Il Pd replica a Favia:
“I civitanovesi non hanno l’anello al naso”

I consiglieri provinciali Giuseppina Bruno e Gustavo Postacchini intervengono sulla situazione politica nella città costiera. Anche l'Ancora si smarca dall'onorevole dell'Idv. Corvatta (Fds): "No a spaccature del centrosinistra"
- caricamento letture
Postacchini-Bruno
Gustavo Postacchini e Giuseppina Bruno, Pd
di Laura BoccaneraIl Pd, Claudio Corvatta (Federazione della sinistra) e Marco Diomedi dell’Ancora isolano Favia. Ha scatenato un vespaio di commenti l’intervento di ieri in conferenza stampa del responsabile regionale dell’Idv David Favia e da più parti oggi replicano alle dichiarazioni su sondaggio e alleanze. “Non possiamo nel momento in cui la responsabilità ricade sulle nostre spalle, con il nostro agire favorire una spaccatura che porti il centrosinistra diviso alle elezioni – sostiene Corvatta – e non possiamo accettare una tale divisone basata non su idee differenti per il futuro della città ma su giudizi differenti sugli uomini deputati a sostenerle.Se si sostiene, magari supportati da sondaggi, che una figura politica non riscuote il sostegno popolare, perchè temere le consultazioni primarie dove si può esprimere questa stessa gente?”.

diomedi_marco1-73x95

Marco Diomedi, l'Ancora

Più dura invece la replica di Diomedi che non ci sta a dare interpretazioni sibilline alle parole di Renzo Foresi che ha deciso di appoggiare la candidatura di Silenzi: “La nostra lista è nata con lo scopo di non essere condizionata a sottostare a chi ha sempre fatto della politica la propria immagine -dice Marco Diomedi, Consigliere provinciale della lista La Nostra Provincia e componente dell’Ancora per Civitanova – le ultime dichiarazioni del nostro segretario Renzo Foresi, a nome di tutta l’Ancora per Civitanova, sono state chiare ed inequivocabili: la possibilità di scegliere un candidato esterno ai partiti è caduta a causa di qualcuno che ha cercato di mettere avanti i propri personalismi rispetto al bene della città; e proprio per gli stessi motivi rinnoviamo l’invito all’On. Favia di parlare per conto del suo partito e non di chi ha già intrapreso un percorso, condiviso anche dagli altri componenti della lista, cioè di appoggiare la candidatura a sindaco del segretario del partito di maggioranza nella coalizione del centrosinistra, il Pd”.

Tirano invece in ballo il sondaggio Giuseppina Bruno e Gustavo Postacchini del Pd: “A Favia non è bastata la figuraccia sui sondaggi rimediata ad Ancona e insiste in maniera ossessiva a propinarci un sondaggio allo scopo di delegittimare il Pd di Civitanova. Lo fa calpestando l’intelligenza dei civitanovesi, con comportamenti fuori da ogni logica di buon senso e di serietà politica. Evidentemente dietro tanto accanimento ci sono inconfessabili interessi. Ora pensare che ad essere sbagliato come sostiene Favia, sia il sondaggio del Sole 24Ore che non ha interessi personali ci sembra assurdo. Anche a Civitanova la tecnica è la stessa di quella di Ancona e siamo convinti che i risultati siano piegati ai suoi interessi politici. Inoltre alcune delle persone intervistate nel sondaggio hanno riferito di domande diverse da quelle che ha reso pubbliche Favia. Ad esempio l’ultima domanda riguardava invece il gradimento di Gismondi come candidato sindaco, domanda ora magicamente scomparsa. Favia ha superato ogni limite ed è ora che la smetta di pensare che Civitanova sia terra di conquista e che i civitanovesi abbiano l’anello al naso”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X