Lavori sospesi dai carabinieri
«Riprende l’attività del cantiere»

RECANATI - Il Comune fa sapere che è ripreso l'intervento alla scuola San Vito, dopo lo stop imposto per alcune carenze riscontrate in merito alla sicurezza dei lavoratori
- caricamento letture

 

Scuola-di-San-Vito-

Il cantiere della scuola San Vito

 

«Il cantiere della scuola di San Vito, a Recanati, riprende la sua normale attività come da programma, dopo la breve sospensione di qualche giorno dovuta ad alcune incongruenze a tutela della sicurezza dei lavoratori rilevate dai carabinieri». E’ quanto fa sapere l’amministrazione comunale di Recanati. «Alla scuola di San Vito – continua l’amministrazione – sono in via di ultimazione i lavori strutturali di miglioramento sismico dell’edificio con i fondi gestiti dall’ufficio ricostruzione della regione Marche per il sisma del 1997, iniziati nel mese di ottobre 2020 e con termine previsto nella primavera prossima».

Nello specifico, l’attività era stata sospesa perché i militari avevano trovato in cantiere andatoie e passerelle non a norma, scale non a norma ed apertura nei solai (leggi l’articolo). Alle opere strutturali sono connessi anche i ripristini delle finiture edili, come pavimenti e tinteggiature, e di alcune parti dell’impianto elettrico e idrosanitario. I lavori hanno previsto anche il miglioramento funzionale e distributivo degli spazi didattici e dei laboratori e dei servizi, con l’abbattimento delle barriere architettoniche mediante rampe e l’installazione di un ascensore. Rinnovata anche la palestra della scuola che sarà dotata di due nuovi spogliatoi.

«La scuola di San Vito, che ospiterà i suoi studenti dal prossimo settembre per l’anno scolastico 2022-2023, rappresenterà per la città un vero e proprio modello di efficienza e modernità all’interno di un edificio storico al quale è legata la memoria di tanti recanatesi – si legge nella nota del Comune – Recanati negli ultimi anni risulta tra le città marchigiane più in movimento nel rinnovamento delle opere e degli edifici pubblici con fondi che tra l’altro non ricadono nel bilancio comunale in quanto reperiti. Ciò è stato possibile grazie ad una politica che guarda al futuro migliore della città, valorizza il passato trasformandolo in un’ottica di modernità ed efficienza in una visione collettiva che promuove la sua importante storia artistica e culturale».

Lavoratori in nero e scarsa sicurezza: blitz nei cantieri edili Denunce, attività sospese e maxi multe



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =