Romagnoli: “Il sindaco
paga un’altra cambiale”

L'ex assessore del Pd di Tolentino incalza sulla polemica sorta per la gestione dell'Informagiovani
- caricamento letture

Marco-Romagnoli

Ancora polemiche a seguito del mancato rinnovo della gestione dello sportello Informagiovani di Tolentino al Glatad. Il consigliere comunale del Pd ed ex assessore Marco Romagnoli “pur esprimendo personale stima nei confronti dell’assessore Pieroni” dichiara di sentirsi “deluso”, da cittadino e amministratore, “dalla sua risposta chiarificatrice sul mancato rinnovo della convenzione per l’Informagiovani al Glatad con conseguente assai sollecito affidamento alla “Modavi onlus” di Roma. Ben comprendiamo che Pieroni abbia dovuto difendere una scelta collegiale e ben ci guardiamo dall’avanzare attacchi al neo assessore ai servizi sociali sulla cui serietà indiscussa vorremo continuare a contare. Il Glatad, che ha ben operato in questi anni, è stato estromesso per meri interessi partitici (nemmeno politici!).

Per quale motivo altrimenti, con una procedura peraltro biasimevole e priva di evidenza pubblica, si è andati a pescare un’associazione romana? Non vi erano a Tolentino giovani, anche di area diversa da quella che ha governato la città prima dell’avvento di Pezzanesi, in grado di associarsi tra di loro per gestire tali servizi? Pezzanesi non ha voluto lavorarci nemmeno un po”, tanta era la necessità di saldare un’altra cambiale a chi l’ha sostenuto. Ecco quindi arrivare a Tolentino” afferma Romagnoli “un’associazione romana, la cui inclinazione politica (area Alemanno-La Russa) è facilmente deducibile dalla lettura del proprio sito. Un’associazione sponsorizzata dall’ex presidente (lo è stato per dieci anni) Marco Scurria, attualmente eurodeputato Pdl. Questo è quanto questa giunta riesce a fare per valorizzare i nostri giovani senza occupazione. Complimenti! Ci auguriamo che sulla scorta di questa segnalazione almeno l’addetto al front office sia scelto tra i tanti bravi giovani tolentinati che hanno tanta voglia di fare e professionalità, a prescindere dalla loro tessera di partito. Che Pezzanesi segua da vicino il modello Alemanno è ulteriore elemento di preoccupazione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X