Vittoria in trasferta per Battistoni:
«FI cresce, in due anni +15mila voti»

POLITICHE - Il commissario regionale di Forza Italia, 'catapultato' dal Lazio, ottiene un posto in Parlamento e ringrazia le Marche dalla sede di Civitanova: «Porterò i temi cari a questa regione, dalla tragedia dell'alluvione a rincari e cuneo fiscale»
- caricamento letture
forza-italia-civitanova-di-emidio-donati-battistoni-marcozzi-morresi-perugini-FDM-1-650x433

Alessandra D’Amico, Sandro Donati, Francesco Battistoni, Jessica Marcozzi, Claudio Morresi, Corrado Perugini

di Laura Boccanera 

«La vittoria in trasferta è una vittoria doppia, ringrazio i marchigiani che mi hanno accolto e permesso questa affermazione che mi carica di responsabilità, rappresenterò i marchigiani in Parlamento». Soddisfazione quella espressa da Francesco Battistoni, laziale, eletto alla Camera per l’uninominale nelle Marche in quota Forza Italia.

forza-italia-civitanova-battistoni-FDM

Il viterbese Francesco Battistoni, commissario regionale di Forza Italia Marche

Battistoni che del partito è il commissario regionale oggi pomeriggio dalla sede di Civitanova ha fatto un’analisi del voto esprimendo gratificazione per il risultato marchigiano dove Forza Italia cresce. Oggi il partito ha ottenuto alla Camera nelle Marche il 6,79% delle preferenze: «Siamo a poche lunghezze dalla Lega – afferma Battistoni – e ci siamo piazzati molto bene nonostante la presenza di partiti di centro, abbiamo lavorato bene nelle città, segno di una classe dirigente che sta crescendo».

A festeggiare il risultato molti esponenti di di Forza Italia: assente il vicecommisario regionale e sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica, a casa malato, c’erano però Jessica Marcozzi e parte dei forzisti civitanovesi Corrado Perugini, il vicesindaco Claudio Morresi, Piero Croia, Peppe Baioni, la candidata al Senato Alessandra Di Emilio e Sandro Donati, vice commissario regionale per il sud. «Siamo oltre il 48% dei consensi come centrodestra – ha proseguito Battistoni – quando siamo arrivati e abbiamo preso in mano il partito siamo passati da 35mila voti delle regionali ai 51mila voti attuali, 15mila in più, segno che possiamo ancora crescere e prepararci per le Europee».

forza-italia-civitanova-battistoni-morresi-FDM

Battistoni mette a Morresi la spilla di Forza Italia

Poi Battistoni ha elencato le priorità da esplicitare al prossimo governo: «In primis la tragedia che ha colpito le province del nord e poi i temi della campagna elettorale, la preoccupazione per i costi delle bollette e il cuneo fiscale. Se avessimo avuto qualche giorno in più siamo certi che il risultato potesse essere anche superiore, ce ne accorgevamo parlando con gli elettori. Per noi questo è un punto di partenza, non di arrivo».

Battistoni al momento è l’unico “marchigiano” ad entrare in Parlamento per Forza Italia, si attende il risultato definitivo per verificare se scatta il seggio proporzionale che potrebbe riportare a Roma Valentina Vezzali, approdata in Forza Italia prima delle elezioni. Sulle possibili opportunità di un rimpasto di giunta regionale alla luce dei risultati ottenuti Battistoni conclude: «E’ prematuro, non ci siamo ancora visti e non ne abbiamo parlato  – dice – le elezioni politiche sono diverse dalle regionali e non credo sia necessario mischiare le pere e le mele».

(foto De Marco)

Centrodestra boom a Civitanova (49%), sotto la media a Macerata (43,65%)

Elezioni, il catapultato Battistoni agita il centrodestra nelle Marche Ecco chi rischia di restar fuori



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X