Isabella Parrucci (Pdl) replica a Paola Giorgi:
“E’ l’esempio del vuoto programmatico
della coalizione di centrosinistra”

- caricamento letture
isabella-01-284x300

Isabella Parrucci

Isabella Parrucci, ex consigliere provinciale e candidata del Pdl, risponde a Paola Giorgi:

“La consigliera Giorgi sembra aver bene assimilato solo il virus letale del dipietrismo più becero, quello che si permette addirittura di dare dell’assassino ad un Ministro della Repubblica, calandolo nella nostra piccola realtà provinciale e non trovando altro argomento che scagliarsi contro il manifesto elettorale di Franco Capponi definito “bruttissimo” e lanciando accuse a vanvera che mettono in risalto solamente l’assoluto vuoto programmatico della rabberciata coalizione PD – UDC – IDV con Pettinari a fare la foglia di fico a personaggi come questi.

Quello che è più buffo è  che proprio da un partito guidato da un leader plurisgrammaticato si lesinano lezioni di una corretta comunicazione elettorale, quasi fosse un vero e proprio marchio di fabbrica il giudicare gli altri senza guardare in casa propria.

La navigatissima donna di teatro Giorgi azzarda un giudizio senza via di scampo per Capponi, forte dei suoi precedenti trascorsi sui manifesti elettorali dove appariva ringiovanita e ritoccatissima da un mago di photoshop, senza poi considerare che alcuni dei suoi 3-4 fans avevano pensato che fosse stata miracolata da una Vanna Marchi in carriera.

La Giorgi è scivolata sulla più  banale delle trappole della comunicazione: la provocazione. Giudicando “bruttissimo” il manifesto di Capponi lo ha almeno osservato, ne ha colto la forza evocativa dell’immagine con dito amichevole e positivo rivolto verso l’elettore, ha avuto un sussulto emotivo che l’ha portata a riflettere e a giudicare.

Ora non importa se il giudizio è risultato contrario alle nostre aspettative, d’altronde ci saremmo preoccupati se la Giorgi si fosse innamorata del messaggio di Capponi, importa solo che sia stato notato anche da una signorina glaciale come l’ex donna di spettacolo.

Al contrario, siamo davvero soddisfatti dell’efficacia del messaggio elettorale del principale avversario di Capponi, che testimonia un fatto: la “scelta di cuore” è quella che lo aveva portato a vincere le elezioni provinciali del 2009 a fianco dei moderati, quella odierna, la scelta “razionale” di un distacco  da valori che erano comuni con la coalizione dei moderati per abbracciare un ipotetico vantaggioso abbraccio mortale con Di Pietro e Bersani, a braccetto con la sinistra radicale che aveva combattuto fino a ieri, anche se gli ha fatto intravedere un miraggio di una poltrona, nessuno sa dove lo portera’ e di certo non ci sarà un vantaggio per gli elettori.

Ma si sà, la “ragione” a volte prevale sulla lealtà, sull’amicizia, sulla genuinità, sulla passione e sull’amore per tutte le cose autentiche che più ci rendono davvero migliori”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X