Macerata sogna la Lega Pro
Sei partite per tagliare il traguardo

LA CORSA DELLA CAPOLISTA - I biancorossi hanno quattro punti di vantaggio sul Fano. La città vuole tornare tra i professionisti dopo quattordici anni. Giovedì alle 15 in campo a Matelica, il 26 aprile insidiosa trasferta a San Benedetto
- caricamento letture

 

 

Il cammino della Maceratese in questa stagione giornata per giornata

Il cammino della Maceratese in questa stagione giornata per giornata

Il rigore parato da Saitta ad Esposito nel march di ieri contro il Chieti

Il rigore parato da Saitta ad Esposito nel match di ieri contro il Chieti

 

di Andrea Busiello

Sei finali da vincere per coronare un sogno. Dopo il deludente pareggio interno contro il Chieti (leggi l’articolo), il vantaggio della capolista Maceratese sul Fano è sceso a quattro punti. Sembra invece essere definitivamente fuori dai giochi la Sambenedettese che, dopo il ko interno con la Vis Pesaro, è scesa a -10 dalla prima. La formazione granata è probabilmente quella con più benzina in corpo in questo rush finale e gli ultimi risultati conquistati dimostrano tutto il valore di Sivilla e compagni: vincere 3 a 0 contro la Fermana di questi tempi è un bel segnale. I ragazzi di mister Magi sanno benissimo che la promozione in Lega Pro la decideranno loro, a prescindere dai risultati che domenica dopo domenica matureranno sugli altri campi. Il cammino di Kouko e compagni fino ad oggi è stato impressionante. Diciotto vittorie, dieci pareggi e zero sconfitte. La società ha creato una squadra formidabile, merito della tenacia della presidentessa Tardella e del duo Magi-Gagliardini.

Il calendario delle prossime partite

Il calendario delle prossime partite

 

La Maceratese festeggia il successo sul Campobasso

9/11/2014 – La Maceratese festeggia il successo sul Campobasso per 3 a 0

Ci sono alcune domeniche che hanno dato la sensazione di come questa Maceratese meriti ampiamente il primato solitario sin dalla prima di campionato. Soprattutto in casa i biancorossi hanno costruito la loro classifica. Il 3 a 0 ai danni del Campobasso nella gara d’andata ha dato la sensazione di come i ragazzi allenati da Beppe Magi siano solidi e al tempo stesso abili nel giocare a viso aperto con squadre dall’elevato potenziale tecnico (leggi l’articolo). Da non dimenticare la straordinaria rimonta ai danni del Matelica (leggi l’articolo), quando all’Helvia Recina a pochi minuti dalla fine gli ospiti erano in vantaggio 2 a 0: con un uno-due micidiale nel finale di partita Belkaid e compagni hanno mantenuto l’imbattibilità. I derby con Samb e Civitanovese hanno dimostrato quanto i biancorossi sono solidi e tenaci. Nel primo caso, sotto 1 a 0, Kouko e compagni sono stati abili a ribaltare il risultato e chiudere sul 3 a 1 finale (leggi l’articolo) mentre nel derbissimo è stata decisiva l’inzuccata dell’evergreen Mirko Garaffoni (leggi l’articolo).

La gioia dei biancorossi dopo il gol del pareggio contro il Matelica

23/11/2014 – La gioia dei biancorossi dopo il gol del 2-2 definitivo contro il Matelica

Con diciotto punti ancora a disposizione tutto può succedere da qui alla fine. Difficile, se non impossibile, dire chi delle prime due abbia il calendario più agevole da qui al termine del campionato. Andiamo a vederlo settimana dopo settimana. Giovedì due derby: la Maceratese sarà in campo alle 15 a Matelica mentre il Fano giocherà in posticipo serale alle 20.30 a Jesi. Dopo la sosta pasquale, domenica 12 aprile, altra trasferta per la capolista in campo a Castelfidardo mentre i granata se la vedranno con il temibile Campobasso. Il calendario della quart’ultima giornata propone il derby Maceratese-Recanatese e la trasferta a San Nicolò per il Fano. La domenica successiva la prima della classe sarà in campo a San Benedetto mentre Borrelli e soci ospiteranno la disperata Vis Pesaro. Il calendario della penultima giornata prevede Maceratese-Agnonese e Chieti-Fano. L’ultima giornata, in programma domenica 10 maggio, mette in calendario Giulianova-Maceratese e Fano-Matelica.

La Maceratese raccoglie l'applauso della tribuna dopo la vittoria sulla Sambenedettese

14/12/2014 – La Maceratese raccoglie l’applauso della tribuna dopo la vittoria sulla Sambenedettese per 3 a 1

Il rush finale si preannuncia mozziafiato. Il tempo delle chiacchiere e delle statistiche passa in secondo piano subito. Giovedì è in programma la prima delle sei finali. Vincere il derby di Matelica per la Maceratese potrebbe significare tantissimo, anche perchè sulla carta sembra essere uno degli ostacoli più duri da superare in questo finale di stagione. Mai come in questo frangente, sarà decisivo anche l’apporto di tutta la città per riportare la formazione biancorossa tra i professionisti dopo quattordici anni dall’ultima apparizione culminata con la retrocessione dopo i play out persi contro il Faenza nella stagione 2000/01. I tifosi stanno vivendo un sogno, quello di tornare in Lega Pro dopo oltre un decennio. E per far si che il sogno si avveri il dodicesimo uomo in campo sarà fondamentale in tutte le gare che si giocheranno da qui alla fine del campionato.

***

SOMMA ALGEBRICA – La rubrica settimanale di Enrico Maria Scattolini: Mister Magi teme il Fano, “Ha un calendario più facile” (leggi l’articolo).

La papera di Agresta decise il match d'andata tra Civitanovese e Maceratese

21/9/2014 – La papera di Agresta decise il match d’andata tra Civitanovese e Maceratese

 

Marco Croce dopo il gol decisivo nel derby d'andata

21/9/2014 – Marco Croce dopo il gol decisivo nel derby d’andata

Mirko Garaffoni firma il gol vittoria contro la Civitanovese

25/1/2015 – Mirko Garaffoni firma il gol vittoria contro la Civitanovese



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =