59 Vai al commento »
    Grande Sindaco!!!!!!
  • Alessandra Mussolini a Macerata,
    duro faccia a faccia col sindaco (Il video)
    «Chieda scusa alla mia famiglia»

    58 - Apr 28, 2018 - 7:05 Vai al commento »
    Nonno sanguinario e marito pedofilo, chiudete dentro casa e non usci' per i prossimi vent'anni!!!!
  • Il Balcone della fortuna,
    vinti 117mila euro al bar “La sosta”

    59 - Apr 13, 2017 - 11:14 Vai al commento »
    A prescindere dalla vincita questo bar è interressante...
  • Spaccata al bar Batò,
    rubate le slot machine

    60 - Mar 8, 2017 - 12:26 Vai al commento »
    Mi dispiace per il barista, ma per i gestori delle slot e per lo Stato sono contentissimo!!!!!
  • L’incanto del lago di Montelago

    61 - Mar 1, 2017 - 12:41 Vai al commento »
    Matteo Mazzoni Top
  • Otto ore di calcetto
    per ricordare l’amico scomparso:
    il ricavato all’Ant

    62 - Dic 15, 2016 - 20:34 Vai al commento »
    Bravi!!!!! <3 <3 <3
  • Cocaina purissima dall’Albania,
    stroncata banda di trafficanti

    63 - Nov 23, 2016 - 9:14 Vai al commento »
    Vai Luciano!!!!
  • La natura dà spettacolo,
    spunta un arcobaleno

    64 - Giu 21, 2016 - 19:02 Vai al commento »
  • “Progetto B”, lo spettacolo si inchina
    alla forza di Barbara

    65 - Giu 11, 2016 - 23:14 Vai al commento »
    Perchè gli amici non hanno partecipato?
  • Cesare Paciotti, il giorno del divorzio:
    fine della storia con Laura

    66 - Giu 4, 2016 - 22:50 Vai al commento »
    Finito soldi...Finito amore...
  • Comunali: tutti i candidati e le liste

    67 - Giu 4, 2016 - 22:47 Vai al commento »
    A Bolognola posso scommettere chi vince...
  • Guida col cellulare,
    48 multe in 3 mesi

    68 - Mag 19, 2016 - 22:37 Vai al commento »
    Premetto che porto sempre la cintura di sicurezza, ma se ho un incidente e non porto la cintura non reco danno a nessuno tranne che a me stesso invece se provoco un incidente perchè sono al telefono secondo me 161 € di sanzione è anche poco...Toglierei le ammende per le cinture e le raddoppiavo per la guida con il telefono!!!
  • In piazza contro l’azzardo:
    “Andate nei locali no-slot”

    69 - Mag 8, 2016 - 14:09 Vai al commento »
    Lo Stato Italiano e lo stato Islamico non vedo nessuna differenza!!!!
  • Terremoto Lube: esonerato Recine,
    Massaccesi si dimette

    70 - Apr 17, 2016 - 19:49 Vai al commento »
    Questa è la maledizione per essere andati a giocare a Civitanova...
  • Travolta dal treno, muore a 20 anni

    71 - Apr 11, 2016 - 18:17 Vai al commento »
    Spero chiunque tu sia che trovi pace nell'aldilà,sempre se c'è un aldilà... <3
  • Dramma a Ferrara,
    è morta Sara Buccolini

    72 - Mar 21, 2016 - 22:39 Vai al commento »
    E' una strage di giovani vite!!!! Padre Eterno ma che combini!!!!!!!!!!!! :(
  • Esplosione al silos,
    morto il vigile del fuoco Torregiani

    73 - Gen 14, 2016 - 19:30 Vai al commento »
    Riposa in pace :(
  • Malore mentre lavora al computer,
    trovato morto un 39enne

    74 - Gen 13, 2016 - 13:18 Vai al commento »
    R.i.p. Salvador Le mie più sentite condoglianze a Cristina :(
  • Tennis in love
    L’amore maceratese di Camila Giorgi

    75 - Gen 10, 2016 - 13:47 Vai al commento »
    Grande Jack!!!!
  • Molte domande sul Club Nest
    dopo l’arresto dei gestori-spacciatori

    76 - Gen 1, 2016 - 13:09 Vai al commento »
    Finchè non ci sarà una legge sulla legalizzazione delle droghe e soprattutto una sensibilizzazione sul danno provocato dalle stesse potrete chiudere tutti i locali che volete, non risorverete nulla!!!
  • Una giornata di festa
    per un anno di Cronache

    77 - Dic 18, 2015 - 17:00 Vai al commento »
    Complimenti e Buon 2016!!!!!!!
  • Fischiato il corteo per Maometto
    Rimosso uno striscione
    I fedeli: “Siamo qui per la pace”

    78 - Dic 14, 2015 - 12:25 Vai al commento »
    @Maurizio Serrani, Oggi se 200 persone manifestano pacificamente il loro diritto di religione il merito è anche di tuo Nonno che ha combattuto per la libertà!!!
  • Musulmani maceratesi
    in piazza contro l’Isis

    “Noi, né terroristi, né bastardi”

    79 - Nov 25, 2015 - 21:40 Vai al commento »
    Erano 100??? Praticamente uno in più della manifestazione del centrodestra a Bologna...
  • Strage di Parigi, l’imam di Macerata
    “La religione non c’entra, sono criminali”

