La maggioranza stralcia
1.500.000 euro destinati alle piscine

MACERATA - Approvata la mozione di Ricotta (Pd): "Vogliamo il polo natatorio ma la cifra da riconoscere alla ditta deve essere valutata bene". Slitta ancora la votazione del bilancio
- caricamento letture
Consiglio_comunale_novembre_2010_02-300x200

Pierpaolo Tartabini

di Alessandra Pierini

Il bilancio tiene banco in Consiglio Comunale per la quarta giornata di seguito. La votazione slitta ancora ma il dibattito è entrato nella fase calda dedicata agli emendamenti. La realizzazione del polo natatorio di Fontescodella è il tema che ha riscaldato gli animi per gran parte della seduta. Sull’argomento il Sindaco è stato più volte pungolato dall’opposizione che ha chiesto spiegazioni sui  ritardi nell’inizio dei lavori, sugli accordi con la ditta aggiudicatrice e sui costi dell’opera. All’ultima interpellanza presentata qualche settimana fa da Riccardo Sacchi (Pdl) aveva risposto  che i lavori sarebbero iniziati entro giugno. L’amministrazione Carancini , in bilancio, ha riservato alle piscine 1.500.000 euro.

ricotta_consiglio

Narciso Ricotta (Pd)

 

La maggioranza ha presentato però due emendamenti, uno firmato da  Pierpaolo Tartabini (Sinistra per Macerata), Michele Lattanzi (Comunisti Italiani Federazione per la Sinistra) e Massimiliano Bianchini (Pensare Macerata), l’altro siglato dal Pd e da Guido Garufi (Idv). I due emendamenti sembrano assolutamente identici ad un primo sguardo. L’unico elemento che li differenzia è che mentre il testo, illustrato in aula da Tartabini, propone solo lo stralcio della somma, l’altro, presentato da Ricotta prevede comunque lo storno di 1.500.000 euro ma con la possibilità di una futura reiscrizione mediante apposita variazione al bilancio. « Siamo in una fase in cui il contratto esecutivo è già stato redatto – ha detto Romano Carancini – l’amministrazione ha verificato le problematiche connesse all’impossibilità di dare il via alla realizzazione delle piscine, ha dato una serie di indicazioni che stanno nella disponibilità di massima ad approvare una variante integrativa. La società aggiudicataria, dopo la presentazione dell’emendamento, ha presentato tutta la documentazione necessaria e lo stiamo verificando ».

castiglioni_consiglio

Pierfrancesco Castiglioni (Pdl)

 

Narciso Ricotta (Pd) ha ribadito la ferma volontà della maggioranza di realizzare il polo di Fontescodella: «Noi, con l’amministrazione vogliamo le piscine. Le modifiche presentate dalla ditta – ha precisato  Ricotta  – devono essere valutate in maniera precisa e adeguata, poi stabiliremo la cifra esatta da stanziare” .
L’emendamento Tartabini è stato respinto con 14 voti contrari del Pd, 6 voti favorevoli della restante parte di maggioranza e 14 astensioni. L’emendamento Ricotta è stato invece approvato con il voto favorevole della maggioranza. Uliano Salvatori (Pdl) ha votato contro, si sono astenuti l’opposizione e Antonio carlini (Pensare Macerata).  L’atteggiamento di amministrazione e maggioranza ha scatenato le reazioni dei consiglieri di opposizione. Riccardo Sacchi (Pdl) ha perso ogni speranza di vedere la piscina realizzata: «Mi sembra di capire che c’è un po’ di confusione. La Giunta decide di stanziare 1.500.000 di euro per le piscine, ben due emendamenti della maggioranza chiedono di togliere il fondo. E’ evidente che l’amministrazione non ha la maggioranza per fare piscine».
Pierfrancesco Castiglioni (Pdl) ha invece puntato il dito contro il Sindaco:«Normalmente, i consiglieri di maggioranza prima del bilancio si riuniscono. Voi che avete fatto? Il Sindaco è stato preso in ostaggio dalla maggioranza e  si accoda ai suoi consiglieri».

consiglio_comunale_sanita-4-300x199

Riccardo Sacchi (Pdl)


Attacca la maggioranza anche Giorgio Ballesi (Comitato Giorgio Ballesi): «Questa maggioranza riesce a spaccarsi sullo stesso argomento e proponendo sostanzialmente la stessa cosa. Con la sottoscrizione di un contratto la pubblica amministrazione assume la condizione di assoluta parità con la parte contraente. Nel corso del contratto possono  sopraggiungere condizioni diverse. La società ha proposto 2.600.000 euro una tantum. L’amministrazione ha fatto una controproposta di 1500.000 euro. Non potete togliere dal bilancio  1.500.000 euro per farvi perdonare l’aumento della Tarsu. Togliete pure la cifra dal bilancio ma non lo toglierete da una trattativa che è giunta molto avanti».

All’inizio della seduta sono stati votati favorevolmente gli ordini del giorno di Fabio Massimo Conti (lista Conti – Macerata vince) per la realizzazione di un campo da rugby e di Marco Guzzini (Pdl) che invita l’amministrazione a “dare seguito alla riqualificazione del Centro Fiere di Villa Potenza, procedendo quanto prima alla predisposizione del bando”. L’amministrazione ha preannunciato che il bando sarà pubblicato entro il 2011.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X