Il ct Mancini come testimonial,
76 eventi nel cuore di Macerata:
tutto il “bello” di Overtime

RASSEGNA in programma dal 5 al 9 ottobre, il mister degli Azzurri ospite d'onore dell'inaugurazione. I personaggi di spicco: Federico Buffa, Francesco Pannofino, Gianluca Pagliuca, Ivano Bordon, Pierluigi Pardo, Sandro Campagna e Ratko Rudic, Gianluca di Marzio, Roberto Cammarelle, Luigi Busà, Fabrizio Castori, Elisa Di Francisca, Simone Pianigiani
- caricamento letture
OverTime_FF-1-650x434

Michele Spagnuolo, Sandro Parcaroli, Riccardo Sacchi e Mauro Giustozzi durante la presentazione di Overtime

di Mauro Giustozzi (foto di Fabio Falcioni)

Roberto Mancini come testimonial all’inaugurazione, il ricordo commosso di due sportivi recentemente scomparsi come Umberto Caschera e Giuseppe Brizi, la presenza in un gremitissimo auditorium della biblioteca Mozzi Borgetti di autorità istituzionali e sportive, numerose associazioni sportive in platea, partner, sponsor, amici di questo festival.

OverTime_FF-12-325x217

Fabio Romagnoli e Giovanni Torresi

Meglio di così non poteva annunciarsi la dodicesima edizione di Overtime 2022 nel segno della ‘Bellezza’ nello e dello sport, tema scelto dagli organizzatori per il festival del giornalismo, del racconto dell’etica sportiva che presenta anche in questa edizione un cartellone ricchissimo di eventi, 76 al momento quelli previsti, che si svolgerà dal 5 al 9 ottobre a Macerata. Oltre al marchigiano Roberto Mancini che farà gli onori di casa ed inaugurerà la manifestazione, tra gli altri ospiti in passerella a Macerata ci saranno Federico Buffa, Francesco Pannofino, Gianluca Pagliuca, Ivano Bordon, Pierluigi Pardo, Sandro Campagna e Ratko Rudic, Gianluca di Marzio, Roberto Cammarelle, Luigi Busà, Fabrizio Castori, Elisa Di Francisca, Simone Pianigiani.

Spagnuolo_OverTime_FF-3-325x217

Michele Spagnuolo

«Quando iniziammo 12 anni fa – ha detto l’organizzatore e presidente di Pindaro, Michele Spagnuolo – eravamo in pochi alla presentazione. Stavolta siamo in tantissimi ma in questa sala c’è un vuoto quello di Umberto Caschera fondatore del Virtus Acrobatic Team venuto purtroppo a mancare mesi fa e che è sempre stato un nostro amico e sostenitore ed è per questo che vorrei ricordarlo con un applauso in questo momento assieme a Giuseppe Brizi il calciatore maceratese più importante di tutti i tempi». Il festival si aprirà nella mattinata di mercoledì 5 ottobre con gli incontri ‘Il diritto allo sport’ alla presenza dell’inviato di guerra Vincenzo Frenda e del garante per i diritti della Regione Marche Giancarlo Giulianelli e ‘La bellezza di essere unici’ con relatori il Questore della Provincia di Macerata Vincenzo Trombadore, di Paolo Nanni, della sociologa Silvia Agnani e di Roberto Cammarelle, il plurimedagliato pugile delle Fiamme Oro che con grande sportività accettò il discusso verdetto della finale olimpica di Londra 2012. Alle 19 ad inaugurare ufficialmente la manifestazione un ospite di eccezione, che ha condotto la Nazionale italiana di calcio a vincere gli Europei dopo 53 anni dall’ultima affermazione, mister Roberto Mancini.

Parcaroli_OverTime_FF-9-325x217

Michele Spagnuolo con il sindaco Sandro Parcaroli

Insieme a lui sul palco del teatro Lauro Rossi Marco Scarponi, che nel ricordo del fratello Michele, indimenticato campione di sport e umanità, combatte ogni giorno con la sua Fondazione contro la violenza stradale. Il sindaco Sandro Parcaroli ha voluto ricordare come «incontrerò Roberto Mancini per la seconda volta in poche settimane, ha già visto la nostra città, ne è rimasto colpito dalla sua bellezza e posso anticiparvi che il ct della Nazionale di calcio mi ha promesso che sarà a Macerata anche alla prima della stagione lirica 2023. Tanti eventi in pochi giorni per una città che sarà piena di giovani e tante personalità dello sport nazionale, questo è un festival capace di far vivere ogni angolo di Macerata. Le strutture ricettive stanno ricevendo tante prenotazioni ed il Comune non può che sostenere ed essere al fianco di Overtime. Poi agli organizzatori dico anche che a dicembre ci sarà la riapertura della Collegiata di San Giovanni e della piazza che sarà a vostra disposizione per l’edizione del 2023». In sala presenti i vertici del Coni regionale e provinciale, Giovanni Torresi e Fabio Romagnoli, Tarcisio Pacetti consigliere nazionale paralimpico e Nazzareno Rocchetti.