    80 - Nov 17, 2015 - 11:26 Vai al commento »
    Tiziano Terzani scrive ad Oriana Fallaci Oriana, dalla finestra di una casa poco lontana da quella in cui anche tu sei nata, guardo le lame austere ed eleganti dei cipressi contro il cielo e ti penso a guardare, dalle tue finestre a New York, il panorama dei grattacieli da cui ora mancano le Torri Gemelle. Mi torna in mente un pomeriggio di tanti, tantissimi anni fa quando assieme facemmo una lunga passeggiata per le stradine di questi nostri colli argentati dagli ulivi. Io mi affacciavo, piccolo, alla professione nella quale tu eri gia' grande e tu proponesti di scambiarci delle "Lettere da due mondi diversi": io dalla Cina dell'immediato dopo-Mao in cui andavo a vivere, tu dall'America. Per colpa mia non lo facemmo. Ma e' in nome di quella tua generosa offerta di allora, e non certo per coinvolgerti ora in una corrispondenza che tutti e due vogliamo evitare, che mi permetto di scriverti. Davvero mai come ora, pur vivendo sullo stesso pianeta, ho l'impressione di stare in un mondo assolutamente diverso dal tuo. Ti scrivo anche - e pubblicamente per questo - per non far sentire troppo soli quei lettori che forse, come me, sono rimasti sbigottiti dalle tue invettive, quasi come dal crollo delle due Torri. La' morivano migliaia di persone e con loro il nostro senso di sicurezza; nelle tue parole sembra morire il meglio della testa umana - la ragione; il meglio del cuore - la compassione. Il tuo sfogo mi ha colpito, ferito e mi ha fatto pensare a Karl Kraus. "Chi ha qualcosa da dire si faccia avanti e taccia", scrisse, disperato dal fatto che, dinanzi all'indicibile orrore della Prima Guerra Mondiale, alla gente non si fosse paralizzata la lingua. Al contrario, gli si era sciolta, creando tutto attorno un assurdo e confondente chiacchierio. Tacere per Kraus significava riprendere fiato, cercare le parole giuste, riflettere prima di esprimersi. Lui uso' di quel consapevole silenzio per scrivere Gli ultimi giorni dell'umanita', un'opera che sembra essere ancora di un'inquietante attualita'. Pensare quel che pensi e scriverlo e' un tuo diritto. Il problema e' pero' che, grazie alla tua notorieta', la tua brillante lezione di intolleranza arriva ora anche nelle scuole, influenza tanti giovani e questo mi inquieta. Il nostro di ora e' un momento di straordinaria importanza. L'orrore indicibile e' appena cominciato, ma e' ancora possibile fermarlo facendo di questo momento una grande occasione di ripensamento. E un momento anche di enorme responsabilita' perche' certe concitate parole, pronunciate dalle lingue sciolte, servono solo a risvegliare i nostri istinti piu' bassi, ad aizzare la bestia dell'odio che dorme in ognuno di noi ed a provocare quella cecita' delle passioni che rende pensabile ogni misfatto e permette, a noi come ai nostri nemici, il suicidarsi e l'uccidere. "Conquistare le passioni mi pare di gran lunga piu' difficile che conquistare il mondo con la forza delle armi. Ho ancora un difficile cammino dinanzi a me", scriveva nel 1925 quella bell'anima di Gandhi. Ed aggiungeva: "Finche' l'uomo non si mettera' di sua volonta' all'ultimo posto fra le altre creature sulla terra, non ci sara' per lui alcuna salvezza". E tu, Oriana, mettendoti al primo posto di questa crociata contro tutti quelli che non sono come te o che ti sono antipatici, credi davvero di offrirci salvezza? La salvezza non e' nella tua rabbia accalorata, ne' nella calcolata campagna militare chiamata, tanto per rendercela piu' accettabile, "Liberta' duratura". O tu pensi davvero che la violenza sia il miglior modo per sconfiggere la violenza? Da che mondo e' mondo non c'e' stata ancora la guerra che ha messo fine a tutte le guerre. Non lo sara' nemmeno questa. Quel che ci sta succedendo e' nuovo. Il mondo ci sta cambiando attorno. Cambiamo allora il nostro modo di pensare, il nostro modo di stare al mondo. E una grande occasione. Non perdiamola: rimettiamo in discussione tutto, immaginiamoci un futuro diverso da quello che ci illudevamo d'aver davanti prima dell'11 settembre e soprattutto non arrendiamoci alla inevitabilita' di nulla, tanto meno all'inevitabilita' della guerra come strumento di giustizia o semplicemente di vendetta. Le guerre sono tutte terribili. Il moderno affinarsi delle tecniche di distruzione e di morte le rendono sempre piu' tali. Pensiamoci bene: se noi siamo disposti a combattere la guerra attuale con ogni arma a nostra disposizione, compresa quella atomica, come propone il Segretario alla Difesa americano, allora dobbiamo aspettarci che anche i nostri nemici, chiunque essi siano, saranno ancor piu' determinati di prima a fare lo stesso, ad agire senza regole, senza il rispetto di nessun principio. Se alla violenza del loro attacco alle Torri Gemelle noi risponderemo con una ancor piu' terribile violenza - ora in Afghanistan, poi in Iraq, poi chi sa dove -, alla nostra ne seguira' necessariamente una loro ancora piu' orribile e poi un'altra nostra e cosi' via. Perche' non fermarsi prima? Abbiamo perso la misura di chi siamo, il senso di quanto fragile ed interconnesso sia il mondo in cui viviamo, e ci illudiamo di poter usare una dose, magari "intelligente", di violenza per mettere fine alla terribile violenza altrui. Cambiamo illusione e, tanto per cominciare, chiediamo a chi fra di noi dispone di armi nucleari, armi chimiche e armi batteriologiche - Stati Uniti in testa - d'impegnarsi solennemente con tutta l'umanita' a non usarle mai per primo, invece di ricordarcene minacciosamente la disponibilita'. Sarebbe un primo passo in una nuova direzione. Non solo questo darebbe a chi lo fa un vantaggio morale - di per se' un'arma importante per il futuro -, ma potrebbe anche disinnescare l'orrore indicibile ora attivato dalla reazione a catena della vendetta. In questi giorni ho ripreso in mano un bellissimo libro (peccato