Debiti con gli avvocati, Silenzi:
“Altro clamoroso autogol del centrodestra”

CIVITANOVA - Il vicesindaco smentisce le affermazioni dell'opposizione: "Le parcelle si riferiscono a incarichi conferiti per contenziosi precedenti al 2004, quindi prima del mio insediamento in Provincia, e le fatture sono state presentate dopo il termine della mia amministrazione"
- caricamento letture

 

IMG_2343-300x224

Giulio Silenzi

di Laura Boccanera

“Sulle parcelle i consiglieri di centrodestra hanno fatto un clamoroso autogol, li ringrazio così mi danno la possibilità di spiegare, consiglio loro di dedicare, come opposizione, maggior tempo nella stesura dei comunicati e nel leggere e approfondire i documenti”.Replica così il vicesindaco Giulio Silenzi a quanto denunciato ieri dalla federazione del centrodestra (leggi l’articolo) che aveva riportato una delibera provinciale per dimostrare che anche ai tempi della presidenza di Silenzi vi erano dei debiti non assolti nei confronti di alcuni avvocati. Ma in effetti delle incongruenze ci sono e Silenzi ribatte punto su punto a cominciare dal debito di 577mila euro: “la maggior parte della cifra risale a molti anni fa: due cause sono del 2008 per un ammontare di 60mila euro, 25 sono del 2010 per 140mila euro, quindi non sono affatto recenti e bisogna tenere conto di quando è stata presentata la parcella. Chiedo ancora: perchè fatture presentate nel 2008 non sono state messe in bilancio?”. Ma la “cantonata” maggiore riguarderebbe invece la comparazione fra quanto fatto dall’amministrazione comunale e da quella provinciale ai tempi della presidenza di Silenzi, da cui l’opposizione aveva tacciato il vicesindaco di “predicare bene ma razzolare male”.

Silenzi infatti conferma di non aver mai lasciato un euro di debito fuori bilancio quando amministrava la provincia: “nel 2009 lasciai a Capponi un ente senza debiti fuori bilancio, dal 2004 al 2009 l’ufficio legale della provincia ha seguito 160 cause di cui 145 vinte e 15 perse. In 5 anni sono stati dati solo 8 incarichi legali esterni, grazie anche alla collaborazione proficua con il segretario Mariotti che arriverà a Civitanova e che ha lavorato su questi temi”. Ma l’autogol, come lo definisce Silenzi, sarebbe proprio nella determina del Commissario Calvosa fornita dalla minoranza: “le parcelle presentate dagli avvocati sono per contenziosi precedenti al 2004 (quindi prima dell’insediamento di Silenzi in Provincia) e le fatture sono state presentate dopo il termine della mia amministrazione”. Infatti dal documento istruttorio, atto n°12 si evince che la parcella dell’avv. Perticarari è stata presentata il 13 aprile 2010 ed è relativa ad un contenzioso partito nel 1995. Per la prestazione di Mandrelli, il legale ha presentato la fattura per un incarico conferito nel 2000 il 14 dicembre 2009 mentre l’avvocato Acquaroli l’ha presentata il 25 marzo 2010 per un incarico conferito nel 2003. Amaro il commento di Silenzi: “è l’ennesimo attacco personale nei miei confronti, ma voglio rassicurare l’opposizione che di “parcelle non perisco” anzi, questo evidenzia ancora di più la differenza fra il modo di amministrare del centrodestra e quello che invece intendiamo fare noi, grazie anche alla preziosa collaborazione che nascerà con Mariotti. L’opposizione scrive cose smaccatamente false, senza approfondire, leggere e senza trovare il tempo necessario per fare un comunicato efficace, è un clamoroso autogol. Ma la partita debiti fuori bilancio non si esaurisce qui” – conclude il vicesindaco aprendo ipotesi di ulteriori sorprese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X