“Macerata Racconta” fa rivivere
i locali dell’ex Upim

- caricamento letture

mcracconta

GUARDA IL VIDEO

di Alessandra Pierini

«Macerata è una città che legge» lo ha detto l’assessore alla cultura del Comune di Macerata tagliando il nastro di “Macerata Racconta, festa del libro e altri racconti” che ha aperto i battenti ieri pomeriggio regalando ai maceratesi anche la gioia di rivivere i locali dell’ex Upim, per troppo tempo rimasti chiusi e inutilizzati. L’ex grande magazzino è diventato infatti per l’occasione il luogo della mostra mercato del libro alla quale hanno preso parte più di 30 case editrici, delle quali molte locali che si sono coinvolte e hanno collaborato al progetto proposto dall’Associazione ConTesto di Macerata. L’iniziativa propone due sezioni, la prima dal titolo Altri Racconti è quella che propone il meglio dell’editoria marchigiana, l’altra Racconti d’Italia proporrà invece incontri con autori e personaggi noti della cultura italiana. All’interno delle due sezioniè possibile trovare iniziative e momenti per tutti i gusti e tutte le età, bambini compresi. «Speriamo che questa iniziativa – ha detto la presidente di ConTesto Maria Cristina Ottavianoni – dopo aver riaperto questi locali, grazie all’amministrazione, compia un’altra magia e avvicini molti maceratesi al libro. La nostra idea è quella di mettere il libro al centro del mondo per poi calarlo nel territorio ».
mcracconta2-300x225

Già nel momento dell’apertura e in serata (la mostra chiuderà tutte le sere alle 24,00) molti si sono lasciati attrarre dalla curiosità di esplorare qualcosa di semplice ma al tempo stesso inedito e mai realizzato.

Ricchissimo il programma dell’iniziativa che prevede anche incontri con autori di fama nazionale, visite guidate e la mostra dell’Accademia di Belle Arti dal titolo “Racconti d’Italia” che espone i lavori di sei giovani artisti – Fabrizio Cotognini, Valentina Formisano, Luigia Giovannangelo, Francesco Giustozzi, Claudia Palmarucci e Laura Paoletti – studenti dell’Accademia, che hanno risposto con entusiasmo alla richiesta di esprimersi sul tema “Affacciamoci all’Italia: cosa vediamo? Cosa sentiamo? Cosa percepiamo?”. La loro risposta è stata un racconto, per immagini, dell’Italia che si vede con gli occhi, con il sogno, ma anche con il concreto desiderio dei ragazzi di vent’anni, che a quest’Italia sentono di appartenere. C’è attesa per l’appuntamento con di domani Corrado Augias che terrà una Lectio Magistralis domani alle 18,30 al Teatro della Filarmonica di Macerata.
Il sabato della Festa del libro verrà aperto, alle 10, dalla tavola rotonda convocata dall’Amministrazione comunale di Macerata, Non c’è cultura senza libri. L’editoria necessaria che si terrà nella sala Guizzardi della Camera di Commercio. Un evento che ha l’obiettivo di conoscere più da vicino una realtà che nella nostra città, con ben nove case editrici presenti, è importante. All’incontro saranno presenti l’assessore Stefania Monteverde, il presidente della Camera di Commercio, Giuliano Bianchi, il consigliere regionale Stefania Benatti, il presidente della Edi.M. – Associazione fra gli editori nelle Marche, Stefano Schiavoni mentre i lavori saranno coordinati da Manuel Orazi della casa editrice Quodlibet.

Alle 11, Chiara Valerio e Sandra Petrignani , nella biblioteca Mozzi Borgetti, presenteranno Spiaggia libera tutti e E in mezzo il fiume, editi da Laterza. I due libri sono quelli consegnati agli studenti delle scuole superiori che hanno partecipato al laboratorio di lettura e da loro recensiti e che proprio domani saranno oggetto di confronto con le autrici..

Contemporaneamente nella sala degli Specchi ci sarà l’incontro con Sergio Sottani che, introdotto da  Claudia Cesariore, presenterà La legge dei figli edito da Meridiano Zero. L’incontro è organizzato in collaborazione con il Consiglio dell’ordine degli avvocati di Macerata.

Nel pomeriggio le iniziative prenderanno il via alle 16.30 nel cortile del Municipio con Senza Colpa, edito da Marcos Y Marcos. Presente l’autore Felice Cimatti introdotto da Sergio Labateore.

Alle 18.30 sarà la volta di Corrado Augias che nel teatro della Filarmonica terrà la Lectio Magistralis sul tema La Repubblica romana del 1849.

Dopo cena, alle 21, Luigi Bernardi introdotto da  Mauro Gentili, sempre nel teatro della  Filarmonica, presenterà Niente da capire edito da Perdisa Pop. Infine, alle 22, nello stesso luogo, Storie senza mistero, reading con Antonio Mingarelli. La parte musicale è a cura di Serena Cavalletti.

A conclusione della serata, alle ore 23, nel ristorante Il Pozzo, Cena con Fantomax (costo 15 euro – prenotazione obbligatoria 0733 232360)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X