che non sia ancora in italiano) di un vecchio amico, uscito due anni fa in Germania. Il libro si intitola Die Kunst, nicht regiert zu werden: ethische Politik von Sokrates bis Mozart (L'arte di non essere governati: l'etica politica da Socrate a Mozart). L'autore e' Ekkehart Krippendorff, che ha insegnato per anni a Bologna prima di tornare all'Universita' di Berlino. La affascinante tesi di Krippendorff e' che la politica, nella sua espressione piu' nobile, nasce dal superamento della vendetta e che la cultura occidentale ha le sue radici piu' profonde in alcuni miti, come quello di Caino e quello delle Erinni, intesi da sempre a ricordare all'uomo la necessita' di rompere il circolo vizioso della vendetta per dare origine alla civilta'. Caino uccide il fratello, ma Dio impedisce agli uomini di vendicare Abele e, dopo aver marchiato Caino - un marchio che e' anche una protezione -, lo condanna all'esilio dove quello fonda la prima citta'. La vendetta non e' degli uomini, spetta a Dio. Secondo Krippendorff il teatro, da Eschilo a Shakespeare, ha avuto una funzione determinante nella formazione dell'uomo occidentale perche' col suo mettere sulla scena tutti i protagonisti di un conflitto, ognuno col suo punto di vista, i suoi ripensamenti e le sue possibili scelte di azione, il teatro e' servito a far riflettere sul senso delle passioni e sulla inutilita' della violenza che non raggiunge mai il suo fine. Purtroppo, oggi, sul palcoscenico del mondo noi occidentali siamo insieme i soli protagonisti ed i soli spettatori, e cosi', attraverso le nostre televisioni ed i nostri giornali, non ascoltiamo che le nostre ragioni, non proviamo che il nostro dolore. A te, Oriana, i kamikaze non interessano. A me tanto invece. Ho passato giorni in Sri Lanka con alcuni giovani delle "Tigri Tamil", votati al suicidio. Mi interessano i giovani palestinesi di "Hamas" che si fanno saltare in aria nelle pizzerie israeliane. Un po' di pieta' sarebbe forse venuta anche a te se in Giappone, sull'isola di Kyushu, tu avessi visitato Chiran, il centro dove i primi kamikaze vennero addestrati e tu avessi letto le parole, a volte poetiche e tristissime, scritte segretamente prima di andare, riluttanti, a morire per la bandiera e per l'Imperatore. I kamikaze mi interessano perche' vorrei capire che cosa li rende cosi' disposti a quell'innaturale atto che e' il suicidio e che cosa potrebbe fermarli. Quelli di noi a cui i figli - fortunatamente - sono nati, si preoccupano oggi moltissimo di vederli bruciare nella fiammata di questo nuovo, dilagante tipo di violenza di cui l'ecatombe nelle Torri Gemelle potrebbe essere solo un episodio. Non si tratta di giustificare, di condonare, ma di capire. Capire, perche' io sono convinto che il problema del terrorismo non si risolvera' uccidendo i terroristi, ma eliminando le ragioni che li rendono tali. Niente nella storia umana e' semplice da spiegare e fra un fatto ed un altro c'e' raramente una correlazione diretta e precisa. Ogni evento, anche della nostra vita, e' il risultato di migliaia di cause che producono, assieme a quell'evento, altre migliaia di effetti, che a loro volta sono le cause di altre migliaia di effetti. L'attacco alle Torri Gemelle e' uno di questi eventi: il risultato di tanti e complessi fatti antecedenti. Certo non e' l'atto di "una guerra di religione" degli estremisti musulmani per la conquista delle nostre anime, una Crociata alla rovescia, come la chiami tu, Oriana. Non e' neppure "un attacco alla liberta' ed alla democrazia occidentale", come vorrebbe la semplicistica formula ora usata dai politici. Un vecchio accademico dell'Universita' di Berkeley, un uomo certo non sospetto di anti-americanismo o di simpatie sinistrorse da' di questa storia una interpretazione completamente diversa. "Gli assassini suicidi dell'11 settembre non hanno attaccato l'America: hanno attaccato la politica estera americana", scrive Chalmers Johnson nel numero di The Nation del 15 ottobre. Per lui, autore di vari libri - l'ultimo, Blowback, contraccolpo, uscito l'anno scorso (in Italia edito da Garzanti, ndr) ha del profetico - si tratterebbe appunto di un ennesimo "contraccolpo" al fatto che, nonostante la fine della Guerra Fredda e lo sfasciarsi dell'Unione Sovietica, gli Stati Uniti hanno mantenuto intatta la loro rete imperiale di circa 800 installazioni militari nel mondo Con una analisi che al tempo della Guerra Fredda sarebbe parsa il prodotto della disinformazione del Kgb, Chalmers Johnson fa l'elenco di tutti gli imbrogli, complotti, colpi di Stato, delle persecuzioni, degli assassinii e degli interventi a favore di regimi dittatoriali e corrotti nei quali gli Stati Uniti sono stati apertamente o clandestinamente coinvolti in America Latina, in Africa, in Asia e nel Medio Oriente dalla fine della Seconda Guerra Mondiale ad oggi. Il "contraccolpo" dell'attacco alle Torri Gemelle ed al Pentagono avrebbe a che fare con tutta una serie di fatti di questo tipo: fatti che vanno dal colpo di Stato ispirato dalla Cia contro Mossadeq nel 1953, seguito dall'installazione dello Shah in Iran, alla Guerra del Golfo, con la conseguente permanenza delle truppe americane nella penisola araba, in particolare l'Arabia Saudita dove sono i luoghi sacri dell'Islam. Secondo Johnson sarebbe stata questa politica americana "a convincere tanta brava gente in tutto il mondo islamico che gli Stati Uniti sono un implacabile nemico". Cosi' si spiegherebbe il virulento anti-americanismo diffuso nel mondo musulmano e che oggi tanto sorprende gli Stati Uniti ed i loro alleati. Esatta o meno che sia l'analisi di Chalmers Johnson, e' evidente che al fondo di tutti i problemi odierni degli americani e nostri nel Medio Oriente c'e', a parte la questione israeliano-palestinese, la ossessiva preoccupazione occidentale di far restare nelle mani di regimi "amici", qualunque essi