Il derby si tinge ancora di biancorosso
Maceratese sempre più capolista
La Civitanovese scivola all’Helvia Recina

SERIE D - I biancorossi vincono 3 a 2 e allungano in vetta (+6 su Fano e Samb). Decisiva la rete del difensore Garaffoni all'81'. Sblocca Ferri Marini, pareggia Amodeo, poi un rigore per parte. La città sogna ad occhi aperti il salto di categoria
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

(In alto la galleria fotografica)

 

Esultanza Maceratese

La festa dei giocatori della Maceratese a fine gara

 

di Andrea Busiello

(foto-servizio di Lucrezia Benfatto e Guido Picchio)

E’ la squadra più forte a vincere il derby dell’Helvia Recina, giocato dinanzi ad una splendida cornice di pubblico (oltre 4.500 spettatori). La Maceratese si impone 3 a 2 sulla Civitanovese e bissa il successo dell’andata (leggi l’articolo) al termine di un match vibrante, giocato sul filo dei nervi e con elevato ardore agonistico su ambo i fronti per tutti i 95’  (ben nove ammoniti).

derby (3)

COMPLEANNO VINCENTE - La presidente Maria Francesca Tardella in tribuna: vittoria del derby come regal di compleanno

COMPLEANNO VINCENTE – La presidente Maria Francesca Tardella in tribuna: vittoria del derby come regal di compleanno

Grazie al successo odierno e al contemporaneo pareggio del Fano, la classifica della Maceratese sorride: sono sei i punti di vantaggio sul tandem composto dai granata e dalla Samb ed è festa grande per tutti i tifosi biancorossi che vedono sempre più da vicino il sogno Lega Pro. Sogno macchiato dalle critiche condizioni di salute del tifoso Daniele Elia (leggi l’articolo), ricoverato a Torrette dopo l’esplosione di un petardo in mano. E’ stato Garaffoni l’uomo derby con il suo imperioso stacco di testa al 36’ del secondo tempo a rompere l’equilibrio dettato dalle precedenti reti di Ferri Marini e Romano per i biancorossi e dalla doppietta del solito, devastante, bomber Amodeo per i rossoblu. Miglior regalo per i suoi 55 anni non poteva chiedere la presidentessa Maria Francesca Tardella che oggi festeggiave il compleanno e dpo aver vinto il derby crede sempre più nel salto di categoria.

La tifoseria della Maceratese

La tifoseria della Maceratese

TIfosi Maceratese (11)

I festeggiamenti dopo il gol di Garaffoni

LA CRONACA – E’ della Maceratese la prima occasione del match con la conclusione di Romano al 3’ e Silvestri che si oppone in due tempi. Al 10’ bella giocata della formazione di casa con Ferri Marini che serve D’Antoni ma l’attaccante sbuccia la palla e non riesce a gonfiare la rete da buona posizione. Inizio forsennato dei locali: al 12’ calcio d’angolo con spizzata di Kouko, arriva Marini che di testa colpisce il palo sciupando una ghiotta chance. Botta e risposta nel giro di due minuti. Al 15’ gol della Maceratese con Ferri Marini che realizza in area di sinistro su assist di Kouko a conclusione di una bellissima azione dei biancorossi. Risposta immediata dei rossoblu che al 16’ pareggiano subito con Amodeo, di giustezza in area sfruttando un preciso assist di Degano.

La tifoseria della Civitanovese

La tifoseria della Civitanovese

Daniele Ferri Marini, autore della prima rete della Maceratese

Daniele Ferri Marini, autore della prima rete della Maceratese

Il match diventa entusiasmante: al 26’ fallo in area di Cossu su D’Antoni e calcio di rigore per i biancorossi. Sul dischetto fredda la trasformazione di Romano e Maceratese di nuovo in vantaggio. Al riposo Maceratese avanti 2 a 1. Ad inizio ripresa dubbio calcio di rigore in favore della Civitanovese per un presunto fallo di Garaffoni su Aquino al 3’. Dal dischetto Amodeo realizza e ristabilisce la parità. Bella la conclusione di Ferri Marini al minuto otto ma Silvestri di oppone. Al 18’ ci prova Croce ma la sua conclusione da dentro l’area termina alta.

 

derby (8)

Al 24’ è D’Antoni a sciupare una buona opportunità: assist di Ferri Marini e l’attaccante che però conclude in maniera debole tra le mani di Silvestri. Al 35’ altra grande chance per la Maceratese ma D’Antoni tira ancora una volta debole da dentro l’area e per Silvestri è facile mandare in corner. E’ sugli sviluppi del corner di Villanova al 36’ che la Maceratese si riporta in vantaggio con Garaffoni che prende l’ascensore e stacca di testa mettendo alle spalle di Silvestri. Il finale è di sofferenza per la Maceratese e di speranza per i rossoblu: il triplice fischio finale di Volpi di Arezzo regala la vittoria per 3 a 2 della Maceratese.

La tribuna dell'Helvia Recina

La tribuna dell’Helvia Recina

La gioia di mister Magi

La gioia di mister Magi

Il tabellino:
MACERATESE: Fatone 5.5, Cordova 6.5, D’Alessio 6.5, Croce 6.5, Garaffoni 7.5, Marini 6, De Grazia 6.5, Romano 7, D’Antoni 5.5 (83’ Petti sv), Ferri Marini 6.5 (74’ Villanova 6.5), Kouko 6.5 (89’ Bartolini sv). All: Magi.
CIVITANOVESE: Silvestri 6, Ficola 5.5, Mioni 6, Bensaja 5.5, Aquino 5.5, Cossu 4.5, Forgione 5.5 (51’ Massaccesi 6), Bigoni 5.5 (86’ Biagini sv), Amodeo 7.5, Degano 6.5, Shiba 5.5 (72’ Margarita 5.5). All: Mecomonaco.
ARBITRO: Volpi di Arezzo.
RETI: 15’ Ferri Marini, 16’ Amodeo, 27’ (rig.) Romano, 49’ (rig.) Amodeo, 81’ Garaffoni.
NOTE: Spettatori oltre 4.500. Ammoniti Cossu, Massaccesi, Bensaja, De Grazia, Romano, Garaffoni, Cordova, Villanova.

Un Babbo Natale in gradinata

Un Babbo Natale in gradinata

Anche Federico Melchiorri in tribuna

Anche Federico Melchiorri in tribuna

Esultanza MAceratese

TIfosi Civitanovese (6)

La presidente tardella con il nuovo consulente tecnico Giulio Spadoni

La presidente Tardella con il nuovo consulente tecnico Giulio Spadoni

derby (4)

derby (11)derby (7)TIfosi Civitanovese (2)

TIfosi Civitanovese (3)

derby (5)

TIfosi Maceratese (12)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X