OverTime_FF-2-325x217«Quella di quest’anno è una vera e propria edizione straordinaria – ha detto l’assessore allo Sport Riccardo Sacchi – perché è inserita a pieno titolo all’interno di Macerata Città Europa dello Sport 2022. Saper trattare lo sport da un punto di vista culturale, dell’etica sportiva con tutte le faccettature che porta con sé, la prevenzione, il mondo giovanile, i meno giovani, lo sport paralimpico, fa sì che ci sia questo matrimonio virtuoso che crea ricchezza culturale e sportiva, sia per la città che per tutto il territorio». Tra gli eventi del 6 ottobre da segnalare la leggenda vivente del karate mondiale Luigi Busà, oro olimpico a Tokyo 2020, Nicoletta Romanazzi, la mental coach più famosa d’Italia, autrice di Entra in gioco con la testa, racconterà il suo “non metodo” con il quale ha indirizzato alla vittoria Marcel Jacobs e tanti altri campioni dello sport, Sandro Campagna e Ratko Rudic, due uomini che hanno scritto la storia della pallanuoto mondiale, ricorderanno la vittoria olimpica del Settebello a Barcellona 1992 e tanti aneddoti vissuti e l’attesissimo appuntamento con Francesco Pannofino, attore e doppiatore tra i più apprezzati del panorama nazionale, che parlerà di sport dal suo punto di vista.

OverTime_FF-4-325x217Importante anche la vicinanza dell’Università di Macerata ad Overtime come è sempre accaduto fin dagli esordi del festival. «Una manifestazione che dura 12 anni significa che ha messo profonde radici ed è entrata nel dna di Macerata – ha ribadito il direttore generale di Unimc, Mauro Giustozzi -. Siamo stati sempre al fianco di Overtime che è un evento che rende viva, attrattiva ed a misura d’uomo Macerata. Cosa più dello sport è in grado ai interessare la fascia giovanile: non solo quello praticato ma anche l’etica, la formazione i valori che l’attività sportiva porta con se. Del resto il nostro ateneo è impegnato su questo versante nella costruzione del nuovo polo sportivo universitario in viale Indipendenza, investimento che supera gli 8 milioni di euro e che l’università metterà a disposizione dell’intera città che potrà beneficiarne non appena completato».

OverTime_FF-10-325x217Overtime ospiterà anche la seconda edizione di Aces Video Awards, proiezione e premiazione dei video promozionali di canditura a regione/città/comuni/isola/comunità europee dello sport. All’evento parteciperanno amministratori locali provenienti da ogni parte d’Italia e d‘Europa che avranno anche la possibilità di creare sinergie e riflettere sul sempre più rilevante ruolo che la promozione turistica e lo sport rivestono nello sviluppo dei loro territori e delle loro comunità. Confermate anche le proiezioni e i concorsi sui documentari e cortometraggi sportivi, una vetrina ormai tradizionale per valorizzare i lavori di registi e videomaker di settore: tra le opere in programma ‘Gilles Villeneuve – l’aviatore’ del regista Giangiacomo De Stefano, il documentario ‘Benelli su Benelli’ di Marta Miniucchi, il cortometraggio ‘La bellezza dietro casa’ a cura di Cai Marche.

OverTime_FF-5-325x217Saranno 32 i libri legati allo sport che saranno presentati in questa edizione con 7 anteprime assolute nazionali. Spazio anche alle mostre, all’enogastronomia, incontri con gli studenti delle scuole Ite Alberico Gentili, Ita Giuseppe Garibaldi, Istituto Comprensivo Dante Alighieri, Liceo Scientifico Galileo Galilei, Convitto Nazionale Leopardi. Non mancherà la solidarietà con lo spettacolo di Federico Buffa “Italia Mundial ‘82”, i cui proventi saranno devoluti alla Lega Italiana Fibrosi Cistica Marche. Nella giornata conclusiva del festival, domenica 9 ottobre, spazio anche all’editoria locale con ‘Rata da scoprire. I valori nascosti dei cento anni di storia biancorossa’ degli autori Enrico Maria Scattolini, Paolo De Felice e Andrea Fabiani e con la moderazione dell’avvocato Giancarlo Nascimbeni. L’evento conclusivo della manifestazione vedrà protagonista Davide Moscardelli: “Made in Italy Born in Belgium”, uno dei suoi innumerevoli tatuaggi, descrive le origini di uno tra i più iconici giocatori del nostro calcio.

OverTime_FF-13-650x434

OverTime_FF-8-650x434

OverTime_FF-7-650x434

OverTime_FF-6-650x434

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X