fossero, le riserve petrolifere della regione. Questa e' stata la trappola. L'occasione per uscirne e' ora. Perche' non rivediamo la nostra dipendenza economica dal petrolio? Perche' non studiamo davvero, come avremmo potuto gia' fare da una ventina d'anni, tutte le possibili fonti alternative di energia? Ci eviteremmo cosi' d'essere coinvolti nel Golfo con regimi non meno repressivi ed odiosi dei talebani; ci eviteremmo i sempre piu' disastrosi "contraccolpi" che ci verranno sferrati dagli oppositori a quei regimi, e potremmo comunque contribuire a mantenere un migliore equilibrio ecologico sul pianeta. Magari salviamo cosi' anche l'Alaska che proprio un paio di mesi fa e' stata aperta ai trivellatori, guarda caso dal presidente Bush, le cui radici politiche - tutti lo sanno - sono fra i petrolieri. A proposito del petrolio, Oriana, sono certo che anche tu avrai notato come, con tutto quel che si sta scrivendo e dicendo sull'Afghanistan, pochissimi fanno notare che il grande interesse per questo paese e' legato al fatto d'essere il passaggio obbligato di qualsiasi conduttura intesa a portare le immense risorse di metano e petrolio dell'Asia Centrale (vale a dire di quelle repubbliche ex-sovietiche ora tutte, improvvisamente, alleate con gli Stati Uniti) verso il Pakistan, l'India e da li' nei paesi del Sud Est Asiatico. Il tutto senza dover passare dall'Iran. Nessuno in questi giorni ha ricordato che, ancora nel 1997, due delegazioni degli "orribili" talebani sono state ricevute a Washington (anche al Dipartimento di Stato) per trattare di questa faccenda e che una grande azienda petrolifera americana, la Unocal, con la consulenza niente di meno che di Henry Kissinger, si e' impegnata col Turkmenistan a costruire quell'oleodotto attraverso l'Afghanistan. E dunque possibile che, dietro i discorsi sulla necessita' di proteggere la liberta' e la democrazia, l'imminente attacco contro l'Afghanistan nasconda anche altre considerazioni meno altisonanti, ma non meno determinanti. E per questo che nell'America stessa alcuni intellettuali cominciano a preoccuparsi che la combinazione fra gli interessi dell'industria petrolifera con quelli dell'industria bellica - combinazione ora prominentemente rappresentata nella compagine al potere a Washington - finisca per determinare in un unico senso le future scelte politiche americane nel mondo e per limitare all'interno del paese, in ragione dell'emergenza anti-terrorismo, i margini di quelle straordinarie liberta' che rendono l'America cosi' particolare. Il fatto che un giornalista televisivo americano sia stato redarguito dal pulpito della Casa Bianca per essersi chiesto se l'aggettivo "codardi", usato da Bush, fosse appropriato per i terroristi-suicidi, cosi' come la censura di certi programmi e l'allontanamento da alcuni giornali, di collaboratori giudicati non ortodossi, hanno aumentato queste preoccupazioni. L'aver diviso il mondo in maniera - mi pare - "talebana", fra "quelli che stanno con noi e quelli contro di noi", crea ovviamente i presupposti per quel clima da caccia alle streghe di cui l'America ha gia' sofferto negli anni Cinquanta col maccartismo, quando tanti intellettuali, funzionari di Stato ed accademici, ingiustamente accusati di essere comunisti o loro simpatizzanti, vennero perseguitati, processati e in moltissimi casi lasciati senza lavoro. Il tuo attacco, Oriana - anche a colpi di sputo - alle "cicale" ed agli intellettuali "del dubbio" va in quello stesso senso. Dubitare e' una funzione essenziale del pensiero; il dubbio e' il fondo della nostra cultura. Voler togliere il dubbio dalle nostre teste e' come volere togliere l'aria ai nostri polmoni. Io non pretendo affatto d'aver risposte chiare e precise ai problemi del mondo (per questo non faccio il politico), ma penso sia utile che mi si lasci dubitare delle risposte altrui e mi si lasci porre delle oneste domande. In questi tempi di guerra non deve essere un crimine parlare di pace. Purtroppo anche qui da noi, specie nel mondo "ufficiale" della politica e dell'establishment mediatico, c'e' stata una disperante corsa alla ortodossia. E come se l'America ci mettesse gia' paura. Capita cosi' di sentir dire in televisione a un post-comunista in odore di una qualche carica nel suo partito, che il soldato Ryan e' un importante simbolo di quell'America che per due volte ci ha salvato. Ma non c'era anche lui nelle marce contro la guerra americana in Vietnam? Per i politici - me ne rendo conto - e' un momento difficilissimo. Li capisco e capisco ancor piu' l'angoscia di qualcuno che, avendo preso la via del potere come una scorciatoia per risolvere un piccolo conflitto di interessi terreni si ritrova ora alle prese con un enorme conflitto di interessi divini, una guerra di civilta' combattuta in nome di Iddio e di Allah. No. Non li invidio, i politici. Siamo fortunati noi, Oriana. Abbiamo poco da decidere e non trovandoci in mezzo ai flutti del fiume, abbiamo il privilegio di poter stare sulla riva a guardare la corrente. Ma questo ci impone anche grandi responsabilita' come quella, non facile, di andare dietro alla verita' e di dedicarci soprattutto "a creare campi di comprensione, invece che campi di battaglia", come ha scritto Edward Said, professore di origine palestinese ora alla Columbia University, in un saggio sul ruolo degli intellettuali uscito proprio una settimana prima degli attentati in America. Il nostro mestiere consiste anche nel semplificare quel che e' complicato. Ma non si puo' esagerare, Oriana, presentando Arafat come la quintessenza della doppiezza e del terrorismo ed indicando le comunita' di immigrati musulmani da noi come incubatrici di terroristi. Le tue argomentazioni verranno ora usate nelle scuole contro quelle buoniste, da libro Cuore, ma tu credi che gli italiani di domani, educati a questo semplicismo intollerante, saranno migliori? Non