Part time non accettati, stalking
e mancato avanzamento di carriera:
il bilancio della Consigliera di Parità

MACERATA - Deborah Pantana ripercorre l'attività svolta in poco più di un anno dalla sua nomina. Tra le donne che si sono rivolte al suo Ufficio due discriminate sul luogo di lavoro e due in ambito familiare. GUARDA IL VIDEO
- caricamento letture
Consigliera di parità, un anno di iniziative

Ci sono anche casi di discriminazioni sui luoghi di lavoro e di stalking tra quelli affrontati dalla Consigliera di Parità della Provincia di Macerata Deborah Pantana: «Nello specifico mi sono occupata di due casi di reinserimento sul posto di lavoro in due aziende a seguito di una discriminazione riguardo la non accettazione del part time per esigenze familiari, poi ho affrontato due casi nel pubblico impiego di discriminazione per la mancanza di progressione di carriera; in ultimo due casi di stalking da parte di ex mariti risolti con la segnalazione alle forze dell’ordine locali, dove in un caso si è arrivati al provvedimento del braccialetto, nell’altro del richiamo semplice del Questore. Un altro caso di stalking sul luogo di lavoro è in corso di verifica».

connsigliera-pari-opportunita

L’incontro della consigliera Deborah Pantana con il comitato di parità

Proprio martedì si è svolto l’ultimo incontro dell’anno per la consigliera di Parità e il comitato costituito proprio quest’anno. «Ci siamo ritrovate – spiega la consigliera Deborah Pantana per scambiarci gli auguri per il 2023 augurandoci le 5 S, salute, serenità, sorriso, solidarietà e sostegno».
Pantana coglie l’occasione per fare un bilancio di questo primo anno di attività: «Dopo qualche mese dalla mia nomina, ho convocato per la prima volta in assoluto tutti gli Organismi di Parità della Provincia di Macerata.

«Nei 55 Comuni della nostra provincia esistono Assessorati alle Pari Opportunità, Commissioni Pari Opportunità ma ancora l’80 % dei Comuni non ha il Comitato Unico di Garanzia che è un organismo dettato dalla Legge 183/2010 che riunisce gli ex Comitati Mobbing e Comitati Pari Opportunità. Finalità prioritaria dell’incontro è stata quella di fornire una prima occasione di confronto agli organismi di parità per sviluppare in autonomia atti concreti che abbiano lo scopo di attivare un circuito virtuoso di condivisione che porti reali benefici al nostro territorio: per favorire le politiche attive del lavoro.

Per tale motivo nel mese di gennaio 2022 vi è stato un incontro con la dirigente regionale dei Ciof della Provincia di Macerata per analizzare i dati della disoccupazione nella nostra Provincia e di come rendere al meglio l’incontro della domanda ed offerta nella nostra realtà territoriale. Dagli elementi emersi purtroppo si è notato un profondo squilibrio dei dati della disoccupazione tra la città di Civitanova e Macerata, infatti quest’ultima ha il più altro indice di disoccupazione, in aumento nei numeri quella femminile, rispetto alla città costiera. Successivamente ho preso contatti con l’ufficio del lavoro della Provincia di Macerata per capire quali dati avevano a disposizione riguardo alla discriminazione di genere nei posti di lavoro, anche in questo caso i dati sono abbastanza allarmanti, perché la maggior parte delle donne dopo il covid non sono state reintegrate nei luoghi di lavoro oppure sono state ridimensionate con abbassamento degli stipendi».

Pantana_PariOpportunita_FF-15-325x217

Deborah Pantana

A marzo 2022 è stato costituito il primo comitato consultivo della consigliera di parità, al quale partecipano donne rappresentanti delle categorie professionali, imprenditrici, del mondo della scuola e dell’università, del mondo della cultura e del volontariato sociale, nonché presidenti di fondazioni.

«Con il comitato proprio perché rappresentativo di tutto il mondo del lavoro si è intrapreso un percorso di lavoro molto proficuo. Innanzitutto, è stato stipulato un accordo con l’ordine degli avvocati di Macerata per partecipare al corso di formazione in diritto antidiscriminatorio, per dotarsi di un elenco speciale di avvocati che in modo gratuito possano essere da supporto alla costituzione di parte civile nelle cause di discriminazione di genere sui luoghi di lavoro. Poi sono stati affrontati altri temi come la medicina di genere sempre nei luoghi di lavoro, per questo è stata organizzata una giornata di studio il 15 maggio 2022, dove insieme a molti dottori dell’ospedale di macerata e di Civitanova Marche sono stati affrontati questi temi cari all’universo femminile. Si sono organizzati degli stand dove questi medici si sono messi a disposizione gratuitamente per dare dei consigli utili e buone pratiche si stili di vita.

Da luglio a dicembre sono stata invitata a diverse inaugurazioni di nuove attività artigianali d donne in vari paesi della provincia di Macerata, per concludere il 4 dicembre in una giornata dedicata al lavoro delle donne in montagna nei paesi dell’entroterra maceratese colpiti dal terremoto». Per quanto riguarda l’attività più amministrativa di competenza della Consigliera, Pantana ha sollecitato diversi comuni a costituire i Cug (comitati unici di garanzia): «Invece altri Comuni  – spiega – mi hanno chiesto il parere preventivo per il loro P.A.P. (piano delle azioni positive), per dare attuazione agli obiettivi di pari opportunità così come previsto dal decreto legislativo 196 del 2000. Quindi oltre a portare avanti un’attività prettamente di promozione della parità di genere si è lavorato molto da un punto di vista amministrativo al fianco degli enti locali della Provincia di Macerata».

“Le donne della Sibilla” per far rinascere Visso

Lotta alla violenza sulle donne, scarpette rosse di ceramica ad Appignano

Solidarietà alle donne iraniane, da Macerata sostegno per i loro diritti: «Sdegno per la morte di Masha Amini»

Consigliera di parità, atenei e avvocati: via al corso in Diritto antidiscriminatorio

Provincia, Deborah Pantana nuova consigliera di parità



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Come butta?
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X