“La maggioranza non riesce a fare il bilancio”
Dall’opposizione nuove accuse a Silenzi

CIVITANOVA - Non si placa la polemica politica sulle risorse riservate alle spese legali. Nel mirino del centrodestra anche la situazione sulla manovra economica dell'amministrazione attuale
- caricamento letture

 

silenzi-mobili

Massimo Mobili e Giulio Silenzi

“La difesa di Silenzi fa acqua”. Nuovo attacco dell’opposizione alle parole del vicesindaco sulla questione parcelle legali (leggi l’articolo): dopo che Giulio Silenzi ha definito come “un clamoroso autogol” le obiezioni portate dalla minoranza che ha ripescato vecchie parcelle legali inviate dagli avvocati alla provincia di Macerata, la federazione del centrodestra puntualizza alcuni passaggi: “Non abbiamo detto che i debiti fuori bilancio della Provincia, riconosciuti dal commissario Calvosa, sono relativi a parcelle arrivate all’epoca  della presidenza Silenzi, ma solo che lui, pur conoscendo l’esistenza di questi pesanti contenziosi iniziati sempre con la sinistra, non stanziò nemmeno un euro in bilancio. Mobili, invece, tutti gli anni lo ha fatto, anche nel 2011 dove sono state pagate parcelle per oltre 200 mila €.  Bisogna essere onesti e dire come in realtà stanno i fatti: le spese di cui parla Silenzi,  non sono di certo consulenze, tanto care alla sinistra, ma cause dove l’ente e’ stato chiamato a difendersi o meglio ancora dove è dovuto intervenire per tutelare l’interesse pubblico, tanto che tra i 500 mila euro di sospesi denunciati da Silenzi, ci sono parcelle per almeno 150 mila €, arrivate solo ad Aprile 2012, relative ad una causa ambientale partita nei primi anni ’90, che ha portato nelle casse pubbliche oltre 2 milioni di € di risarcimento da parte dei privati e guai se l’ente non si fosse attivato”.  E chiudendo la questione parcelle l’opposizione rilancia chiedendo al vicesindaco di fornire risposte su temi concreti: “ai cittadini non interessano questi giochetti con i  numeri, al contrario vogliono risposte concrete su Tarsu, Imu, buoni pasto e rette asili nido, perché il vero motivo per il quale non riescono ad approvare il bilancio non sono le spese legali,  ma i forti contrasti esistenti all’interno della maggioranza: e’ oramai noto che esiste una folta fronda di consiglieri che vorrebbe mantenere bassa la pressione fiscale dato il particolare momento e chi invece come Silenzi, questa sensibilità non ce l’ ha e vuole più risorse per giochi e cotillon”.

(l. b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1