sarebbe invece meglio che imparassero, a lezione di religione, anche che cosa e' l'Islam? Che a lezione di letteratura leggessero anche Rumi o il da te disprezzato Omar Kayan? Non sarebbe meglio che ci fossero quelli che studiano l'arabo, oltre ai tanti che gia' studiano l'inglese e magari il giapponese? Lo sai che al ministero degli Esteri di questo nostro paese affacciato sul Mediterraneo e sul mondo musulmano, ci sono solo due funzionari che parlano arabo? Uno attualmente e', come capita da noi, console ad Adelaide in Australia. Mi frulla in testa una frase di Toynbee: "Le opere di artisti e letterati hanno vita piu' lunga delle gesta di soldati, di statisti e mercanti. I poeti ed i filosofi vanno piu' in la' degli storici. Ma i santi e i profeti valgono di piu' di tutti gli altri messi assieme". Dove sono oggi i santi ed i profeti? Davvero, ce ne vorrebbe almeno uno! Ci rivorrebbe un San Francesco. Anche i suoi erano tempi di crociate, ma il suo interesse era per "gli altri", per quelli contro i quali combattevano i crociati. Fece di tutto per andarli a trovare. Ci provo' una prima volta, ma la nave su cui viaggiava naufrago' e lui si salvo' a malapena. Ci provo' una seconda volta, ma si ammalo' prima di arrivare e torno' indietro. Finalmente, nel corso della quinta crociata, durante l'assedio di Damietta in Egitto, amareggiato dal comportamento dei crociati ("vide il male ed il peccato"), sconvolto da una spaventosa battaglia di cui aveva visto le vittime, San Francesco attraverso' le linee del fronte. Venne catturato, incatenato e portato al cospetto del Sultano. Peccato che non c'era ancora la Cnn - era il 1219 - perche' sarebbe interessantissimo rivedere oggi il filmato di quell'incontro. Certo fu particolarissimo perche', dopo una chiacchierata che probabilmente ando' avanti nella notte, al mattino il Sultano lascio' che San Francesco tornasse, incolume, all'accampamento dei crociati. Mi diverte pensare che l'uno disse all'altro le sue ragioni, che San Francesco parlo' di Cristo, che il Sultano lesse passi del Corano e che alla fine si trovarono d'accordo sul messaggio che il poverello di Assisi ripeteva ovunque: "Ama il prossimo tuo come te stesso". Mi diverte anche immaginare che, siccome il frate sapeva ridere come predicare, fra i due non ci fu aggressivita' e che si lasciarono di buon umore sapendo che comunque non potevano fermare la storia. Ma oggi? Non fermarla puo' voler dire farla finire. Ti ricordi, Oriana, Padre Balducci che predicava a Firenze quando noi eravamo ragazzi? Riguardo all'orrore dell'olocausto atomico pose una bella domanda: "La sindrome da fine del mondo, l'alternativa fra essere e non essere, hanno fatto diventare l'uomo piu' umano?". A guardarsi intorno la risposta mi pare debba essere "No". Ma non possiamo rinunciare alla speranza. "Mi dica, che cosa spinge l'uomo alla guerra?", chiedeva Albert Einstein nel 1932 in una lettera a Sigmund Freud. "E possibile dirigere l'evoluzione psichica dell'uomo in modo che egli diventi piu' capace di resistere alla psicosi dell'odio e della distruzione?" Freud si prese due mesi per rispondergli. La sua conclusione fu che c'era da sperare: l'influsso di due fattori - un atteggiamento piu' civile, ed il giustificato timore degli effetti di una guerra futura - avrebbe dovuto mettere fine alle guerre in un prossimo avvenire. Giusto in tempo la morte risparmio' a Freud gli orrori della Seconda Guerra Mondiale. Non li risparmio' invece ad Einstein, che divenne pero' sempre piu' convinto della necessita' del pacifismo. Nel 1955, poco prima di morire, dalla sua casetta di Princeton in America dove aveva trovato rifugio, rivolse all'umanita' un ultimo appello per la sua sopravvivenza: "Ricordatevi che siete uomini e dimenticatevi tutto il resto". Per difendersi, Oriana, non c'e' bisogno di offendere (penso ai tuoi sputi ed ai tuoi calci). Per proteggersi non c'e' bisogno d'ammazzare. Ed anche in questo possono esserci delle giuste eccezioni. M'e' sempre piaciuta nei Jataka, le storie delle vite precedenti di Buddha, quella in cui persino lui, epitome della non violenza, in una incarnazione anteriore uccide. Viaggia su una barca assieme ad altre 500 persone. Lui, che ha gia' i poteri della preveggenza, "vede" che uno dei passeggeri, un brigante, sta per ammazzare tutti e derubarli e lui lo previene buttandolo nell'acqua ad affogare per salvare gli altri. Essere contro la pena di morte non vuol dire essere contro la pena in genere ed in favore della liberta' di tutti i delinquenti. Ma per punire con giustizia occorre il rispetto di certe regole che sono il frutto dell'incivilimento, occorre il convincimento della ragione, occorrono delle prove. I gerarchi nazisti furono portati dinanzi al Tribunale di Norimberga; quelli giapponesi responsabili di tutte le atrocita' commesse in Asia, furono portati dinanzi al Tribunale di Tokio prima di essere, gli uni e gli altri, dovutamente impiccati. Le prove contro ognuno di loro erano schiaccianti. Ma quelle contro Osama Bin Laden? "Noi abbiamo tutte le prove contro Warren Anderson, presidente della Union Carbide. Aspettiamo che ce lo estradiate", scrive in questi giorni dall'India agli americani, ovviamente a mo' di provocazione, Arundhati Roy, la scrittrice de Il Dio delle piccole cose: una come te, Oriana, famosa e contestata, amata ed odiata. Come te, sempre pronta a cominciare una rissa, la Roy ha usato della discussione mondiale su Osama Bin Laden per chiedere che venga portato dinanzi ad un tribunale indiano il presidente americano della Union Carbide responsabile dell'esplosione nel 1984 nella fabbrica chimica di Bhopal in India che fece 16.000 morti. Un terrorista anche lui? Dal punto di vista di quei morti forse si'. L'immagine del terrorista che ora ci viene additata come quella del "nemico" da abbattere e' il miliardario saudita che, da una tana nelle