Unicam chiama Houston,
arriva il festival Galassica
(Video)

CAMERINO - Dal 4 al 10 ottobre protagonista l'astronomia con laboratori, conferenze, mostre, spettacoli, animazione e in streaming i più grandi astronauti della Nasa. Il rettore Claudio Pettinari: «Possiamo svolgere con questo evento la nostra attività di terza missione nella comunità»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La presentazione del festival dell'astronomia Galassica a Camerino

di Gabriele Censi

“Spazio all’umanità” dal 4 al 10 ottobre a Camerino. Sono già  sold out le prenotazioni per i primi work shop della terza edizione del festival itinerante dell’astronomia “Galassica” che dopo Recanati e Macerata arriva nella città ducale in collaborazione con l’università e il comune.

Galassica

La conferenza di presentazione con il sindaco Sandro Sborgia, il rettore Claudio Pettinari e direttrice del festival Molisella Lattanzi

L’evento, organizzato da Nemesis Planetarium, associazione marchigiana con sede a Civitanova, si svolge con un programma molto ricco in presenza e in streaming durante “La settimana dello spazio” con nomi noti della ricerca e della divulgazione dell’astronautica. In collegamento da Houston dal centro spaziale della Nasa, Anna Fisher, tra le più famose astronaute del mondo e Paolo Bellutta, Rover driver, ovvero il guidatore dei Jet che stanno esplorando il pianeta Marte. Il tema scelto è “Spazio all’umanità” è stato spiegato dalla presidente dell’associazione e direttrice del Festival Molisella Lattanzi«L’astronomia è affascinante e divertente, ci piacerebbe dare un sorriso, siamo in un momento che ci ha stretto sulle corde ma la natura non è tutta qui, continua sopra il nostro cielo stellato e c’è voglia di guardare oltre e trovare nuovi percorsi dove non fare gli errori precedenti.

Claudio-Pettinari

Claudio Pettinari

Obiettivo del festival è quello di promuovere l’astronomia come disciplina scientifica sempre in evoluzione, con laboratori, conferenze, mostre, spettacoli, animazione, con spessore nei contenuti e al contempo un approccio vivace, divertente, adatto a tutte le età, curioso e attento alle nuove tecnologie.  Il rettore Unicam Claudio Pettinari guarda in alto: «Per sapere bene dove andare dobbiamo conoscere da dove veniamo e di che cosa sian fatti, come si è formata la vita. C’è una grande comunione di intenti con la direttrice del festival. Possiamo svolgere con questo evento la nostra attività di terza missione nella comunità. Sono coinvolte le nostre scuole di Bioscienze e Medicina Veterinaria e il nostro museo che gira in pulmino nelle scuole». “Il cielo stellato sopra di me, e la legge morale in me”, cita Kant il sindaco Sandro Sborgia per ringraziare della scelta di Camerino per questa edizione rimarcando la sempre più stretta sinergia tra ateneo e amministrazione «in una città che è vocata alla cultura»

anna-fisher

Anna Fisher

Il  programma è molto corposo con 35 eventi per tutte le età. Si inizia il 4 ottobre con l’inaugurazione del festival presso il cortile San Domenico di Camerino, dopo i saluti del rettore Unicam prof. Claudio Pettinari, del direttore scientifico Molisella Lattanzi presidente di Nemesis Planetarium e delle istituzioni Pettinari, sarà subito la volta delle attività dedicate ai bambini, a partire dalle   16 saranno disponibili i telescopi per l’osservazione del sole a cura dell’Associazione Nemesis Planetarium. Nello stesso spazio a seguire i bambini e ragazzi prenotati potranno assistere agli show AscoltaLuce a cura del Sistema Museale di Unicam e “Un fisico fra le nuvole” di Marco Rosciani. Contemporaneamente alle 17,30, nella modalità mista online e presenza nell’aula conferenze del rettorato, sarà possibile seguire la tavola rotonda dedicata al tema del festival. Interverranno oltre al rettore, Fiorella Coliolo per il Dta, Lucia Marinangeli prof. associato DiSPuTer Università di Chieti – Pescara, Giuseppe Reibaldi pres. Moon Village Association, Gennaro Russo vicepresidente Iif e direttore Cns.

Dopo cena tutti all’aperto con i ragazzi di Chi Ha Paura del Buio? Matteo Miluzio, Filippo Bonaventura e Lorenzo Colombo ci parleranno di “Interstellar. Le Voyager oltre i confini del nostro tempo” presso l’arena anfiteatro del rettorato ed a seguire le osservazioni al telescopio con Ama Associazione Marchigiana Astrofili. L’accesso sarà consentito senza prenotazione nel rispetto del distanziamento imposto da norme di sicurezza per il contenimento del Covid.

 

Leggi il programma completo

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X