Progetto da 5,4 milioni
per la caserma dei pompieri:
«Lo aspettavamo da tempo»

MACERATA - Entro novembre il progetto esecutivo, aggiudicazione dei lavori prevista per gennaio-marzo del prossimo anno. Le metrature della struttura saranno raddoppiate con una nuova autorimessa, un ufficio servizi, aule per la formazione
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
VigiliDelFuoco_NuovaCaserma_FF-11-650x434

La presentazione di oggi

 

di Giulia Mencarelli (foto di Fabio Falcioni)

Nuova caserma dei vigili del fuoco: la Provincia presenta il progetto per la ristrutturazione e messa in sicurezza che è previsto sarà completato per novembre. Tempi brevi per arrivare all’appalto con l’aggiudicazione dei lavori prevista tra gennaio e marzo 2021.

VigiliDelFuoco_NuovaCaserma_FF-7-325x217

Il prefetto Iolanda Rolli e il presidente della Provincia Antonio Pettinari

Nella sala Giovannetti di Palazzo degli studi, spiega l’operazione il presidente Antonio Pettinari: «In merito al tema della ricostruzione sono passati alcuni anni ma considerati necessari per verificare la sistemazione dell’attuale Caserma. Conoscevamo bene le diverse criticità del luogo ma solo grazie ad un puntuale intervento delle indagini geologiche è stato evidenziato il forte dissesto che attraversando la collina si riversava fino alla Scuola Agraria. Inevitabile, quindi, la rimodulazione dei progetti, d’intesa con i vari comandanti, che hanno portato, poi, alla ricezione di diverse risorse da parte dell’Ufficio speciale ricostruzioni. Risorse che parlano chiaro: 5,4 milioni di euro (con un aumento di 700mila euro rispetto alle risorse previste inizialmente grazie alla rivisitazione effettuata). Non parole, non promesse ma un chiaro via ai progetti esecutivi».

Gli “Uomini del Fare”, così Iolanda Rolli, prefetto di Macerata, definisce i vigili del fuoco: «Uomini abituati ad agire silenziosamente e con le adeguate risorse. Abbiamo immaginato una ricostruzione che fosse funzionale alle loro esigenze. Anni fa il finanziamento già c’era stato ma non si adeguava all’evolversi della professionalità dei vigili del fuoco, poi con l’ingegner Giangiobbe sono state eseguite tutte le verifiche del caso fino ad arrivare all’attuale progetto. La provincia di Macerata, come sappiamo, è stata quella più toccata dal sisma e ciò ha condotto a molteplici lavori di riqualificazione delle caserme quali anche quelle della Forestale, fino ad arrivare alla sottoscrizione del protocollo per la ricostruzione della caserma dei carabinieri di Camerino».

VigiliDelFuoco_NuovaCaserma_FF-10-325x217

Antonio Giangiobbe, comandante provinciale dei vigili del fuoco

Prosegue, sempre sulla linea di ristrutturazioni innovative e ricalibrate da un punto di vista funzionale, il comandante dei vigili del fuoco, Antonio Giangiobbe: «Si tratta di un progetto che il comando aspettava da tempo, grazie anche al lavoro di sinergia tra gli enti interessati. Un programma, quindi, che riporterà l’attenzione e benefici non solo sul Comune di Macerata ma sull’intero territorio provinciale.»

Cesare Spuri, direttore dell’Ufficio speciale della ricostruzione, porta i saluti del governatore  Luca Ceriscioli che ha fortemente sostenuto l’opera. «Volere l’impegno per una struttura strategica, significa leggere ed applicare le norme, nel rispetto del loro valore. Ci occupiamo sì, di tenere la cassa ma il nostro primo dovere è quello di certificare la congruità di quanto realizzato. Le risorse ci sono, saperle impiegare nel quadro formativo attuale, è impresa più ardua».

Il progetto, presentato dall’ingegner Paolo Margione, prevede, dopo attenta valutazione geologico tecnica sia dell’intera area che degli edifici esistenti, la riconfigurazione totale del Comando Provinciale dei vigili del fuoco.

VigiliDelFuoco_NuovaCaserma_FF-9-325x217

Cesare Spuri, direttore dell’ufficio regionale per la ricostruzione

All’autorimessa esistente di 1000 mq e all’edificio di 750 mq circa, già rinnovato nel 2008 a cura sempre della Provincia di Macerata, l’intero complesso immobiliare verrà riconfigurato attraverso: una nuova autorimessa di circa 400 metri quadrati; un ufficio servizi da 1.100 metri quadrati che ospiterà la sala operativa, le aule per la formazione, la mensa, l’ufficio prevenzione e spazi accessorie; un ufficio operativo con autorimesse e camerate e il nuovo castello esercitazioni con una parete di arrampicata. Quindi si passerà dai 1.750 metri quadri attuali a 3.300, quasi il doppio.Tutto questo comporterà superfici ricostruite, quindi adeguate alle più recenti norme in tema sismico e di efficientamento energetico, per circa 3.300 mq. Nel ricordare che il Comando dei Vigili del Fuoco sarà sempre attivo durante i lavori sia di demolizione che di costruzione, Pettinari in conclusione ha ringraziato il dirigente dell’Ufficio Tecnico Alessandro Mecozzi, vicino al traguardo della pensione, per l’attività svolta.

Le organizzazioni sindacali esprimono soddisfazione «per l’impegno formale preso dal presidente e dai tecnici della Provincia in collaborazione con i responsabili dell’ ufficio ricostruzione al fine di raggiungere l’obiettivo di ricostruire la sede dei vigili del fuoco. Adesso però si passi dalle parole ai fatti per sanare l’annosa questione della fatiscente sede dei vigili del fuoco, sede non più idonea a supportare le esigenze operative e logistiche».

caserma-vigili-del-fuoco-macerata

La caserma dei vigili del fuoco a Macerata

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X