montagne dell'Afghanistan, ordina l'attacco alle Torri Gemelle; e' l'ingegnere-pilota, islamista fanatico, che in nome di Allah uccide se stesso e migliaia di innocenti; e' il ragazzo palestinese che con una borsetta imbottita di dinamite si fa esplodere in mezzo ad una folla. Dobbiamo pero' accettare che per altri il "terrorista" possa essere l'uomo d'affari che arriva in un paese povero del Terzo Mondo con nella borsetta non una bomba, ma i piani per la costruzione di una fabbrica chimica che, a causa di rischi di esplosione ed inquinamento, non potrebbe mai essere costruita in un paese ricco del Primo Mondo. E la centrale nucleare che fa ammalare di cancro la gente che ci vive vicino? E la diga che disloca decine di migliaia di famiglie? O semplicemente la costruzione di tante piccole industrie che cementificano risaie secolari, trasformando migliaia di contadini in operai per produrre scarpe da ginnastica o radioline, fino al giorno in cui e' piu' conveniente portare quelle lavorazioni altrove e le fabbriche chiudono, gli operai restano senza lavoro e non essendoci piu' i campi per far crescere il riso, muoiono di fame? Questo non e' relativismo. Voglio solo dire che il terrorismo, come modo di usare la violenza, puo' esprimersi in varie forme, a volte anche economiche, e che sara' difficile arrivare ad una definizione comune del nemico da debellare. I governi occidentali oggi sono uniti nell'essere a fianco degli Stati Uniti; pretendono di sapere esattamente chi sono i terroristi e come vanno combattuti. Molto meno convinti pero' sembrano i cittadini dei vari paesi. Per il momento non ci sono state in Europa dimostrazioni di massa per la pace; ma il senso del disagio e' diffuso cosi' come e' diffusa la confusione su quel che si debba volere al posto della guerra. "Dateci qualcosa di piu' carino del capitalismo", diceva il cartello di un dimostrante in Germania. "Un mondo giusto non e' mai NATO", c'era scritto sullo striscione di alcuni giovani che marciavano giorni fa a Bologna. Gia'. Un mondo "piu' giusto" e' forse quel che noi tutti, ora piu' che mai, potremmo pretendere. Un mondo in cui chi ha tanto si preoccupa di chi non ha nulla; un mondo retto da principi di legalita' ed ispirato ad un po' piu' di moralita'. La vastissima, composita alleanza che Washington sta mettendo in piedi, rovesciando vecchi schieramenti e riavvicinando paesi e personaggi che erano stati messi alla gogna, solo perche' ora tornano comodi, e' solo l'ennesimo esempio di quel cinismo politico che oggi alimenta il terrorismo in certe aree del mondo e scoraggia tanta brava gente nei nostri paesi. Gli Stati Uniti, per avere la maggiore copertura possibile e per dare alla guerra contro il terrorismo un crisma di legalita' internazionale, hanno coinvolto le Nazioni Unite, eppure gli Stati Uniti stessi rimangono il paese piu' reticente a pagare le proprie quote al Palazzo di Vetro, sono il paese che non ha ancora ratificato ne' il trattato costitutivo della Corte Internazionale di Giustizia, ne' il trattato per la messa al bando delle mine anti-uomo e tanto meno quello di Kyoto sulle mutazioni climatiche. L'interesse nazionale americano ha la meglio su qualsiasi altro principio. Per questo ora Washington riscopre l'utilita' del Pakistan, prima tenuto a distanza per il suo regime militare e punito con sanzioni economiche a causa dei suoi esperimenti nucleari; per questo la Cia sara' presto autorizzata di nuovo ad assoldare mafiosi e gangster cui affidare i "lavoretti sporchi" di liquidare qua e la' nel mondo le persone che la Cia stessa mettera' sulla sua lista nera. Eppure un giorno la politica dovra' ricongiungersi con l'etica se vorremo vivere in un mondo migliore: migliore in Asia come in Africa, a Timbuctu come a Firenze. A proposito, Oriana. Anche a me ogni volta che, come ora, ci passo, questa citta' mi fa male e mi intristisce. Tutto e' cambiato, tutto e' involgarito. Ma la colpa non e' dell'Islam o degli immigrati che ci si sono installati. Non son loro che han fatto di Firenze una citta' bottegaia, prostituita al turismo! E successo dappertutto. Firenze era bella quando era piu' piccola e piu' povera. Ora e' un obbrobrio, ma non perche' i musulmani si attendano in Piazza del Duomo, perche' i filippini si riuniscono il giovedi' in Piazza Santa Maria Novella e gli albanesi ogni giorno attorno alla stazione. E cosi' perche' anche Firenze s'e' "globalizzata", perche' non ha resistito all'assalto di quella forza che, fino ad ieri, pareva irresistibile: la forza del mercato. Nel giro di due anni da una bella strada del centro in cui mi piaceva andare a spasso e' scomparsa una libreria storica, un vecchio bar, una tradizionalissima farmacia ed un negozio di musica. Per far posto a che? A tanti negozi di moda. Credimi, anch'io non mi ci ritrovo piu'. Per questo sto, anch'io ritirato, in una sorta di baita nell'Himalaya indiana dinanzi alle piu' divine montagne del mondo. Passo ore, da solo, a guardarle, li' maestose ed immobili, simbolo della piu' grande stabilita', eppure anche loro, col passare delle ore, continuamente diverse e impermanenti come tutto in questo mondo. La natura e' una grande maestra, Oriana, e bisogna ogni tanto tornarci a prendere lezione. Tornaci anche tu. Chiusa nella scatola di un appartamento dentro la scatola di un grattacielo, con dinanzi altri grattacieli pieni di gente inscatolata, finirai per sentirti sola davvero; sentirai la tua esistenza come un accidente e non come parte di un tutto molto, molto piu' grande di tutte le torri che hai davanti e di quelle che non ci sono piu'. Guarda un filo d'erba al vento e sentiti come lui. Ti passera' anche la rabbia. Ti saluto, Oriana e ti auguro di tutto cuore di trovare pace. Perche' se quella non e' dentro di noi non sara' mai da nessuna parte.
  • Scontro interno tra i grillini:
    chieste le dimissioni di Bisonni

