Capponi: “Spero
nella collaborazione
del nuovo sindaco”

- caricamento letture

capponi-pistarelli

Il presidente della Provincia, Franco Capponi, esprime gli auguri di buon lavoro, suoi e dell’Amministrazione, al sindaco eletto di Macerata, Romano Carancini, auspicando collaborazione tra i due enti.

A Romano Carancini, neoeletto sindaco di Macerata, esprimo un sincero augurio di buon lavoro per il bene della città, anche a nome dell’intera Amministrazione provinciale. A Fabio Pistarelli, che per pochi voti non ha raggiunto il suo obiettivo, esprimo le mie personali felicitazioni per il rilevante consenso ottenuto. La sostanziale parità tra i due candidati al ballottaggio ritengo debba costituire per il sindaco eletto un ulteriore impegno a tenere conto delle volontà di tutti i maceratesi e quindi a considerare anche i punti programmatici convergenti – che sono molti – della coalizione che nel Consiglio comunale sarà giocoforza di minoranza. Una minoranza nei numeri, ma non una minoranza nel tessuto sociale maceratese. L’auspicio che esprimo come presidente della Provincia è che la nuova Amministrazione comunale sappia leggere fino in fondo il risultato del ballottaggio e cerchi di lavorare sui punti di incontro.

Durante la campagna elettorale sono stati tanti gli argomenti di confronto tra i candidati, ma tutti gli aspiranti sindaco hanno puntato su un rilancio della città e del suo ruolo di capoluogo di provincia. Proprio perché istituzionalmente la città di Macerata riveste una posizione centrale sul piano amministrativo, oltre che geografico, l’Amministrazione provinciale ha seguito da vicino e con interesse il confronto tra i candidati e tra i cittadini costituiti sotto varie forme associative.

I problemi del capoluogo incidono inevitabilmente in modo diretto o indiretto sull’intero territorio. Tutti i più importanti progetti della Provincia, da quelli infrastrutturali a quelli dei servizi su area vasta, hanno nella città di Macerata e nel suo comprensorio un punto di riferimento. Per questo tra le due Amministrazioni, provinciale e comunale, deve necessariamente esistere un dialogo aperto ed una collaborazione fattiva: lo pretendono le Istituzioni, lo richiedono i cittadini, lo hanno di fatto “reclamato” gli elettori.

La collaborazione che da parte mia viene offerta e nello stesso tempo chiesta al sindaco Carancini  permetterà alla Provincia di assolvere meglio al suo ruolo di ente intermedio e di difensore dell’identità storica e civile di tutta la popolazione maceratese.

Franco Capponi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X