La contromanovra del Pdl
“I cittadini non possono sborsare 17mln”

MACERATA - Aliquote Imu nel mirino dell'opposizione che presenta una sua proposta. Intanto spunta in commissione bilancio un documento triennale per le opere pubbliche, ma le annunciate piscine di Fontescodella non vengono nemmeno menzionate
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Conferenza-stampa-Pdl-Imu-Riccardo-Sacchi-e-Fabio-Pistarelli-1-300x225

Riccardo Sacchi e Fabio Pistarelli

 

di Filippo Ciccarelli

“Anche un bambino di due anni sarebbe capace di sistemare i conti alzando le tasse. Non occorre aver frequentato le “scuole alte” per prendere queste decisioni, ma in tempo di crisi questo è un ragionamento che non è possibile fare”. E’ netto il giudizio del consigliere Pierfrancesco Castiglioni, che insieme ai suoi colleghi del Pdl boccia su tutta la linea il bilancio redatto dalla giunta. Per questo motivo è stato presentato un ordine del giorno che verrà discusso giovedì 14 giugno, prima della seduta del consiglio comunale, a firma dei consiglieri Formentini, Pistarelli, Sacchi, Castiglioni, Guzzini, Pantana, Luciani del Pdl,  Tacconi e Pizzichini dell’Udc, Giorgio Ballesi della Lista Ballesi e Francesca D’Alessandro di Macerata è nel cuore. I firmatari si propongono di far passare la loro proposta con aliquote Imu più basse e con un gettito meno pesante sulle tasche dei cittadini maceratesi.
“Queste aliquote sono una stangata: la giunta prevede 11.310.220 euro di entrate, e 5.667.559 euro che andranno a finire allo stato. Vuol dire che i cittadini maceratesi sborseranno una cifra intorno ai 17 milioni di euro, contro i 6 milioni della vecchia Ici corrisposti nel 2011” spiega Fabio Pistarelli, capogruppo in consiglio e coordinatore comunale del Pdl “la giunta ha lasciato all’aliquota base del 4 per mille solo l’imposizione sulla prima casa, poi ha applicato valori inaccettabili”.
Andando a scorrere la proposta che l’ordine del giorno chiede di adottare, si notano aliquote 13 volte più basse nella proposta dell’opposizione, uguali in 3 casi (abitazione prima casa, pertinenze prima casa, banche) e maggiori in un caso (quello dei fabbricati produttivi delle attività agricole).

Conferenza-stampa-Pdl-Imu-Formentini

Il consigliere Francesco Formentini

Le abitazioni non locate da due anni pagheranno il 10.6 per mille, il massimo. Ma se sono non affittate vuol dire che probabilmente c’è una difficoltà di locazione, non è che un proprietario la lascia sfitta per un suo vezzo” prosegue Pistarelli “hanno messo l’aliquota sulle aree fabbricabili al 10.6 per mille: in questo momento Macerata è ferma, completamente. I laboratori artigianali, le industrie e gli opifici – cioè gli artigiani e i commercianti, visto che non abbiamo i grandi gruppi qui – al 9.90 per mille”.
Numeri che non piacciono al Pdl, anche perché “un documento del Ministero dell’Economia e delle Finanze ha stimato per Macerata minori trasferimenti nell’ordine di 8.6 milioni di euro, mentre con la manovra della Giunta entrerebbero nelle casse del comune oltre 11.3 milioni”  sottolinea Pistarelli.
“Se anche fossero vere alcune voci secondo cui alla fine i minori trasferimenti da Roma potrebbero avvicinarsi a questi 11 milioni restiamo convinti che al comune basterebbe incassare gli 8.3 che farebbe con la nostra manovra, e potrebbe risparmiarne 3 con alcuni accorgimenti” conclude Pistarelli.
Le ricette dell’opposizione per reperire le risorse mancanti sono di vario tipo: in primis iscrivere nella parte corrente gli oneri di urbanizzazione, invece che in quella destinata agli investimenti, un’operazione da 1.387.000 euro. “Sono sempre stato contrario a mettere nella parte corrente i proventi dai permessi a costruire, ma visto che la legge permette di farlo fino al 75% e che questo è l’ultimo anno” dice Castiglioni “non vedo perché non farlo: entrerebbero soldi che invece vengono presi gravando sulle tasche dei cittadini in un momento dove le tasse nazionali, regionali, le accise e anche le imposte comunali sono alle stelle”.