    81 - Nov 4, 2015 - 23:32 Vai al commento »
    Scommetto che non si è ridotto lo stipendio!!!!!
  • I vigili bloccano l’autobus per Macerata
    Multa di 2mila euro e libretto confiscato

    82 - Ott 24, 2015 - 3:28 Vai al commento »
    ...è colpa di Marino!!!!
  • Carabinieri, ecco i rinforzi:
    arrivano 20 nuovi militari

    83 - Ott 15, 2015 - 19:44 Vai al commento »
    Ma tutti in montagna sono stati assegnati??????
  • Jesus Christ Superstar
    trionfa allo Sferisterio

    84 - Set 5, 2015 - 10:02 Vai al commento »
    Ted Superstar!!!!
  • “Il Pd usato per tornaconti personali”
    L’accusa di 34 democrat

    85 - Ago 2, 2015 - 11:29 Vai al commento »
    Francesco Giubileo è il segretario del PD di Montefano.
  • La fermano per strada
    e le portano via due collanine d’oro

    86 - Lug 21, 2015 - 2:23 Vai al commento »
    E' successo anche ad un anziano signore a Montefano sabato scorso,credo che siano le stesse persone!!!
  • Ladri in Comune:
    saccheggiate le casseforti

    87 - Lug 6, 2015 - 14:51 Vai al commento »
    I comuni non hanno più un euro, che volevano rubare??????Gli unici ad averci i soldi oggi sono le banche!!!!!!!
  • Pantana tra soddisfazione e rabbia
    “Il 75% degli elettori
    ha bocciato Carancini”

    88 - Giu 15, 2015 - 13:41 Vai al commento »
    ...il 99,9% invece ha bocciato la Pallotto...
  • Gli eletti in consiglio regionale
    Sciapichetti e Micucci (Pd), Marconi (Udc)
    Leonardi, Zura e Bisonni all’opposizione

    89 - Giu 1, 2015 - 12:54 Vai al commento »
    15 eletti del PD, 15 uomini...alla faccia delle quote rosa...
  • Messi, musica in piazza e visita
    al centro sociale: “Mai a destra”
    Pallotto: “Noi diversi da Grillo”

    90 - Mag 29, 2015 - 21:28 Vai al commento »
    Ho notato che al comizio della Pallotto c'erano 6 persone di cui una di quelle 6 era un altro candidato sindaco.
  • Pantana: “Le magagne di Carancini
    tra incarichi per Apm, pezze dell’ultim’ora
    e asilo ai black block”

    91 - Mag 27, 2015 - 8:26 Vai al commento »
    Questi vedono black block ovunque!!!!!!!!....Quanti danni ha fatto il ventennio Berlusconiano!!!!! Fuck!
  • Comizi in centro storico
    dai 5Stelle a Forza Nuova
    Piazza Battisti diventa agorà

    92 - Mag 17, 2015 - 12:04 Vai al commento »
    io invece non mi spiego l'utilità di forza nuova...forse per rubare 4 voti al centrodestra!
  • Magica Maceratese
    AfferRATA la Lega Pro

    93 - Mag 3, 2015 - 19:01 Vai al commento »
    Complimenti!!!!!! ;)
  • L’esercito dei 607 candidati consiglieri

    94 - Mag 2, 2015 - 22:29 Vai al commento »
    ...a Macerata ci sono più candidati che elettori....
  • Sit-in e proteste per Salvini all’Hotel House
    A Macerata si stringe per l’accordo Menghi-Lega

    95 - Apr 27, 2015 - 15:36 Vai al commento »
    Salvini è andato all'Hotel House ad investire i soldi dei contributi pubblici in "diamanti"...
    96 - Apr 27, 2015 - 9:22 Vai al commento »
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/23/lega-matteo-salvini-e-il-vizio-di-fare-assumere-le-compagne-negli-enti-pubblici/1068937/
  • Lube, la furia di patron Giulianelli:
    “Vi allenerete fino al 30 giugno”

    97 - Apr 23, 2015 - 22:06 Vai al commento »
    Invece di allenarsi fino al 30 giugno li può trasferire dentro le sue fabbriche a montar le "ante"....
  • Pantana One woman show
    “Con noi si cambia,
    basta al ciaffismo”

    98 - Apr 21, 2015 - 9:44 Vai al commento »
    Ma cos'è una coalizione di centro-destra-sinistra??????...non ce se capisce più niente!!!!
  • Sesso virtuale su Skype con una bionda,
    imprenditore finisce ricattato

    99 - Apr 17, 2015 - 17:46 Vai al commento »
    Su Facebook mi arriva di media 1 richiesta d'amicizia al giorno di ragazze che vogliono fare sesso on line su Skype, Signori state attenti!!!!
  • #CMettolafaccia
    Cresce la squadra degli opinionisti

    100 - Apr 18, 2015 - 3:38 Vai al commento »
    Tirate fuori le "palle" gente che fate più bella figura!!!!
    101 - Apr 16, 2015 - 20:55 Vai al commento »
    Sig.Ciarulli io non mi nascondo dietro un nick-name, se devo dire una cosa voglio che dall'altra parte si sappia chi sono!!!!!! Ps: Non mi serve "farmi bello" per commentare un articolo di un giornale on-line!!!
    102 - Apr 15, 2015 - 19:52 Vai al commento »
    Con questa iniziativa si vede chi ha davvero gli attributi!!!!!!!!
    103 - Apr 13, 2015 - 20:51 Vai al commento »
    Proporrei una giornata evento di "Cronache Maceratesi"...io mi offro volontario per mettere la musica!!!
  • Guarire dall’effetto serra
    studiando l’Antartide
    La sfida di una montefanese

    104 - Gen 18, 2015 - 12:01 Vai al commento »
    Brava Silvia!!!!!!!
  • Circondato l’Hotel House:
    in manette i pusher d’oro,
    guadagnavano 90mila euro al mese

    105 - Nov 22, 2014 - 20:49 Vai al commento »
    Great Luciano!!!
  • Sette case visitate dai ladri:
    falliscono 5 colpi, 2 a segno

    106 - Nov 19, 2014 - 23:58 Vai al commento »
    ...se le forze dell'ordine invece di concentrarsi soltanto il fine settimana per togliere le patenti a chi si và a divertire perlustrassero le comunità tutti i giorni vedrete che i furti diminueranno....
  • La Croce Rossa salva i sette afghani
    da un’altra notte al freddo
    tra l’indifferenza della Civitas Mariae

