A Sarnano crolla il muro di cinta dell’hotel Ai Cerchi

- caricamento letture
sarnano_park_eurospin

Il piazzale del supermercato Eurospin

di Marco Cencioni

Non accenna ad arrestarsi la pioggia che sta flagellando la provincia. A Sarnano si contano diverse situazioni critiche ma tutte sotto controllo, sviluppatesi nel corso della notte scorsa, dove tra mezzanotte e le due si è raggiunto il picco di intensità di precipitazioni.
“Ero a letto ed ho sentito un tonfo, ma ho pensato ad un incidente, non immaginavo che potesse accadere una cosa del genere”. Con queste parole la titolare dell’ hotel ristorante ai Cerchi di Sarnano, Stefania Cittadini, racconta il momento in cui è franato il muro di cinta che costeggia l’albergo. “Mi hanno telefonato pochi minuti dopo, intorno all’una, per informarmi dell’accaduto. Il terreno, vicino alla piscina, non ha retto la quantità d’acqua caduta in questi giorni e il boschetto antistante è crollato sopra il muro, che è poi franato in mezzo alla strada”.
Fortunamente, lungo via Alcide de Gasperi, in quel momento non transitavano automobili. La strada è stata immediatamente chiusa e nella mattinata gli operai del Comune hanno sgomberato una corsia per permettere la riapertura al traffico. Altre frane si sono registrate nelle contrade Pianelle e Borghetti, come in via primo Maggio, dove si è dovuto intervenire per interdire una parte del parcheggio, visto il rischio di cedimento del terreno sovrastante. Infine, nel piazzale del supermercato Eurospin, in contrada Campanotico, la recinzione che delimitava una scarpata è crollata all’interno, trascinando con sé un albero al quale era appeso il faro con cui veniva illuminato il parcheggio.

 

 

 

 

Sarnano-muro-di-cinta-crollato2-650x487

Il muro di cinta dell’hotel Ai Cerchi è franato

Sarnano-muro-di-cinta-crollato   sarnano_park_eurospin2-e1384268851965-487x650



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X