Una pistola clandestina nel comodino,
23enne arrestato nella notte

CIVITANOVA - In casa di Aureliano Agordati i carabinieri hanno trovato una scacciacani modificata in arma da sparo e caricata con due cartucce. Dopo la convalida dell'arresto, il giudice ha disposto la misura cautelare in carcere
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

1031987_pistola_800_800-650x363

 

Nel comodino, di fianco al letto, aveva una pistola clandestina: un’arma realizzata modificando una scacciacani. In manette è finito un 23enne che vive a Civitanova, Aureliano Agordati. I carabinieri hanno messo a segno una perquisizione nella sua casa intorno all’1,30 di questa notte. Nel corso del controllo i militari della Compagnia di Civitanova hanno trovato l’arma clandestina.

gian-luigi-boschi

Gian Luigi Boschi

I carabinieri hanno chiamato un loro consulente, l’avvocato Sandro Evangelisti, esperto di armi, per controllare la pistola e capire se potesse sparare e la pericolosità. Secondo quanto accertato dai militari, si tratta di una pistola scacciacani Kimar, modello Beretta 85 calibro 8, modificata cambiando la canna con quella di un’arma vera. La pistola era caricata con due cartucce calibro 9 corto. Agordati è finito in manette sia per la detenzione dell’arma, sia per la ricettazione di questa (ritenuta dai militari di provenienza illecita). Questa mattina Agordati è comparso davanti al giudice Federico Simonelli del tribunale di Macerata per la convalida dell’arresto. Accompagnato dal suo legale, l’avvocato Gian Luigi Boschi, Agordati si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il pm Francesca D’Arienzo in udienza ha chiesto la misura cautelare in carcere e il giudice ha accolto la richiesta. Il processo è stato poi rinviato al 20 luglio. Agordati si trovava sottoposto all’affidamento in prova, disposto dal tribunale dei minorenni.

(Gian. Gin.)

(Ultimo aggiornamento alle 13,30)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X