Conferenza-stampa-Pdl-Imu-Pierfrancesco-Castiglioni

Pierfrancesco Castiglioni

Nel bilancio ci sono anche 400.000 euro di quota disponibile tra i contributi da erogare, a fronte di 2.8 milioni già vincolati, ad esempio per il trasporto pubblico locale, le borse di studio, le quoti associative ed altri servizi. Ma il Pdl propone anche il taglio di due assessori, che garantirebbero il risparmio di 60.000euro netti, oltre al dimezzamento delle sedute del consiglio comunale, per dimezzare anche le spese. Allo studio, per recuperare risorse, anche la vendita di quote o rami d’azienda di società partecipate, che per legge dovranno comunque essere fatte entro breve. Balzano all’occhio le situazioni di Apm e Smea, e secondo il Pdl una vendita di quote porterebbe un beneficio immediato al bilancio 2012, permettendo di abbassare le aliquote Imu.
In ultimo vengono analizzati i contributi straordinari per l’Arena Sferisterio e Musicultura: “Posto che gli impegni presi vanno rispettati, dovremmo rivedere le cifre, visto che per queste due manifestazioni i contributi straordinari ammontano a circa 700.000 euro” sostiene Pistarelli. Gli fa eco Castiglioni: “Io sono molto legato allo Sferisterio, ma siamo sicuri che sia giusto finanziare ogni anno la lirica, quando le famiglie fanno i sacrifici?”. 
Riccardo Sacchi critica l’aumento delle tariffe dell’acqua, decise dall’Ato “con il consenso del rappresentante del comune di Macerata. Tra Imu, aumento dell’Irpef e delle bollette dell’acqua il carico sulle famiglia sarà di circa 700 euro. I 17 milioni di euro che comune e stato si spartiranno con l’Imu sono quasi il triplo dei 6 della vecchia Ici nel 2011. Non si può dare sempre la colpa alla crisi, la città è stata amministrata male anche nell’epoca delle cosiddette vacche grasse, quando non si sono comunque fatte opere come il Palasport o le piscine. A proposito, era stata annunciata una soluzione definitiva per  le piscine di Fontescodella (leggi l’articolo), ma nel programma triennale 2012/2014 dei lavori pubblici e degli investimenti  non c’è traccia di risorse”. Per Marco Guzzini “questo ordine del giorno e le nostre proposte sono la prova che le bugie dell’amministrazione si battono con la politica dei fatti concreti. Carancini e i suoi sono arroccati nel palazzo, si tengono fuori dai problemi dei cittadini. Dov’è quell’assistenza

Conferenza-stampa-Pdl-Imu-Marco-Guzzini

Marco Guzzini

promessa a chi non ce la fa?”. Polemico anche Francesco Formentini: “dando un’occhiata alle opere pubbliche mi sono stancato di vedere proclami con risorse in cantiere non si sa per quando, quando poi ne realizzano il 18-20%.  O sono gli assessori incapaci a rispettare gli impegni, oppure sono gli uffici ad essere incompetenti nel portarli avanti”.

 

 

 

 

 

 

Proposta-Giunta

Le aliquote IMU proposte dalla Giunta (clicca per ingrandire)

proposta-Opposizione

Le aliquote IMU proposte dal Pdl (clicca per ingrandire)

 

 

 

 

 

 

 

programma-triennale

Il programma triennale per i lavori pubblici presentato in commissione bilancio (clicca l'immagine per ingrandire)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X