Ancora minacce contro il questore
«Uno stimolo ad andare avanti»

MACERATA - Ennesime scritte offensive comparse in città che recitavano "Servo di Matteo Salvini", "Piantala". Sono state cancellate così come tutte le altre. Antonio Pignataro: «La lotta allo spaccio verrà ulteriormente rafforzata»
- caricamento letture
pignataro

Il questore Antonio Pignataro

 

“Servo di Matteo Salvini”, “Piantala”. Sono queste le ennesime scritte offensive contro il questore Antonio Pignataro comparse a Macerata. Le ultime di una lunga serie, iniziata poco dopo l’arrivo del massimo dirigente della polizia nel capoluogo e l’avvio della sua guerra senza quartiere allo spaccio e ai reati in genere.  Il Comune ha provveduto oggi a rimuovere tutte le scritte minacciose ed ingiuriose nei confronti del questore, così come sono state cancellata decine di scritte che offendevano le istituzioni e le forze dell’ordine in genere comparse su diversi edifici del centro.  «La lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti – commenta il questore Pignataro – verrà ulteriormente rafforzata per tutelare tanti ragazzi che entrano nel tunnel della droga con conseguenze spesso disastrose e letali e con indicibili sofferenze e tribolazioni all’interno delle loro famiglie. Pertanto le frasi ingiuriose e minacciose nei confronti della mia persona e dell’istituzione che rappresento, saranno uno stimolo ulteriore a svolgere con ancor più determinazione il compito che siamo chiamati ad assolvere a tutela di tutti i cittadini, soprattutto di quelli appartenenti alle cosiddette fasce deboli. La morte giorni fa per overdose di un tossicodipendente e il ferimento di due poliziotti durante una operazione antidroga di ieri, sono un chiaro monito a non abbassare la guardia e rappresentano un’ulteriore spinta a proseguire nell’azione di prevenzione e contrasto per garantire giustizia, legalità e sicurezza a ogni cittadino».

scritte-pignataro-centro-macerata-2-650x366

Alcune delle scritte comparse in passato a Macerata

scritte-pignataro-centro-macerata-7-650x488

 

Scritte contro Pignataro, due giovani denunciati

«Ci hanno imbrattato il palazzo, era stato appena ristrutturato» E spunta altra scritta contro Pignataro

Centro storico invaso da scritte contro Pignataro: «Nessun passo indietro»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X