    107 - Nov 16, 2014 - 2:11 Vai al commento »
    “Gli italiani non hanno lavoro e ai rifugiati diamo 40 euro al giorno”. “Noi se stiamo senza lavoro non riceviamo un euro, a loro invece li manteniamo senza far niente”. Frasi ripetute spesso, come un ritornello, in questi giorni di scontri nella periferia romana, per spiegare il clima di insofferenza dei cittadini nei confronti dei migranti ospitati nei centri di accoglienza. Ma quanti soldi ricevono davvero i migranti, i richiedenti asilo e i rifugiati? E chi sono i minori non accompagnati, finiti al centro delle polemiche dopo le rivolte scoppiate nella periferia est della capitale? Quaranta euro versati in media alle cooperative, meno di tre euro ai migranti. Il costo medio per l’accoglienza di un richiedente asilo o rifugiato è di 35 euro al giorno. Un importo non definito per decreto, ma calcolato in base alla valutazione dei costi di gestione dei centri. Gli enti locali che decidono di partecipare al bando Sprar (Sistema di protezione e accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo), come l’ultimo del 2014-2016, hanno l’obbligo infatti di presentare un piano finanziario che deve essere approvato dalla commissione formata da rappresentati di enti locali (comuni, province e regioni), del ministero dell’interno e dell’Unhcr. Le spese di gestione per migrante, valutate in media intorno ai 35 euro pro capite al giorno, possono subire dunque delle variazioni da regione a regione, secondo il costo della vita del posto e l’affitto delle strutture. Questi soldi però, dai 35 ai 40 euro al giorno, non finiscono in tasca agli ospiti dei centri ma vengono dati alle cooperative, di cui i comuni si avvalgono per la gestione dell’accoglienza. E servono a coprire le spese per il vitto, l’alloggio, la pulizia dello stabile e la manutenzione. Una piccola quota copre anche i progetti di inserimento lavorativo. Della somma complessiva, solo 2,5 euro in media – il cosiddetto pocket money – è la cifra che viene data ai migranti per le piccole spese quotidiane (dalle ricariche telefoniche per chiamare i parenti, alle sigarette, alle piccole necessità come comprarsi una bottiglia d’acqua o un caffè). 

I soldi per l’accoglienza vengono presi dal fondo ordinario che il ministero dell’interno ha a disposizione per l’immigrazione e l’asilo. “L’accoglienza dei richiedenti asilo è una risposta alla convenzione dei diritti dell’uomo e alla nostra costituzione”, spiega Daniela Di Capua, direttrice del servizio centrale Sprar: In questi giorni sono state dette molte cose sbagliate che vanno chiarite. Innanzitutto i 40 euro al giorno non vengono dati in nessuno modo ai richiedenti asilo e ai rifugiati. Sono soldi erogati per la gestione dei centri, che vanno a chi si prende la responsabilità di gestirli. Servono dunque a pagare gli operatori, l’affitto ai privati degli immobili, i fornitori di beni di consumo. Una piccola quota va per gli interventi di riqualificazione professionale, come i tirocini, orientati a permettere ai migranti di vivere in autonomia una volta usciti dal sistema di accoglienza. E solo una quota residua viene data direttamente a loro. Si tratta del pocket money, pochi euro per le piccole spese quotidiane. Queste risorse fanno parte di un fondo ordinario del ministero. Non sono spese straordinarie. Per quanto riguarda i minori non accompagnati, il discorso è diverso e il costo pro capite varia a seconda delle rette delle singole comunità di accoglienza. “Questo dipende dal fatto che per i minori non accompagnati si fa riferimento a una normativa diversa, rispetto agli adulti, originariamente indirizzata ai minori allontanati dalle famiglie in Italia”, continua Di Capua. “La competenza è dei comuni che si avvalgono per la gestione delle comunità di accoglienza. Queste devono assicurare anche un servizio sociale e di tutela, che comporta una spesa maggiore. Le rette possono dunque superare anche i 140 euro, ma per quelli che rientrano nello Sprar, indipendentemente dalla rette della comunità, noi eroghiamo 80 euro al massimo. Il ministero sta comunque lavorando per abbattere i costi di queste rette, pensando a una differenziazione anche per fasce d’età”. In tutto sono 11mila i minorenni non accompagnati arrivati quest’anno in Italia. Si tratta di ragazzi, di età media tra i 12 e i 17 anni, che arrivano da soli sul territorio italiano. La maggior parte sono maschi e provengono dall’Afganistan, dal Nord Africa e dalla Siria. Spiega Di Capua: “Alcuni di loro sono stati aiutati a fuggire da zone di guerra o di conflitto dai genitori e hanno diritto a fare richiesta d’asilo. Altri vengono per lavorare o sono vittime dei trafficanti. In ogni caso per tutti, anche per i non richiedenti asilo, c’è un obbligo di tutela fino alla maggiore età”. FONTE "INTERNAZIONALE"
  • Furto nella notte, rubata auto a dj

    108 - Apr 15, 2014 - 21:00 Vai al commento »
    grazie per l'articolo!!! se vedete in giro una FIAT UNO BLU MARE TARGATA MC378299  fatemi un fischio!!!! grazie!!!!!
  • Spaccio di cocaina,
    34enne arrestato

    109 - Feb 18, 2014 - 15:42 Vai al commento »
    che fine fanno i soldi sequestrati durante le operazioni antidroga?????
  • Muore a quattro anni
    Lottava contro il neuroblastoma

    110 - Gen 29, 2014 - 0:54 Vai al commento »
    che tristezza!  :(   una preghiera!
  • Maxioperazione contro il lavoro nero
    Al setaccio night, tomaifici e cantieri

    111 - Nov 25, 2013 - 21:20 Vai al commento »
    parrucchieri,fiorai,dentisti,medici specialisti,ecc.ecc. c'è molto da pijà!!!!!
  • Rave party “autorizzati”
    alla Foce dell’Asola

    112 - Ott 4, 2013 - 12:25 Vai al commento »
    chi ha rovinato il mondo è stata gente con giaccae cravatta e non gente con tatuaggi e oggetti metallici!!!!!!!
  • Dieci anni fa l’Italia al buio

    113 - Set 28, 2013 - 13:11 Vai al commento »
    ...credete ancora alla storia dell'albero caduto sul traliccio???????
  • Lube-Civitanova,
    vicino l’accordo sportivo
    La società vuole gli spazi commerciali

    114 - Set 10, 2013 - 12:53 Vai al commento »
    La Lube è di Treia?...perchè non lo fanno a Treia il palazzetto....
  • Anche l’ex premier Mario Monti
    svegliato dal terremoto

    115 - Lug 22, 2013 - 9:12 Vai al commento »
    ma Monti alloggia all'Hotel House????
  • Spaccio via Facebook
    Denunciati 4 pusher giovanissimi

    116 - Lug 19, 2013 - 11:51 Vai al commento »
    ...è ora scossa di legalizzare la marijuana e i suoi derivati!
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy