Scarti alle isole ecologiche: “Perché non è possibile recuperarli?”

LA LETTERA - Luca Tombesi lamenta l'impossibilità di riutilizzare il materiale che viene conferito e che poteva essere utile anche ad anziani e persone meno abbienti: "Era un modo intelligente di ridare vita a cose vecchie, ora non è più possibile"
- caricamento letture

Isola Ecologica - Recanati -Dal nostro lettore Luca Tombesi riceviamo:

«Scrivo questa lettera per segnalare che da qualche tempo non è più possibile prelevare materiale dalle isole ecologiche, in quanto tutto il materiale conferito diventa automaticamente proprietà del Cosmari. Fino al qualche tempo fa questi oggetti gettati via, ma ancora in buono stato, venivano recuperati e riutilizzati sia da persone bisognose sia da chi, come me si diletta a costruire oggetti d’artigianato con materiali di scarto e a restaurare vecchi mobili. In tempi di crisi è un controsenso che tante cose ancora utili diventino rifiuti. Non so quale fine facciano questi oggetti se distrutti, riciclati o finiscano nel giro dei mercatini dell’usato a guadagno di pochi. Ricordo come fino a poco tempo fa le isole ecologiche erano meta di anziani con la passione delle riparazioni, extracomunitari che cercavano qualche mobile per sistemare le loro povere case o semplici appassionati di roba vecchia come me. Lo trovavo un modo intelligente e virtuoso di ridare vita alle cose vecchie. Ora tutto questo non è più possibile perché quell’immondizia vale come l’oro per chi la smaltisce e non può esserne disperso nemmeno un grammo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X